Quando arrivano i pagamenti INPS a Giugno 2021?

Quando arrivano nel mese di Giugno 2021, gli accrediti per la pensione, la disoccupazione Naspi, il Trattamento integrativo, il Bonus Bebè, il Reddito di cittadinanza e la pensione di cittadinanza?

Le date dei pagamenti dei bonus Inps sono pubblicate mensilmente, dall’Istituto Previdenziale Inps, sul fascicolo previdenziale del cittadino.

Per verificare le date precise di accredito, è necessario che ogni cittadino acceda con lo Spid, con la carta di identità elettronica o la carta nazionale dei servizi, in quanto i giorni di pagamento possono variare per ogni singolo utente.

E’ bene ricordare che, dal primo Ottobre 2020, il Pin Inps non potrà essere più richiesto, in quanto si punterà tutto sugli accessi tramite SPID. Sarà possibile continuare ad utilizzare il PIN Inps sino al mese di Settembre 2021.

Calendario pagamenti pensione Inps ex Inpdap Giugno 2021

Poste ed Inps hanno deciso di anticipare il pagamento delle pensioni Postali anche nel mese di Giugno 2021.
Qui di seguito indichiamo la ripartizione:

  • cognomi dalla A alla B mercoledì 26 maggio;
  • cognomi dalla C alla D giovedì 27 maggio;
  • cognomi dalla E alla K venerdì 28 maggio;
  • cognomi dalla L alla O sabato 29 maggio (la mattina;
  • cognomi dalla P alla R lunedì 31 maggio;
  • cognomi dalla S alla Z martedì 1° giugno

I titolari di un Libretto di Risparmio, di un Conto BancoPosta o di una Postepay Evolution ed i titolari di carta Postamat, Carta Libretto o di Postepay Evolution potranno prelevare l’importo dagli oltre 7.000 ATM Postamat a partire dalla mattina del 26 Maggio 2021.

Presso gli Istituti di Credito invece, la Pensione Inps potrà essere prelevata allo sportello esclusivamente a partire da Martedì 1 Giugno 2021.

Poste Italiane ricorda anche che i cittadini con età pari o superiore a 75 anni possono richiedere di ricevere gratuitamente le somme in denaro presso il loro domicilio, delegando al ritiro all’arma dei Carabinieri.

Data Pagamenti Naspi Giugno 2021

La disoccupazione Naspi è una prestazione a sostegno del reddito, che si ottiene quando:

  1. si perde involontariamente il lavoro, (licenziamento per giustificato motivo oggettivo e soggettivo, licenziamento per giusta causa)
  2. a seguito di dimissioni per giusta causa, (mancato pagamento delle ultime retribuzioni)
  3. durante il periodo di maternità,
  4. in caso di risoluzione consensuale proposta dal datore di lavoro.

I pagamenti della Naspi, avvengono mensilmente, entro il 15 del mese successivo. Ad esempio nella disoccupazione di Giugno 2021, verranno pagati i 30 giorni di Maggio 2021. Per ricevere correttamente la Naspi:

  • bisogna recarsi al centro per l’impiego, entro 15 giorni dall’invio della domanda e presentarsi alle convocazioni del Centro per l’impiego,
  • comunicare il modello Naspi com lavoro autonomo, nel caso di prestazione di un’attività di lavoro autonomo occasionale o di importo inferiore a 4800 euro entro il 31 Gennaio 2021,
  • comunicare il modello Naspi com, gli ultimi 30 giorni della Naspi.

La disoccupazione Naspi a Giugno 2021 dovrebbe essere pagata entro il 7/12 Giugno 2021. Dal mese di Giugno 2021, non è prevista la decurtazione del 3%, come da decreto sostegni bis.
Lo scorso anno i pagamenti partirono dal giorno 9 Giugno 2020.
Da qui invece è possibile verificare tutte le date di Pagamento della Naspi nel 2021.

Pagamenti bonus bebè Giugno 2021

I pagamenti del bonus bebè Inps avvengono mensilmente. L’erogazione del bonus bebè parte, dalla data indicata dal nostro sito, sino alla fine del mese. I primi pagamenti di Gennaio e Febbraio vengono pagati dopo l’aggiornamento del modello Isee 2021.

Per questo, per ricevere correttamente il bonus bebè, bisogna aggiornare il modello Isee tempestivamente (entro la fine di gennaio 2021) senza errori ed omissioni. Il pagamento del mese di Giugno 2021 dovrebbe avvenire verso la fine del mese di Giugno 2021. Importantissimo in tal senso è l’aggiornamento immediato dell’ISEE.

Tutte le date di pagamento del Bonus bebè 2021 sono indicate nel nostro calendario bonus bebè 2021.

