Carta risparmio spesa è compatibile con l'assegno di inclusione?
La Carta dedicata a te da 460€ è compatibile con l'assegno di inclusione

Articolo aggiornato il 12 Giugno 2024 da Stefano Mastrangelo

Carta risparmio spesa è compatibile con l’ADI?

Quali sono i requisiti per ottenere la nuova Carta dedicata a Te dal mese di Luglio 2024? “Ho 67 anni e percepisco l’assegno di inclusione, ho diritto alla Carta risparmio spesa?”

La carta dedicata a te è una carta prepagata postale riconosciuta dal Governo Meloni per acquistare beni di prima necessità, carburante e temporaneamente abbonamenti per trasporti pubblici.

In questo articolo vediamo insieme chi ha diritto alla nuova Carta dedicata a te e la compatibilità con vari sussidi messi a disposizione dello Stato italiano. ​

Carta Dedicata a te 2024: a chi spetta?

La carta risparmio spesa 2024 è riservata a circa 1,5 milioni di persone residenti in Italia, in quanto i criteri per ottenere questa nuova carta prepagata sono rigorosi.

I requisiti principali per ottenerla senza presentare nessuna domanda sono i seguenti:

  1. iscrizione di tutti i membri del nucleo familiare nell’Anagrafe della Popolazione residente; ufficio anagrafe del Comune;
  2. possesso di un ISEE in corso di validità (isee 2024), senza errori o omissioni (Indicatore della situazione Economica Equivalente) pari o inferiore a 15.000 euro (risultante sull’attestazione ISEE);
  3. un nucleo familiare minimo di tre persone (come dichiarato sull’Isee).

La Carta dedicata a Te è incompatibile e non possono beneficiare di questo nuovo Bonus, i nuclei familiari nei quali vi siano componenti che percepiscono:

  • l’Assegno di inclusione e supporto formazione e lavoro, il nuovo sussidio previsto nel 2024 dal Governo italiano Meloni,
  • la Cassa integrazione,
  • l’Indennità di disoccupazione NASPI o DISCOLL,
  • i Fondi di solidarietà per l’integrazione del reddito,
  • l’Indennità di mobilità e qualsiasi altra forma di integrazione salariale erogata dallo Stato.

Anche per questa nuova ricarica non bisogna presentare nessuna domanda. Sarà l’Inps a trasmettere un elenco ai Comuni, con all’interno i protocolli degli Isee dei destinatari beneficiari. In seguito sarà il Comune ad inviare una comunicazione al domicilio dei cittadini, con le istruzioni per il ritiro della carta alla posta.

Ad oggi non sappiamo se la ricarica verrà automaticamente accreditata ai beneficiari della carta dedicata a te nell’anno 2023.

Quando arriva la ricarica 2024 della carta dedicata a te?

Il decreto attuativo del Ministero verrà pubblicato nel mese di Giugno 2024, con tutti i requisiti e le modalità per ottenere la nuova ricarica di 460 euro. In seguito nel mese di Luglio 2024, salvo ritardi, dovrebbe partire il pagamento delle ricariche.

Ricordiamo che le famiglie composte da almeno tre membri, soprattutto con bambini nati tra il 2005 e il 2009, con un valore ISEE più basso e segnalate dai servizi sociali locali come in situazione di effettiva necessità, avranno la priorità nella graduatoria.

Le carte prepagate potranno essere utilizzate per l’acquisto di beni alimentari di prima necessità presso i negozi che aderiscono all’iniziativa (è vietato l’acquisto di alcolici e di tabacco), per l’acquisto di abbonamenti per trasporti pubblici e per fare rifornimento al benzinaio.

Saldo online Carta dedicata a te: come controllare?

Dopo il decreto attuativo che definirà anche la data prevista della ricarica, i cittadini beneficiari potranno controllare il saldo residuo della carta dedicata a te e la lista dei movimenti, recandosi agli sportelli ATM postali con il Pin consegnato dalle poste.

In caso di furto o smarrimento bisogna contattare immediatamente il numero gratuito della carta dedicata a te: 800.210.170 dall’Italia oppure dall’Estero il numero +39.0645263322 a pagamento.

Attualmente non è prevista l’introduzione di un numero verde di telefono dedicato, per verificare il Saldo Carta prepagata. Vi terremo sempre aggiornati in caso di novità.

Consulenza Professionale dedicata
Per qualsiasi consulenza previdenziale e fiscale, puoi avvalerti dei nostri professionisti accedendo alla nostra area dedicata di consulenza online.

Leggi i nostri ultimi articoli online:

4.4/5 - (29 votes)

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui