Pagamento Pensioni Inps Giugno 2021: in anticipo?

“Quando saranno pagate le pensioni Inps a Giugno 2021, ci sarà il pagamento anticipato anche nel sesto mese del 2021″? Cosa succederà al pagamento delle Pensioni presso Poste Italiane?

I Pensionati hanno il diritto di conoscere in anticipo le date di pagamento delle Pensioni Inps, per poter pianificare con maggiore tranquillità e serenità la gestione economica familiare.

Comprendiamo bene dunque, l’importanza di queste informazioni per milioni e milioni di Persone in tutta Italia e proviamo a vedere insieme quali sono le ultime notizie in tal senso.

Pensioni Giugno 2021: quando il pagamento

Da più di un anno ormai, le Pensioni (nelle Sedi di Poste Italiane) sono state consegnate in base ad una ripartizione per Cognomi dei beneficiari. Queste disposizioni si sono rese necessarie per aiutare i cittadini nella lotta alla diffusione del covid-19.

Che cosa succederà nel mese di Giugno 2021? L’assegno delle Pensioni Inps arriverà in maniera anticipata presso le sedi di Poste Italiane?

La diffusione del covid19 (e delle sue varianti) sta lentamente decrescendo, grazie agli sforzi di tutta la popolazione, ma i virologi e gli scienziati, consigliano di non abbassare comunque la guardia con le misure di prevenzione e di contenimento.

Al momento però non vi sono Comunicati-Stampa Ufficiali da parte di Protezione civile, Governo e Poste Italiane. Cosa succederà dunque con le Pensioni di Giugno 2021?

L’ipotesi (stando sempre ai dati epidemiologici attuali) potrebbe suggerire un avvio anticipato del pagamento delle Pensioni Inps, a partire dal 26 Maggio per proseguire, in base ai Cognomi dei pensionati, sino al primo Giugno 2021 (ipotesi).

Presso gli ATM postali, gli accrediti dovrebbero essere disponibili a partire dal 26 Maggio 2021, indipendentemente dal cognome del Pensionato.

Negli Istituti di Credito invece, i pagamenti delle Pensioni Inps dovrebbero essere disponibili per tutti solo a partire da martedì 1 Giugno 2021.

— Il nostro Team verificherà quotidianamente le nuove informazioni, per aggiornare il tutto in caso di novità —

Calendario pagamento Pensioni Inps: il cedolino di Giugno 2021

Per consultare il cedolino della pensione di Giugno 2021 (quando sarà disponibile online), consigliamo la lettura di questo nostro breve articolo, nel quale spieghiamo passo-passo come fare per visualizzare il tutto in completa autonomia.

Se nel momento in cui stai leggendo questo articolo, non visualizzi ancora il Cedolino della Pensione di Giugno 2021, non devi preoccuparti, l’INPS aggiornerà in tempi brevi l’area riservata personale.

Controlla la Pensione Inps di Giugno 2021

Se ne vuoi sapere di più sul Fascicolo previdenziale Inps, ti rimandiamo a questo nostro precedente articolo. Potresti anche guardare il nostro video per consultare l’importo della pensione e la data di pagamento sul fascicolo previdenziale Inps:

Rivalutazione delle Pensioni 2021 ed arretrati

Nella Legge di Bilancio 2020 (salvo variazioni con la legge di bilancio 2021), è prevista la rivalutazione delle pensioni, a partire da Gennaio 2020 sino a tutto il 2021, in relazione al tasso di inflazione del 2019, seguendo questo schema:

  • nella misura del 100% (rivalutazione 0,1%), per le pensioni pari o inferiore a 4 volte il trattamento minimo Inps. Quindi se un pensionato percepiva un trattamento minimo Inps di 515,07 euro nel 2020, dal 1° Gennaio 2021 percepirà 515,58, con arretrati di 6,70 euro;
  • del 77% (rivalutazione 0,077%), per le pensioni superiori a 4 volte il trattamento minimo e pari o inferiori a 5 volte il trattamento minimo; ad esempio una pensione di 2507,70 nel 2020, sarà pari da gennaio 2021 a 2509,63 euro (con 25,09 euro di arretrati, ossia 1.93 per 13 mensilità)
  • del 52% (rivalutazione 0,052%) per le pensioni superiori a 5 volte il trattamento minimo e pari o inferiore a 6 volte il trattamento minimo Inps; ad esempio una pensione di 3000 euro nel 2020, sarà pari da Gennaio 2021 a 3001,56, con arretrati di 20,28 euro;
  • nella misura del 47% (rivalutazione 0.047%), per le pensioni superiori a 6 volte il trattamento minimo e pari o inferiore a 8 volte il trattamento minimo Inps; ad esempio una pensione di 4000 euro nel 2020, nel 2021 sarà pari a 4001,88 con arretrati di 24,44 euro;
  • del 45% (rivalutazione 0,045%) per le pensioni superiori a 8 volte il trattamento minimo e pari o inferiore a 9 volte il trattamento minimo Inps;
  • infine nella misura del 40% (rivalutazione 0,040%) per le pensioni superiori a 9 volte il trattamento minimo Inps. Ad esempio una pensione di 5000 euro nel 2020, nel 2021 sarà pari a 5002,00 con arretrati di 26 euro.

Consulenza Professionale online
Un Team di professionisti del settore seguirà con premura ed attenzione le tue richieste e le tue Pratiche.
Ecco alcuni dei nostri servizi dedicati:

Buon Assegno della Pensione di Giugno 2021 dal Team di Insindacabili.it

Leggi gli ultimi articoli pubblicati sul nostro sito: