Bonus vacanza sul 730

Come recuperare il 20% del bonus vacanze, sul modello 730? Il bonus vacanza richiesto entro il 31 dicembre 2020, è possibile ancora utilizzarlo fino al 31 dicembre 2021, con lo sconto in fattura e la detrazione fiscale.

Il decreto rilancio 2020, ha previsto un bonus di 500 euro massimo per le famiglie, da utilizzare per l’80%, come uno sconto sulla fattura della struttura vacanza e per il restante 20%, come credito di imposta da riportare sul modello 730.

Ricordiamo che lo sconto per le vacanze è riconosciuto alle famiglie con un Isee ordinario o corrente, in corso di validità, inferiore a 40.000 euro.

Come funziona il bonus vacanza?

Il bonus Vacanza, ai sensi dall’articolo 176 del decreto Rilancio numero 34/2020, prevede un solo voucher per le famiglie (dal 1°Luglio 2020 al 31 Dicembre 2021), per il pagamento delle strutture turistiche, con i requisiti previsti dalla normativa nazionale e regionale, come:

  • alberghi,
  • campeggi,
  • villaggi turistici,
  • bed and breakfast.

Il bonus è riconosciuto per l’80% come sconto sulla fattura o ricevuta fiscale dell’impresa turistica ed il restante 20% è scaricabile, come detrazione dell’intestatario della fattura, sul modello 730 o ex Unico dell’anno successivo.

Ad esempio, per chi ha richiesto un bonus di 500 euro nell’anno 2020, riceverà un sconto sulla ricevuta della struttura turistica-ricettiva di 400 euro, mentre 100 euro sarà utilizzata come detrazione imposta sulla dichiarazione dei redditi 2021.

Importi Bonus vacanze

L’importo del bonus vacanza è pari a:

  • 150 euro per un solo componente,
  • fino a 300 euro, per le famiglie composte da due persone, (come indicato sull’Isee)
  • fino a 500 euro, per i nuclei familiari costituiti da tre o più componenti. (come indicato sull’Isee)

Prima della richiesta del Voucher, tramite l’applicazione IO dei servizi pubblici, bisogna essere in possesso di un isee in corso di validità e la fattura deve essere pagata in un’unica soluzione.

Come recuperare il Bonus vacanza sul 730?

Nel modello 730 2021 o sul modello dei redditi delle persone fisiche, il contribuente dovrà dichiarare il 20% del bonus vacanze fruito entro il 31 Dicembre 2020. Invece quelle utilizzato nel 2021, sarà scaricabile sulla dichiarazione dei redditi del 2022.

Il saldo del credito irpef del Bonus vacanze, dovrà essere inserito nel quadro E sezione VI, nel rigo E83, ossia in altre detrazioni.

Come recuperare Bonus vacanze sul 730

Il contribuente dovrà indicare con il codice 3, il 20% della spesa sostenuta nei limiti del credito d’imposta vacanze, riconosciuto al proprio nucleo familiare o, se la vacanza è costata meno, il 20% dell’importo pagato.

L’importo massimo della detrazione, è anche indicato nell’applicazione IO Italia e il valore della detrazione spettante, è disponibile nel Cassetto fiscale di fisconline. Il contribuente che può scaricare il saldo della fattura può essere l’utilizzatore del credito d’imposta Vacanze, anche diverso dal soggetto che ha effettuato la richiesta.

La detrazione può essere scaricata sul 730:

  • solo da chi ha utilizzato il credito d’imposta vacanze, che deve essere l’intestatario della fattura o del documento commerciale o dello scontrino/ricevuta fiscale emesso dal fornitore.

L’importo da indicare in colonna 2 non può essere superiore a 100 euro.

Consulenza insindacabili.it
Per una consulenza fiscale online con gli esperti di insindacabili.it, accedi all’area dedicata di Consulenza online.