Data pagamento bonus Renzi Giugno 2021 (trattamento integrativo)

Il nuovo Bonus Renzi di 100 euro sulla Naspi, non è riconosciuto a tutti e molte volte nell’anno viene bloccato, per chi non supera i limiti reddituali minimi (con la Naspi) dell’anno in corso. L’Inps eroga il Bonus Renzi:

  1. ai disoccupati in Naspi,
  2. ai percettori dell’Assegno APE sociale, che superano un reddito annuale presunto dell’indennità di disoccupazione o pensione ape sociale, di 8174 euro.

Quando non si percepisce il nuovo trattamento integrativo della retribuzione, sulla disoccupazione Naspi durante l’anno, è possibile sempre recuperarlo nella dichiarazione dell’anno successivo. Nella dichiarazione dei redditi 2021, è possibile recuperare sia il il Bonus Renzi non percepito e sia il trattamento integrativo della retribuzione.

I pagamenti del bonus del mese di Gennaio, nella maggior parte dei casi, avvengono a partire dal mese di febbraio, dopo il ricalcolo dell’indennità INPS.

Per controllare la data di disponibilità del Bonus Renzi sulla disoccupazione Naspi, è possibile consultare il calendario dei pagamenti Bonus Renzi 2021. I pagamenti del Bonus Renzi di Giugno 2021 dovrebbero avvenire entro la fine del mese stesso.

Ricarica Reddito di cittadinanza Giugno 2021 – Calendario pagamenti Pensioni di cittadinanza

Lo scorso anno (2020), gli accrediti sulle carte reddito di cittadinanza e pensione di cittadinanza, sono avvenuti dal 26 Giugno 2020. Nel 2021, i pagamenti dovrebbero giungere fra il 25 ed il 28 Giugno 2021.

In questo mese di Giugno 2021, percepiranno la ricarica Rdc e Pdc:

  • i titolari di pensione di cittadinanza,
  • i titolari di reddito di cittadinanza, che hanno percepito la ricarica dal 15 Maggio 2021;
  • i richiedenti Rdc, che hanno rinnovato entro il 31 Maggio 2021. Questi beneficiari dovrebbero ricevere il pagamento entro il 15 Luglio 2021.

Non riceveranno la ricarica, coloro che hanno terminato i 18 mesi di RDC a Maggio 2021. Quest’ultimi, dovranno rinnovare il reddito di cittadinanza dal primo Luglio 2021.

Per ricevere correttamente i pagamenti del reddito di cittadinanza, bisogna aggiornare tempestivamente il modello Isee ordinario 2021 e poi valutare, se fare immediatamente, un Isee corrente, perché l’Inps prenderà come riferimento per il calcolo del Reddito di cittadinanza, i redditi del 2019 ed i trattamenti assistenziali in corso di godimento, come la carta acquisiti.

Cassa integrazione Pagamenti Giugno 2021

Chi è in attesa dei pagamenti della Cassa integrazione in deroga, del Fondo per l’artigianato o di altra tipologia di cassa integrazione, ossia pagata direttamente dall’Inps o dell’Ente bilaterale, deve controllare le date di disponibilità sul servizio online fascicolo previdenziale, cliccando su prestazioni e pagamenti sul menu a sinistra o sul proprio conto corrente.

Se non vi sono ancora i pagamenti, bisogna chiedere al datore di lavoro, o controllare sul nuovo servizio online Inps, consultazione integrazione salariali, i giorni di sopsensione.

Per conoscere tutte le date di pagamento Inps, è necessario guardare il nostro video, per accedere al fascicolo previdenziale Inps.

https://www.youtube.com/watch?v=2S5-AS2qr9Uu0026t=175s

Per qualsiasi ritardo o problematica di un pagamento Inps, è necessario inviare un sollecito per iscritto, con il servizio Inps risponde online.

Pagamenti Giugno Bonus Covid 2021 – REM 2021

Nel mese di Giugno 2021 potrebbero avvenire i pagamenti dell’indennità Inps del decreto sostegni Bis di 1600, per chi ha ricevuto già i pagamenti delle vecchie indennità Covid ed i pagamenti del REM 2021, sia per chi ha presentato la domanda entro il 30 Aprile 2021 (del mese di Maggio 2021 solo per i beneficiari dei requisiti comma 1) e sia per chi ha richiesto il REM come proroga Naspi.

Nel mese di Giugno 2021, dovremmo anche incominciare a vedere, l’accoglimento delle domande di disoccupazioni agricole e da questo mese, sarà possibile inoltrare la domanda bonus di 800 euro per i braccianti agricoli.

Hai bisogno di una Consulenza previdenziale online?
Se hai bisogno di una consulenza telefonica previdenziale, accedi alla nostra area dedicata di Consulenza online.