Quando arrivano i soldi del 730?

Cosa fare se il rimborso 730 senza sostituto non arriva? Quando arrivano i soldi del credito irpef del 730? I pagamenti del rimborso della dichiarazione fiscale senza sostituto, variano in relazione a diversi fattori.

In questo articolo approfondiremo i tempi di erogazione del rimborso 730, SENZA alcun sostituto di imposta, per chi ha un conto corrente postale o per chi non ha nessun conto alla posta o in banca.

Cos’è il 730 senza sostituto d’imposta?

Il modello 730 senza sostituto è una dichiarazione fiscale del contribuente privo di un sostituto di imposta che possa addebitare o accreditare, i debiti o i crediti, derivanti dal modello 730.

Il 730 senza datore di lavoro, si può presentare solo in determinatia casi:

  • se nell’anno precedenti sono stati percepiti redditi imponibili irpef, come reddito di lavoro dipendente, da pensione, da Naspi o cassa integrazione,
  • Il cittadino non ha un datore di lavoro, un Ente come Inps o Noipa.

Quindi se nel periodo giugno – luglio di ogni anno, il contribuente non è assunto, non è percettore di pensione o di disoccupazione Naspi o agricola, può inviare un 730 senza sostituto, tramite il CAF o la piattaforma infoprecompilata dell’Agenzia delle Entrate.

Le scadenze sono identiche, come quelle del modello 730 ordinario.

Tempi di pagamento 730 senza sostituto

Per velocizzare i tempi di erogazione del 730 senza un datore di lavoro, bisogna presentare la dichiarazione fiscale entro massimo il 15-30 giugno, qualsiasi sia, la scadenza dell’inoltro del modello fiscale.

Dopo averla trasmessa, bisogna accertarsi, di aver inviato correttamente le coordinate bancarie o postali all’Agenzia delle Entrate negli anni precedenti o soprattutto se sono cambiate, di inserirle immediatamente sul sito di fisconline dell’Agenzia delle entrate, seguendo le istruzioni del nostro video.

Dopo aver controllato l’accredito del codice IBAN sul sito del Fisco, l’Agenzia delle entrate convaliderà la dichiarazione entro la fine del mese di Settembre ed entro il mese di dicembre dell’anno corrente (lo stesso anno di invio del 730) o al massimo entro il 31 marzo dell’anno successivo, si riceverà il rimborso del 730.

Per chi non è in possesso di un conto corrente, l’Agenzia delle Entrate invierà un mandato di pagamento (una lettera), entro il 31 marzo dell’anno successivo all’inoltro della dichiarazione, da riscuotere in contanti all’Ufficio postale di residenza.

Cosa fare se il credito irpef non arriva?

Perché non sono arrivati il soldi del 730 senza sostituto? I tempi di pagamento del 730 senza sostituto di imposta dipendono da 4 fattori:

  • l’invio telematico della dichiarazione dei redditi, (conviene presentarla entro il mese di Giugno)
  • il controllo prolungato delle dichiarazioni 730, con un credito irpef superiore a 4000 euro,
  • l’errore da parte del CAF, della dicitura sul 730 (va sbarrata la casella Modello 730 dipendenti senza sostituto – lettera A)
  • l’invio del mandato di pagamento cartaceo, al vecchio indirizzo di residenza del contribuente.

Per questo, ogni anno, bisogna accertarsi, dell’indirizzo di residenza registrato presso l’Agenzia delle Entrate e che le coordinate bancarie o postali siano corrette.

Se il contribuente non ricevere il rimborso entro la fine di dicembre (per chi è in possesso di un conto corrente) ed entro fine marzo (per chi non ha conti bancari e postali), deve inviare all’Agenzia delle Entrate territoriale, una richiesta di sollecito tramite Pec, allegando il modello 730 e la ricevuta telematica di presentazione.

In alternativa, bisogna recarsi presso gli uffici territoriale dell’Agenzia delle Entrate, con appuntamento, per ritirare un duplicato del mandato di pagamento cartaceo (inferiore ai limiti previsti dalla legge) o per richiedere maggiori delucidazioni.

Come verificare il pagamento del 730 senza sostituto?

Come controllare il pagamento del 730 senza sostituto di imposta? Prima di tutto bisogna accedere al servizio online di fisconline con lo Spid o con le credenziali dell’Agenzia delle Entrate.

Dopo essere entrato nella scrivania fiscale:

Area riservata fisconline

bisogna cliccare su Consultazioni ed in seguito in Cassetto fiscale – Cassetto fiscale personale

Consultazione rimborso irpef
Rimborso 730 senza sostituto liquidato a Novembre 2020

In seguito bisogna premere su Rimborsi – Rimborsi II.DD. e controllare la situazione del rimborso.

Esempio Rimborso fiscale a Dicembre

Se alla voce situazione del rimborso, c’è la frase: erogazione in corso o predisposto accredito del rimborso in conto corrente, vuol dire che a breve si riceverà il rimborso 730 senza alcun datore di lavoro.

Leggi i nostri articoli più recenti: