Assicurazione casalinghe 2022 INAIL: cos’è, come si paga, quando scade? In scadenza, al 31 gennaio 2022, il rinnovo della polizza assicurativa INAIL 2022 contro gli infortuni domestici.

Questa assicurazione è obbligatoria per tutti coloro che svolgono prestazioni lavorative gratuite in casa, come la cura dei componenti familiari e dell’ambiente domestico.

Chi deve pagare l’assicurazione Inail 2022 delle casalinghe?

La legge 3 dicembre 1999, n. 493 obbliga al pagamento, entro il 31 Gennaio 2022, dell’assicurazione INAIL contro gli infortuni sul lavoro, per tutti coloro:

  • che hanno un’età compresa tra i 18 anni compiuti ed i 67 anni;
  • che svolgono prestazioni lavorative gratuite in casa, per la cura dei componenti della famiglia e dell’ambiente domestico;
  • non ha alcun rapporto di lavoro dipendente,
  • prestano l’attività lavorativa in maniera gratuita, abituale ed esclusiva.

In particolare l’assicurazione INAIL 2022 è dovuta:

  • per gli studenti che dimorano in una località diversa dal luogo di residenza e che si occupano dell’ambiente domestico;
  • i soggetti che lavorano in casa per la cura dei loro familiari;
  • i pensionati che non hanno superato i 67 anni;
  • i cittadini stranieri residenti regolarmente in Italia e non hanno altra occupazione;
  • i lavoratori percettori di indennità di mobilità, i lavoratori in cassa integrazione guadagni o beneficiari di prestazioni a carico dei Fondi di integrazione salariale e i lavoratori che percepiscono indennità di disoccupazione Naspi;
  • i lavoratori stagionali, temporanei o a tempo indeterminato, sono obbligati all’assicurazione INAIL solo per una parte dell’anno.

Questi soggetti sono obbligati ad iscriversi entro il 31 Gennaio dell’anno successivo, dalla maturazione del requisito, sul servizio online: assicurazione lavoro domestico con le credenziali SPID o carta di identità elettronica.

Come non pagare l’assicurazione INAIL 2022?

Il premio Inail da pagare entro il 31 Gennaio 2022, si riferisce all’anno precedente (2021 in questo caso). Non devono pagare il premio assicurativo INAIL:

  • i soggetti che hanno meno di 18 anni, o più di 67 anni,
  • i lavoratori socialmente utili,
  • coloro che sono assegnatari di borsa di studio,
  • gli iscritti ad un corso di formazione o coloro che svolgono un tirocinio lavorativo,
  • i lavoratori part-time,
  • i sacerdoti o i religiosi.

Il premio assicurativo dell’intero anno 2021, deve essere corrisposto entro il 31 Gennaio 2022, per coloro che sono obbligati ad iscriversi per la prima volta e per richiedere l’esenzione anche per l’anno precedente.
L’importo del premio annuale casalinghe 2022 è di 24 euro.

Come non pagare il premio INAIL casalinghe 2022

Per essere esonerati dal pagamento, ogni anno, entro il 31 Gennaio, bisogna presentare all’INAIL una dichiarazione di esonero, tramite il servizio online dell’INAIL: assicurazione lavoro domestico. Per non pagare il premio inail, il richiedente deve essere in possesso di un:

  • reddito personale complessivo lordo non superiore ad euro 4648,11 euro annui, dell’anno precedente;
  • far parte di un nucleo familiare, il cui reddito complessivo lordo inferiore ai 9.296,22 euro annui.

Cosa succede se non pago l’assicurazione casalinghe? Chi non paga l’assicurazione INAIL 2022, è soggetto ad una sanzione, pari al premio non versato, ossia a 24 euro.

Come si paga l’assicurazione INAIL casalinghe 2022? Tutti gli assicurati già iscritti, agli inizi di ogni anno, ricevono una comunicazione dall’Inail, con un avviso di pagamento PAGO, già preimpostato e con l’importo da pagare. Il versamento può avvenire:

  • sul sito dell’INAIL, con pagoPa,
  • presso gli uffici di poste italiane,
  • presso gli Istituti bancari,
  • ai tabaccai.

Cosa copre l’assicurazione delle casalinghe 2022?

Il pagamento dell’INAIL, nel caso di infortunio domestico, è veramente minimo.

In caso di infortunio domestico, l’Inail riconosce le seguenti prestazioni:

  • rendita diretta, nel caso di riconoscimento di un’invalidità pari al 27% o con un grado un grado di inabilità permanente al 16%. Pari o superiore al 16% ha diritto ad un’invalidità per un importo che oscilla da 119 euro a 1454,07 euro;
  • rendita ai superstiti;
  • prestazione una tantum di 337,41 euro, per un infortunio che ha causato un grado di inabilità permanente accertata, compresa tra il 6% e il 15%,
  • assegno una tantum, ai superstiti, per infortunio mortale, per un importo di 10542,45 euro;
  • assegno per l’assistenza personale continuativa,
  • benefici a carico del Fondo vittime gravi Infortuni.

In caso di infortunio in ambito domestico, bisogna comunicare immediatamente all’Inail, tramite una denuncia di infortunio, l’evento violento accaduto.

Il premio assicurativo inail è deducibile ai fini fiscali, sulla dichiarazione dei redditi 730 o Unico.

Consulenza online di insindacabili.it
Hai bisogno di una consulenza telefonica professionale? Visita subito la nostra area dedicata, accedendo ai servizi di consulenza online.

Leggi tutti i nostri articoli di insindacabili.it: