Quando arriva il Rimborso fiscale 730 senza sostituto nel 2020?

“Se presento un modello 730 senza sostituto, quando riceverò i soldi?” Molti cittadini, nell’anno dell’emergenza del Covid-19, hanno presentato un modello 730 senza sostituto di imposta, data l’incertezza della posizione lavorativa.

Infatti, i vari decreti del Governo, hanno slittato la scadenza del 730, al 30 Settembre 2020 e hanno dato la possibilità ai contribuenti, con un datore di lavoro, nel mese di Giugno – Luglio 2020, di inviare un 730 senza sostituto di imposta.

Ricordiamo che il sostituto di imposta, è l’Ente, l’azienda o il datore di lavoro, che si sostituisce allo Stato, per rimborsare le somme derivanti dal 730 o per trattenere le maggiori imposte dovute dal contribuente.

Modulo rimborso 730 senza sostituto 2020

I sostituti di imposta che pagano il rimborso fiscale del 730 sono:

  • l’Inps: per i pensionati e per i disoccupati;
  • Il datore di lavoro: per i lavoratori dipendenti privati,
  • l’amministrazione Pubblica DAG – DSII: per i dipendenti pubblici.

In alternativa, il cittadino, può decidere di pagare le imposte a debito del 730 con il modello F24, in 6 rate, o ricevere il rimborso fiscale, direttamente dall’Agenzia delle Entrate, indicando nessun sostituto di imposta sulla dichiarazione dei redditi.

Modulo 730 senza sostituto di imposta

In questo caso il cittadino con un credito irpef, riceverà il rimborso 730, sul codice Iban del conto corrente comunicato al Fisco o attraverso un mandato di pagamento, che permetterà il ritiro in contanti dall’ufficio postale.

Rimborso 730 senza sostituto Agenzia Entrate

Quindi, solo nell’anno del Coronavirus, il contribuente può scegliere di presentare volontariamente un 730 senza sostituto di imposta o nel caso in cui, non si è percettore di Naspi o CIG o di un rapporto di lavoro.

In alternativa, quando il cittadino non è in possesso di redditi di lavoro dipendente ed assimilati, nell’anno precedente, si può sempre inviare: il modello dei redditi delle Persone fisiche (ex modello Unico 2019).

La differenza tra modello 730 senza sostituto e modello ex Unico persone fisiche, è sostanziale. Se si presenta il 730 senza un sostituto d’imposta e si comunica entro il 30 settembre 2020 il codice Iban, all’agenzia locale dell’Agenzia delle Entrate o tramite la piattaforma telematica di fisconline, il contribuente riceverà il rimborso irpef, nel mese di Dicembre 2020. Invece se si invia il modello Unico Persone fisiche, il credito arriva entro 18 mesi dall’invio della dichiarazione, anche se si comunicano correttamente le coordinate bancarie e postali.

Pagamento rimborso fiscale 730 senza sostituto?

Quando arriva il rimborso del 730 senza sostituto? Il credito irpef, per chi non ha scelto nessun sostituto di imposta, sarà pagato nel mese di Dicembre 2020/Gennaio 2021, solo per chi comunica entro settembre, le coordinate bancarie e postali, all’Agenzia delle Entrate.

E’ anche possibile controllare il rimborso fiscale del 730 2020 senza sostituto d’imposta, subito dopo la presentazione della dichiarazione dei redditi, seguendo questi passaggi:

  1. registrazione ai servizi telematici di fisconline dell’Agenzia delle Entrate, richiedendo il PIN o lo SPID,
  2. presentazione del modulo di accredito del conto corrente persone fisiche all’Agenzia delle Entrate di competenza o online, attraverso il servizio online di fisconline,
  3. controllare il rimborso 730 senza sostituto, accendendo a fisconline – Cassetto fiscale – Rimborsi.

Per chi non è in possesso di un conto corrente e l’importo del rimborso è inferiore a 1000, riceverà il rimborso irpef entro Marzo/Aprile 2021, tramite un mandato di pagamento indirizzato al domicilio del contribuente, con il quale sarà possibile ritirare i soldi in contanti, all’ufficio postale del Comune di residenza.

Consulenza Online
— Se vuoi ricevere una Consulenza telefonica fiscale dai nostri Esperti, visita la nostra area dedicata.

Leggi le ultime notizie pubblicate sul nostro sito: