Assegno di ricollocazione 2018 per disoccupati

L’assegno di ricollocazione per il reinserimento lavorativo dei disoccupati, previsto dall’art. 23 del decreto legislativo n. 150 del 14 settembre 2015, è stato, nella fase sperimentale del 2017, un vero flop. Ora, con la delibera n. 3 del 2018 dell’agenzia governativa Anpal, si riattiva questa misura sperimentale con l’assegno da 250 a 5000 euro per disoccupati.

Assegno di ricollocazione a regime

La nuova delibera dell’Anpal esplica tutti i dettagli del nuovo voucher del 2018. Infatti la nuova domanda per ottenere l’assegno di ricollocazione di 5000 euro, potrà essere richiesto dopo l’approvazione del modello di domanda telematico e dopo l’emanazione della circolare esplicativa da parte dell’Anpal.

Assegno di ricollocazione a chi spetta

L’assegno di ricollocazione 2018, da 250 euro a 5000 euro, spetta ai:

  • disoccupati titolati di Naspi da più di 4 mesi
  • ai beneficiari del reddito di inclusione Rei
  • ai lavoratori interessati dell’accordo di ricollocazione ai sensi dell’art. 24 del decreto legislativo n. 148 del 2015

I beneficiari già coinvolti in misure di politiche attive pubbliche, non posso accedere all’assegno di ricollocazione fino al termine della durata del beneficio regionale.

Come funziona l’assegno di ricollocazione?

L’assegno di ricollocazione, disponibile dal 3 aprile 2018, non è un vero assegno destinato ai disoccupati elencati in precedenza, ma è un buono rivolto al reinserimento lavorativo che verrà speso presso i Centri per l’impiego o presso i soggetti accreditati (come Agenzie del Lavoro o sportelli temporanei territoriali creati dalle Regioni ), i quali garantiranno un’assistenza alla persona e tutoraggio e una ricerca intensiva di opportunità occupazionali.

Qual è l’importo dell’assegno?

I disoccupati percettori di Naspi dopo 4 mesi, i beneficiari del Rei ed i lavoratori impegnati in accordi di ricollocazione, dopo la presentazione della domanda presso il sito dell’Anpal, riceveranno un voucher da spendere presso i soggetti abilitati, da 250 euro fino a 5000 euro, in base alle difficoltà di ricercare una nuova occupazione. Il centro per l’impiego e le agenzie del lavoro acquisiranno l’assegno del disoccupato solo dopo la firma di un contratto di lavoro. In particolare nel caso di assunzione:

  • con contratto a tempo indeterminato (anche per gli apprendisti) l’assegno varia da un minimo di 1000 euro ad un massimo di 5000 euro;
  • contratto a termine con durata pari o superiore a 6 mesi, l’assegno varia da un minimo di 500 euro ad un massimo di 2500 euro;
  • con contratto con una durata uguale o superiore a tre mesi e fino a 6 mesi, spetterà un assegno che oscilla da 250 euro a 1250 euro.

Questi valori minimi o massimi dipendono dalla difficoltà del disoccupato di rioccuparsi entro i 12 mesi o nei successivi 12 mesi dall’inizio del programma.

Come fare la domanda?

Per ricevere l’assegno di ricollocazione, a differenza della misura sperimentale dove si inseriva il codice fiscale, con la nuova procedura, dal 03 aprile 2018, bisogna iscriversi online tramite il sito dell’Anpal o al Centro per l’impiego di competenza.

Per iscriversi sul sito dell’Anpal clicca su www.anpal.gov.it. Clicca in alto a destra su accedi. Se non sei registrato clicca su Non sei ancora registrato.

Assegno di ricollocazione 2018

Assegno di ricollocazione 2018

Inserisci tutti i tuoi dati ed al termine della procedura attiva la funzione: Cittadino.

Assegno di ricollocazione 2018

Assegno di ricollocazione 2018

Nel menu a sinistra visualizzerai la voce Assegno di ricollocazione. Clicca sulla voce e compila la tua domanda. All’interno del modulo dovrai scegliere l’Ente che ti seguirà nella ricerca del lavoro ed entro 7 giorni riceverai la risposta alla tua domanda.

Assegno di ricollocazione

Assegno di ricollocazione

Dopo aver ricevuto il voucher, ti recherai all’Ente scelto in base all’appuntamento prefissato, e sarai affidato ad un tutor per la ricollocazione nel mondo del lavoro.

Consulenza del Team di insindacabili.it

Per una consulenza personalizzata con i nostri consulenti, accedi all’area riservata di consulenza online.

Hai trovato utile il nostro articolo? Hai chiarito qualche dubbio in merito ad un argomento? Effettua una Donazione ed aiutarai il nostro Team ad aggiornarti sempre con le ultime Novità 😉


Valuta l'articolo
[Totali: 5 Media: 3.4]

Posted by Nicola Di Masi

Nicola Di Masi, ideatore e creatore di contenuti per il sito insindacabili.it

4 Comments

  1. mi sono iscritta, ma nel menu’ a sinistra non appare la voce “assegno di ricollocazione”. come posso fare?

    Rispondi

    1. Nicola Di Masi 13 aprile 2018 at 16:22

      Deve attendere qualche giorno, dopo la circolare esplicativa dell’Anpal.

      Rispondi

  2. Pasquale Antonino De Leo 10 aprile 2018 at 18:50

    buona sera io sono iscritta all’ufficio collogamento e lastessa cosa all’ufficio cerco impiego e la stessa cosa?..

    Rispondi

    1. Salve Pasquale,
      si, è la stessa cosa.

      Cordiali Saluti

      Rispondi

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *