Congedo 2021 genitori dipendenti pubblici

L’Inps, con la circolare 63/2021, ha disciplinato il nuovo Congedo parentale Covid 2021 per i dipendenti pubblici e privati, ai fini dell’assistenza dei figli con un’età minore di 14 anni, conviventi e in DAD per tutta la durata della richiesta.

Il decreto Legge 30/2021, del Governo Draghi, ha previsto un nuovo congedo Covid 2021 per i lavoratori dipendenti, pagato al 50% della retribuzione, per i genitori con figli con Covid, in quarantena oppure per i figli in DAD.

Il congedo può essere usufruito, alternativamente, da entrambi genitori dipendenti (non anche, se uno solo dei due è in smart working) in giorni diversi ed è riconosciuta un’unica indennità, anche se in presenza di più figli. L’altro genitore non deve percepire, durante il periodo di congedo, di Naspi, Cassa integrazione, Dis-coll.

Congedo Covid 2021 dipendenti pubblici, quali requisiti?

Il messaggio Inps numero 1276 del 25 Marzo 2021 e la Circolare Inps n. 63/2021, hanno disciplinato il nuovo congedo Covid-19, per il periodo tra il 13 Marzo 2021 al 30 Giugno 2021, con il pagamento del 50% della retribuzione, per i genitori dipendenti pubblici e privati, nelle Regioni o province, dove sono:

  • state sospese le attività scolastiche dei figli conviventi, con un’età inferiore a 14 anni,
  • per i figli minori di 14 anni conviventi in quarantena o affetti da Sars Covid-19,
  • per i figli con disabilità grave accertata (articolo 4 comma 1 legge 104/92), anche non conviventi ed anche con un’età superiore a 14 anni ed iscritto a scuole di ogni ordine e grado o ospite in centri diurni assistenziali chiusi.

Per i figli con disabilità (nel verbale della 104/92 deve essere indicato articolo 4 comma 1), il genitore può usufruire del congedo, anche senza convivenza e se il figlio ha un’età superiore a 14 anni.

Congedo parentale Covid 2021 dipendenti pubblici: come presentare domanda?

I genitori dipendenti pubblici, a differenza di quelli privati, non devono presentare una domanda all’Inps, ma devono inviare una richiesta cartacea (prima dell’inizio del congedo), alla propria Amministrazione di riferimento, secondo le istruzioni dalla stessa richieste.

Nella domanda bisogna indicare i dati del figlio, la scuola di riferimento (se in DAD) o il motivo della richiesta e nell’oggetto scrivere: “Richiesta Congedo 2021 per genitori DL n. 30/2021 – art.2.”

Le retribuzioni erogate con il congedo retributivo sono imponibili:

  • come reddito di lavoro dipendente,
  • ai fini del trattamento pensionistico,
  • ai fini della Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali e della gestione ENPDEP.

Anche per i dipendenti pubblici, l’eventuale periodo di congedo parentale ai sensi degli artt. 32 e 33 del Dlgs 151/2001, goduti dal 1° Gennaio 2021 al 12 Marzo 2021, sono trasformati nel nuovo congedo previsto dal Decreto Draghi.

E’ importante avvisare l’amministrazione, per aumentare la percentuale di pagamento di questo ulteriore periodo.

Per leggere tutti i nostri ultimi articoli:

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui