Articolo aggiornato il 8 Aprile 2022 da Stefano Mastrangelo

Rdc e Pdc decurtato, decaduto, nuovo importo 2022

Reddito e Pensione di cittadinanza taglio importi da Gennaio 2022? L’Inps con il messaggio numero 548 del 3 Febbraio 2022, ha confermato i tagli delle ricariche per l’anno 2022, a tutti coloro che percepiscono l’incremento al milione e le maggiorazioni sociali.

Una vera bastonata sino a 300 euro, per i beneficiari del reddito di cittadinanza, che hanno visto aumentare la pensione di invalidità civile totale, dal 20 Luglio 2020 e per i soggetti titolari di pensione di cittadinanza, con la pensione Inps, incrementata al milione.

Nel messaggio, l’Inps specifica, che a decorrere dalla rata di Gennaio 2022, per calcolare l’esatto importo del reddito e pensione di cittadinanza, verranno presi in considerazione tutti i trattamenti esenti di natura assistenziale, attualmente inclusi nella determinazione del reddito familiare, con la sola eccezione dei trattamenti per i quali non è prevista la prova dei mezzi.

Sospensione Rdc a febbraio 2022: chi non riceverà la ricarica Inps?

I percettori del reddito e pensione di cittadinanza sino a Gennaio 2022, sono obbligati ad aggiornare il modello Isee 2022, per ricevere le ricariche dal 25/26 del mese di Febbraio 2022.

Però non tutti riceveranno la ricarica nel mese di Febbraio 2022, in quanto bisogna controllare il mantenimento dei requisiti economici, considerando che, per il nuovo calcolo della ricarica Rdc e Pdc, si sommano i seguenti trattamenti percepiti dal nucleo familiare nell’anno in corso:

  • Carta acquisti ordinaria,
  • assegno di maternità dei Comuni,
  • Assegno per il nucleo familiare dei Comuni,
  • Pensione sociale ed assegno sociale,
  • prestazioni degli enti,
  • maggiorazioni dell’assegno sociale,
  • maggiorazione dell’aumento della pensione sociale,
  • maggiorazione sociale, (per i possessori di invalidità civile al 100%)
  • importo aggiuntivo previsto per le pensioni integrate al trattamento minimo,
  • quattordicesima mensilità.

Rdc decaduto a Febbraio 2022?

Quando bloccano il reddito di cittadinanza? Ancor più grave è la decadenza del Reddito e pensione di cittadinanza da Febbraio 2022, proprio per la variazione apportate con il messaggio Inps n. 548. Ad esempio, una delle motivazioni di revoca del reddito e pensione di cittadinanza, è il superamento della soglia di uno dei seguenti elementi:

  1. valore isee 2022 superiore a 9360 euro, (decurtando gli importi dei trattamenti erogati Inps nel 2020 del reddito e pensione di cittadinanza)
  2. il reddito familiare dell’anno 2020 è superiore ai limiti previsti dal decreto legge n. 4/2019, in base al numero dei componenti familiari, (scala di equivalenza)
  3. il valore superiore del patrimonio mobiliare o del patrimonio immobiliare, risultante sull’attestazione Isee 2022,
  4. discordanza del modello Isee 2022 e mancato aggiornamento entro due mesi dalla variazione, ad esempio, di un componente familiare. (diversa da nascita o decesso di un componente)

In questo caso, sul servizio online dell’Inps, nella lavorazione del mese di Febbraio 2022, risulterà un pollice, verso il basso, di colore rosso, nella sezione requisiti economici. Cliccando nel quadratino, risulterà la dicitura: Esito sopra la soglia.

In questo ultimo caso è importante verificare le condizioni per inviare immediatamente un modello Isee corrente 2022, in riferimento ai redditi ed al Rdc, Pdc o REM, percepito negli ultimi 2 o 12 mesi.

In seguito è opportuno verificare, se dopo la presentazione dell’Isee corrente, bisogna ripresentare una nuova domanda.

Reddito di cittadinanza aumento a febbraio 2022?

Il reddito di cittadinanza aumento Febbraio 2022? L’importo della ricarica Rdc e Pdc cambierà, in aumento o in diminuzione, solo se sono variati i redditi 2020, di tutti i componenti familiari, rispetto all’anno 2019.

I redditi non sono indicati sull’attestazione Isee, ma nel quadro Fc8 della dichiarazione sostitutiva unica Isee 2022, oppure sulla dichiarazione dei redditi di ogni componente familiare: 730/2021, Unico 2021, Cu 2021. L’importo potrebbe variare anche quando si è comunicato un reddito in corso, con il modello Rdc com o non si è speso tutto l’importo della ricarica nel mese successivo al pagamento.

Riferimenti normativi: Circolare dell’Inps n. 43 del 20 Marzo 2019, Circolare n. 10 del 5 Luglio 2019.

Consulenza online degli esperti di insindacabili.it
Hai bisogno di una consulenza telefonica sul sostegno economico Reddito di cittadinanza 2022? Visita subito la nostra area dedicata di consulenza online.

2 Commenti

  1. Salve, volevo se possibile qualche chiarimento in merito alla miaa situazione. Fino a gennaio 2022 e per tutto il 2021 ho percepito un rdc di 580 euro mensili con un nucleo familiare composto da me che sono disoccupata e non ho percepito altri redditi e da mio fiflio di 12 anni. A gennaio 2022 ho presentato il nuovo ISEE dove mi viene richiesto di comunicare i dati del padre del bambino, col quale non sono mai stata coniugata ne ci convivo (infatti lui ha residenza in comune diverso) questo per il calcolo dell’assegno unico. A marzo secondo i nuovi calcoli il mio RDC ammonta a 40 euro menssili. Quindi i redditi del papà di mio figlio incidono sul calcolo del mio RDC anche se io non ne usufruisco? E’ corretto il meccanismo di calcolo? Se è così rimango sconcertata. Grazie anticipatamente per la sua risposta
    Katia

    • E’ necessario controllare meglio la sua situazione. In quanto se il padre è non residente, si inseriscono i redditi in determinati casi.

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui