Revoca trattenuta sindacale sulla disoccupazione Naspi - Aggiornamento
Come eliminare la trattenuta Sindacale sulla Naspi - Guida Aggiornata

Articolo aggiornato il 11 Luglio 2024 da Nicola Di Masi

Cos’è la trattenuta sindacale sulla Naspi?

Se hai presentato la domanda di Disoccupazione Naspi, potresti trovarti a chiederti se sia possibile rimuovere la trattenuta sindacale sull’indennità.

La risposta è sì. Ogni cittadino ha il diritto di richiedere la rimozione della trattenuta sindacale sulla propria indennità di disoccupazione.

La trattenuta sindacale è un contributo che viene prelevato dall’importo della tua indennità di disoccupazione Naspi e destinato al sindacato di cui sei iscritto. Questo importo può variare e, in alcuni casi, arrivare fino a 13/15 euro al mese. Anche se la trattenuta sindacale è facoltativa, molti non ne sono consapevoli al momento della sottoscrizione.

In questo articolo, vedremo insieme come verificare l’importo della trattenuta e i passaggi necessari per eliminarla.

Perché eliminare la trattenuta sindacale sulla Naspi?

La decisione di eliminare la trattenuta sindacale può essere motivata da vari fattori:

  • Risparmio economico: ogni euro conta, specialmente quando si è disoccupati.
  • Autonomia: preferenza per una gestione indipendente delle proprie risorse.
  • Trasparenza: desiderio di sapere esattamente dove vanno a finire i propri soldi.

Come verificare la trattenuta sindacale sulla tua Naspi?

Per verificare se sulla tua indennità Naspi viene applicata una trattenuta sindacale, dovrai accedere al sito dell’INPS. Ecco come fare:

  1. Vai sul sito www.inps.it e accedi al tuo account con lo Spid, la Carta di identità elettronica o la carta nazionale dei servizi.
  2. Cerca “fascicolo previdenziale” e clicca sulla sezione dei pagamenti.
  3. Seleziona “Naspi nel dettaglio” e visualizza i dettagli dei pagamenti per verificare l’importo della trattenuta sindacale.

Nell’esempio seguente, il valore della trattenuta sindacale è di 7,02 euro, prelevato su ogni assegno Naspi.

Trattenuta sindacale
Trattenuta sindacale

Quali sono i passaggi per eliminare la trattenuta sindacale sulla Naspi?

1. Accedere al sito web dell’INPS

Il primo passo è accedere al sito dell’INPS. Assicurati di avere a portata di mano le tue credenziali INPS.

2. Verificare la trattenuta sindacale nel fascicolo previdenziale

Come descritto sopra, naviga nel fascicolo previdenziale per visualizzare l’importo della trattenuta sindacale.

3. Procedura dettagliata per revocare la trattenuta sindacale

  1. Dopo aver effettuato l’accesso, clicca su “Comunicazione Naspi – Com”.
  1. Premi su “Invio comunicazioni”.
Revoca trattenuta sindacale Naspi
Revoca trattenuta sindacale Naspi
  1. Visualizza i tuoi dati anagrafici e il numero di protocollo della domanda, quindi clicca su “Avanti”.
  2. Seleziona “Variazioni indirizzo o modalità di pagamento”.
Revoca trattenuta sindacale Naspi
Revoca trattenuta sindacale Naspi

3. Seleziona “Revoca”, inserisci la sigla sindacale e la confederazione che applica la trattenuta.

Revoca trattenuta sindacale Naspi
Revoca trattenuta sindacale Naspi

4. Clicca su “Conferma” per inviare correttamente la richiesta di rimozione della trattenuta sindacale.

    La trattenuta sindacale non sarà più applicata sulla tua indennità Naspi a partire dal pagamento successivo alla data di validazione dell’INPS. In genere, il processo richiede circa 1-2 mesi.

    Domande frequenti sulla trattenuta sindacale sulla Naspi

    1. È obbligatorio avere una trattenuta sindacale sulla Naspi? No, la trattenuta sindacale è facoltativa e può essere revocata in qualsiasi momento.

    2. Quanto tempo ci vuole per revocare la trattenuta sindacale? La revoca della trattenuta sindacale di solito richiede circa 1-2 mesi.

    3. Posso richiedere il rimborso delle trattenute già applicate? No, la revoca della trattenuta sindacale vale solo per i pagamenti futuri e non per quelli già effettuati.

    La rimozione della trattenuta sindacale sulla Naspi è una scelta personale che può portare a un risparmio significativo, soprattutto in periodi di disoccupazione.

    Assicurati di seguire attentamente i passaggi descritti per garantire che la tua richiesta venga processata correttamente. Se hai dubbi o difficoltà, non esitare a contattare l’INPS per ulteriori informazioni e assistenza.

    Consulenza online
    Se hai bisogno di una consulenza personalizzata, clicca sulla nostra area dedicata alla consulenza online.

    Vota questo articolo

    Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui