quando pagano la 14esima 2023
quando arriva la 14esima 2023
Vota questo post

Articolo aggiornato il 7 Giugno 2023 da Stefano Mastrangelo

14esima per lavoratori e pensionati nel 2023: chi può riceverla?

Che cos’è la quattordicesima? La 14sima mensilità è una retribuzione differita, corrisposta ai lavoratori dipendenti di determinati settori ed ai pensionati con particolati categorie di pensione, nei mesi di Giugno o Luglio 2023.

Specialmente in questo lungo periodo di difficoltà economiche legate alla netta risalita dei tassi di inflazione, sono tantissimi i lavoratori in difficoltà, che attendono di ricevere “qualcosa in più” sulla Busta Paga o sulla Pensione Inps.
Vediamo dunque chi potrà ricevere la tanto attesa quattordicesima nel 2023.

Quattordicesima per i lavoratori nel 2023: quando spetta?

L’importo aggiuntivo della quattordicesima, è stabilito dai contratti collettivi nazionali di lavoro, in base al settore di riferimento. Mentre, per i pensionati, è determinato dall’Inps, in base agli anni di contributi ed a determinati limiti di reddito.

Ogni contratto, inoltre, specifica anche la mensilità di erogazione della quattordicesima (fra giugno e Luglio di ogni anno), a differenza dei pensionati, ai quali viene corrisposta dal 1° Luglio 2023.
I pensionati che raggiungono, i requisiti richiesti dal 1° agosto in poi, riceveranno la 14esima con una elaborazione successiva, sulla rata di dicembre, dell’anno 2023.

Una domanda a questo punto sorge spontanea: “come sapere se mi spetta la quattordicesima”?
La 14esima spetta ai Contratti di lavoro del:

  • terziario–commercio e turismo;
  • alimentare;
  • chimica;
  • autotrasporti e logistica.

Tutti i lavoratori rientranti in questi settori, entro la fine del mese di luglio 2023, riceveranno in busta paga la quattordicesima.

Chi ha diritto alla quattordicesima sulla pensione?

I pensionati, con 64 anni di età e con un reddito complessivo individuale fino a 14.657,24 euro, hanno diritto ad un bonus aggiuntivo nel mese di Luglio, che non costituisce una rata in più sulla pensione. E’ riconosciuta la quattordicesima ai pensionati titolari di:

  • pensione di vecchiaia;
  • ex pensione di anzianità;
  • nuova pensione anticipata;
  • pensione di invalidità ordinaria (IO) e inabilità;
  • pensione ai superstiti.

Non spetta, ai pensionati percettori di invalidità civile, pensione sociale o assegno sociale, rendita inail o pensione di guerra.

Calcolo Quattordicesima 2023 importo

Per il calcolare la 14esima ai lavoratori dipendenti, si prenda come riferimento la retribuzione globale di fatto, cioè nei mesi in cui i dipendenti hanno lavorato per giorni pari o superiori a 15, ossia:

  • la retribuzione oraria o mensile,
  • le ferie,
  • le festività ed i permessi,
  • la malattia a carico del datore di lavoro,
  • l’infortunio,
  • il riposto per l’allattamento,

Sono esclusi dalla maturazione della quattordicesime mensilità, i seguenti elementi retribuitivi:

  • i rimborsi spese,
  • i compensi per lavoro straordinario a carattere occasionale,
  • le gratificazione straordinarie,
  • una tantum,
  • il servizio di leva ed il congedo parentale,
  • la malattia o l’infortunio oltre il periodo retributivo previsto dal contratto,
  • l’aspettativa,
  • gli assegni familiari,
  • gli elementi retributivi esclusi dall’imponibile contributivo a norme di legge.

Ad esempio, i lavoratori che hanno incominciato a lavorare continuamente dal 31 Maggio 2022, senza sospensione della cassa integrazione, riceveranno la 14° per intero (periodo dal 1 Luglio 2022 al 30 giugno 2023), ossia il doppio dello stipendio. Ad esempio, se prendiamo come riferimento una retribuzione lorda di 1537,63, a questa si sottrarrà:

  • l’importo dei contributi Inps del 9.19% (ora 8,39%), pari ad euro 141,34,
  • l’imposta lorda calcolata su 1396,29 (1537,63-141,34),
  • meno le ritenute irpef (327 euro), senza sottrarre nessuna detrazione per lavoro dipendente e familiari a carico.

L’importo netto della quattordicesima, sarà pari a 1069,29 euro netti.

Ai pensionati spetterà un importo della quattordicesima, a Luglio 2023, a partire da 336 euro e sino a 655 euro, in base agli anni di contributi versati ed al reddito complessivo individuale. I Pensionati possono richiedere anche gli arretrati, presentando all’Inps una domanda telematica di ricostituzione per motivi reddituali, per quattordicesima.

Consulenza del team di insindacabili.it
Per qualsiasi consulenza personalizzata sulla quattordicesima 2023, clicca sulla nostra area dedica di consulenza online.

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui