Rdc: Nuove modalità di pagamento

Come cambia il pagamento del Reddito di cittadinanza? Dopo la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale del decreto del Ministero del lavoro, come funzionerà l’accredito del reddito di cittadinanza sulla carta prepagata?

Dal 1° Giugno 2021, cambiano le modalità di erogazione del reddito di cittadinanza. Infatti l’articolo 2 del decreto del Ministero del lavoro stabilisce che:

Il Reddito di  cittadinanza  può (quindi è una possibilità) essere erogato,  suddividendo l’importo spettante tra i componenti maggiorenni del nucleo familiare, nelle modalità di cui all’art.  3,  su  richiesta  presentata  nelle modalità di cui all’art. 4.

Chi può richiedere più carte reddito di cittadinanza?

All’articolo 4 del decreto, il Ministero del lavoro prevede, che il contributo economico Rdc (Quota A) può essere riconosciuto, ai diversi componenti familiari maggiorenni, garantendo a ciascuno, la quota pro-capite spettante.

Mentre la quota B del contributo dell’affitto o per il mutuo, è attribuito al titolare intestatario del contratto di affitto o del mutuo, o di comune accordo tra le parti cointestatarie. Se non c’è accordo tra le parti, lo stesso viene pagato al soggetto che ha presentato la domanda reddito di cittadinanza.

Come richiedere la suddivisione del Reddito di cittadinanza?

La domanda di suddivisione della ricarica del reddito di cittadinanza, può essere richiesta da un qualunque membro maggiorenne del nucleo familiare, anche al momento dell’invio della domanda Rdc, se l’ammontare della ricarica è superiore a 200 euro.

La suddivisione, non revocabile e valida per tutto il periodo di godimento, decorre dal primo mese di erogazione del Beneficio Rdc, nel caso di domanda contestuale alla richiesta del Reddito di cittadinanza e dal secondo mese successivo a quello nel quale è stata presentata la domanda di suddivisione, nel caso sia stata presentata in un  momento successivo.

L’Inps definirà con un’apposita circolare, i moduli e le modalità di trasmissione della domanda, per richiedere più carte reddito di cittadinanza.

Nel caso di rilascio di più benefici economici ripartiti tra più componenti maggiorenni, ogni mese è possibile prelevare:

  • 100 euro, per ciascuna carta Rdc singola, per i nuclei familiari composti da due componenti maggiorenni, indipendentemente dal numero di minorenni presenti,
  • 80 euro, per ciascuna carta Rdc per i nuclei con più di due componenti.

Per tutte le modalità operative, per richiedere la suddivisione e per conoscere la suddivisione tra i vari componenti familiari, bisognerà attendere una circolare dell’Inps.

Riferimenti normativi: Decreto 30 aprile 2021

Consulenza online degli esperti di insindacabili.it
Hai bisogno di una consulenza telefonica sul sussidio economico Reddito di cittadinanza 2021? Visita subito la nostra area dedicata di consulenza online.

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui