Reddito di cittadinanza importo diminuito

Reddito di cittadinanza: perché l’importo è più basso del mese scorso?Cosa succede all’importo del Reddito di Cittadinanza: “perché l’importo è diminuito rispetto al mese scorso?

Tantissimi percettori del Reddito di Cittadinanza Inps, si stanno ponendo questo quesito per provare a capirne di più. Proviamo ad approfondire insieme le possibili cause. Importo Rdc basso

Che cos’è il Reddito di Cittadinanza?

Il Reddito di Cittadinanza Inps è un sostegno per famiglie in difficoltà, che mira al reinserimento nel mondo del lavoro e all’inclusione sociale. Il beneficio economico viene accreditato mensilmente su una nuova carta prepagata, diversa da quelle rilasciate per altre misure di sostegno, cosiddetta “Carta Rdc”.

Il pagamento del Reddito o Pensione di Cittadinanza avviene una volta al mese e l’importo erogato sulla Carta deve essere speso entro la fine del mese successivo.

Esempio: ricarica avvenuta a Febbraio? L’importo deve essere speso entro il 31 Marzo, altrimenti le ricariche successive potrebbero prevedere una decurtazione del 20%.

Reddito di Cittadinanza: come verificare i pagamenti

Per verificare i pagamenti del Reddito e pensione di cittadinanza bisogna accedere con le proprie credenziali (Pin INPS, SPID, Carta di identità elettronica, Carta nazionale dei servizi) nell’area dedicata sul sito dell’Inps: https://bit.ly/2Of14Pf. Basta cliccare su Gestione domande – liste domande ed esiti – ed Esito in azioni.

Come controllare la domanda Reddito di cittadinanza

Da qui sarà possibile controllare:

  • la data dell’invio di disposizione a Poste, da parte dell’Inps,
  • la data della Rendicontazione di Poste,
  • l’importo della ricarica, con il dettaglio, cliccando sullo stesso importo,
  • i requisiti economici, ossia come è stato calcolato il sussidio economico.
Pagamento Reddito di cittadinanza

Nel momento in cui viene pubblicata la data di invio disposizione a Poste, è possibile già verificare il saldo della Carta Reddito di cittadinanza e pensione di cittadinanza:

  1. contattando il numero verde Carta Rdc/Pdc: 800.666.888,
  2. oppure registrandosi sul sito di poste italiane.

Per chi ha inviato il modello RDC com esteso, durante la fruizione del Reddito di cittadinanza o per chi ha elaborato un nuovo Isee corrente, i tempi di accredito sono più lunghi, sia per il pagamento sulla carta prepagata e sia per il calcolo dell’importo.

E’ inoltre importante recarsi o contattare il Centro per l’Impiego, per firmare la dichiarazione di disponibilità al lavoro (DID) ed il patto di servizio, se non è stato già fatto in precedenza.

RdC: perché l’importo è più basso del mese scorso?

Come detto in apertura di articolo, tantissimi cittadini hanno ricevuto un importo RdC inferiore rispetto al mese precedente.

L’importo RdC risulta essere più basso per le seguenti possibili motivazioni:

  • ricalcolo da parte dell’Inps, in base al reddito complessivo del nucleo familiare, indicato sul modello 730 o Modello dei Redditi Persone fisiche, rispetto all’anno precedente,
  • comunicazione dal parte del richiedente del modello Rdc com esteso,
  • variazione di importo, in base alla comunicazione Unilav del datore di lavoro (perché ad esempio, il richiedente ha svolto un periodo lavorativo durante la percezione del Rdc),
  • calcolo e decurtazione da parte dell’Inps, dei trattamenti assistenziali, dei bonus del Comune o di altre agevolazioni economiche, percepiti durante la fruizione del Rdc (ad esclusione del bonus bebè, dell’indennità di accompagnamento, dello stesso reddito e pensione di cittadinanza).

Per controllare questa variazione dobbiamo consultare il calcolo dell’importo sul servizio online: Reddito di cittadinanza e pensione di cittadinanza.

Qui di seguito riportiamo un esempio: confronto tra importo RdC per i mesi di Maggio e Giugno. Importo Rdc più basso

Importo Carta RdC a Giugno (esempio)

Reddito di cittadinanza importo basso Giugno

Importo Carta RdC a Maggio (esempio)

Importo reddito di cittadinanza Maggio

Vi sono circa 40 euro in meno (in altri casi può essere maggiore) perché il richiedente, ha percepito nei primi mesi dell’anno, tre ricariche REI di 495,18 euro in totale.
Nell’esempio è variato l’importo del Reddito complessivo Quota A:

  • nel mese di Maggio è di euro 5358,00,
  • nel mese di Giugno è di euro 4862,82. (5358 euro – 495,18 di REI)

Questa variazione della Quota A, determina una modifica dell’importo.

Se invece non vi fossero state particolari variazioni, consigliamo di controllare il 730 o il modello unico dell’anno precedente e di chiedere informazioni per iscritto all’Inps, attraverso il servizio online Inps risponde online.

Riferimenti normativi: Circolare Inps n. 43 del 20/03/19

Consulenza online degli esperti di insindacabili.it
Hai bisogno di una consulenza online sul Reddito e Pensione di cittadinanza? Visita subito la nostra area dedicata di consulenza online.