I nuovi voucher: dove e come si comprano

Dal 10 luglio 2017 sono attivi i nuovi voucher lavoro dell’Inps, ma realmente dove si comprano?

Siamo stati abituati ad acquistare i vecchi voucher, al nostro tabaccaio di fiducia, alle poste e all’Inps ed ora?

Questa è la domanda che ci stiamo chiedendo un po’ tutti, sopratutto per coloro che erano abituati a dimostrare solo la tessera sanitaria o la partita iva. Oggi tutto il sistema è cambiato e lo Stato invece di facilitarci la vita semplificando gli adempimenti burocratici, continua a tartassarci di procedure e strumenti che solo gli addetti ai lavori possono capire.

Il governo italiano ha introdotto nuove modalità di acquisto dei voucher sia per i datori di lavoro persone fisiche che non svolgono attività professionale ed imprenditoriale e sia per le imprese e per le pubbliche amministrazioni.

Ricordiamo che i nuovi voucher si distinguono in due tipi di contratti e titoli di pagamento:

  • il libretto di famiglia (destinato alle persone fisiche che non esercitano attività professionale o d’impresa) ;
  • il contratto di prestazione occasionale (per imprese, professionisti e per le pubbliche amministrazioni).

Per approfondire il libretto di famiglia ti consigliamo di leggere il nostro articolo cliccando qui.

Ma come si acquistano i voucher e come funziona la gestione dei pagamenti da parte degli utilizzatori?

Diciamo addio ai sistemi semplici, oggi per ricaricare il nostro portafoglio telematico dobbiamo pagare preventivamente all’instaurazione del contratto occasionale un modello F24. Infatti l’Inps nella circolare Inps n. 107 ci indica solo lo strumento di pagamento e le causali del versamento.

Per fortuna l’Agenzia delle entrate con la risoluzione n. 81/E ci spiega come si deve fare per finanziare il libretto di famiglia ed il contratto di lavoro occasionale.

Prima di tutto, per acquistare i voucher, bisogna utilizzare il modello F24 Elementi identificativi che trovi editabile al seguente link.

Nella sezione contribuente indica il codice fiscale ed i dati anagrafici del datore di lavoro o dell’Ente che effettua il versamento.

Nella sezione Erario ed Altro:

  • nel campo tipo scrivi la lettera I;
  • alla sezione elementi identificativi nessun valore;
  • nel campo codice la causale “LIFA” per finanziare il Libretto di famiglia o “CLOC” per i contratti di lavoro occasionale;
  • nel campo anno di riferimento, ossia l’anno in cui si effettua il pagamento (ad esempio 2017);
  • infine indica l’importo, in base a quanti voucher o titoli di pagamento intendi acquistare.

Dopo aver effettuato il versamento devi attendere qualche giorno prima di poter visualizzare l’importo sul tuo portafoglio elettronico telematico Inps.

Buon acquisto a tutti!

Riferimento normativo: Circolare Inps n. 107 del 05/07/2017

Hai bisogno di aiuto ed assistenza?

Se hai bisogno di una consulenza personalizzata per utilizzare il libretto di famiglia, puoi vistare la nostra area dedicata.
Il nostro Team metterà al tuo servizio tutta la Sua competenza professionale.

Hai trovato utile il nostro articolo? Hai chiarito qualche dubbio in merito ad un argomento? Effettua una Donazione ed aiutarai il nostro Team ad aggiornarti sempre con le ultime Novità 😉


Valuta l'articolo
[Totali: 19 Media: 2.7]

Posted byNicola Di Masi

Nicola Di Masi, ideatore e creatore di contenuti per il sito insindacabili.it. Abilitato Consulente del Lavoro e responsabile Caf da Maggio 2008 a tutt'oggi. Ha lavorato come Consulente del Lavoro, come operatore di Patronato e ha coordinato le attività formative di un Organismo Formativo Accreditato.

Invia il tuo Commento