Bonus per genitori separati come funziona?

Bonus 800 euro per genitori separati a chi spetta e come richiederlo? Il Ministro delle Pari opportunità e della famiglia ha firmato il decreto attuativo, per aiutare i genitori, con difficoltà economiche, che non sono riusciti a pagare e che non hanno ricevuto, l’assegno di mantenimento per i figli.

L’importo spettante previsto dal decreto è pari ad 800 euro mensili, per un massimo di 12 mensilità (9600 euro in totale) con un finanziamento da parte del Governo, di 10 milioni di euro.

Bonus per padri e madri separati a chi spetta?

Il contributo economico di 800 euro mensili per 12 mesi, sarà erogato al genitore (madre o padre) destinatario dell’assegno di mantenimento, convivente con i figli minorenni o con i figli maggiorarenni portatori di handicap.

Il genitore richiedente dovrà essere in possesso di determinati requisiti:

  1. un reddito annuale pari o inferiore a 8174 euro, nell’anno in cui si presenta la domanda,
  2. essere convivente con i figli fruitori dell’assegno di mantenimento,
  3. non aver ricevuto l’assegno di mantenimento, in maniera anche parziale, nel periodo compreso tra il giorno 8 Marzo 2020 ed il 31 marzo 2022.

Il beneficiario, inoltre, deve aver ridotto o sospeso la propria attività lavorativa a decorrere dal giorno 8 marzo 2020, per una durata minima di novanta giorni o per una riduzione del reddito di almeno il 30 per cento rispetto a quello percepito nel 2019.

I requisiti saranno più chiari, dopo la pubblicazione del decreto sulla gazzetta ufficiale.

Come richiedere il Bonus di 9600 euro per genitori separati?

Per richiedere il bonus di 800 euro per genitori separati, bisognerà presentare un’apposita domanda ed indicare gli importi dell’assegno di mantenimento non pagati (allegando sicuramente la sentenza di separazione) secondo le indicazioni del Ministrero delle pari opportunità.

Per tutte le novità su Fisco e previdenza, leggi tutti i nostri ultimi articoli su insindacabili.it.