Articolo aggiornato il 27 Giugno 2022 da Nicola Di Masi

Bonus 200 euro: ecco i chiarimenti Ufficiali Inps

Bonus 200 euro quando viene erogato? Con la Circolare Inps numero 73 del 24 Giugno 2022, l’Inps ha chiarito tutti i dubbi su come ricevere il contributo economico, una sola volta, di 200 euro e quando arriveranno, per tutte le categorie dei lavoratori.

Quando viene erogato il bonus di 200 euro ai lavoratori dipendenti?

L’indennita economica una tantum di 200 euro, sarà erogata a tutti i lavoratori dipendenti e pubblici, con uno o più contratti di lavoro, se dal 1° Gennaio 2022 e fino al 23 Giugno 2022 (non più i primi 4 mesi dell’anno) hanno avuto diritto all’esonero contributivo dello 0.8%.

Il bonus di 200 euro sarà erogato in automatico sulla busta paga dei lavoratori dipendenti pubblici, senza presentare nessuna autodichiarazione, in quanto sarà gestito interamente dal sistema informatico del Ministero dell’economia e delle finanze.

Al contrario, i dipendenti privati, dovranno presentare ad un datore di lavoro, un modello di autocertificazione, rilasciato dal Consulente del lavoro dell’Azienda, in cui si dichiara di non essere titolare di altre prestazioni con diritto al bonus (come il reddito di cittadinanza o pensione)

Quando viene pagato il Bonus di 200 euro ai pensionati?

Come abbiamo visto, i pensionati riceveranno il pagamento dell’indennità di 200 euro, direttamente e senza inviare nessuna domanda all’Inps, sul cedolino paga di Luglio 2022.

Bonus 200 euro ai pensionati
Bonus 200 euro ai pensionati

Potranno beneficiare del bonus di 200 euro, anche i pensionati residenti in Italia alla data del 1° Luglio 2022, con decorrenza della propria prestazione: entro il 30 giugno 2022 e con un reddito inferiore a 35.000 euro, riferito all’anno 2021.

Quando arriva il bonus di 200 euro sulla Naspi, Dis-coll e Disoccupazione agricola?

Anche i disoccupati titolari dell’Indennità economica Naspi e Dis-coll, ai braccianti agricoli che hanno ricevuto la disoccupazione agricola nell’anno 2022 (con riferimento all’anno 2021) ed ai beneficiari delle indennità COVID-19, non dovranno presentare nessuna domanda. Il bonus di 200 euro, secondo la circolare Inps, sarà erogato nel mese di Ottobre 2022.

Quando verrà erogato il bonus di 200 euro ai beneficiari di Reddito di cittadinanza?

L’articolo 32 del decreto legge 50/2022 prevede l’erogazione del bonus di 200 euro, sulla ricarica di Luglio 2022, ai nuclei beneficiari del Reddito di cittadinanza (Rdc), senza presentare nessuna domanda.

L’Inps, aggiuge, che il riconoscimento dell’indennità di 200 euro, dipende dalla maturazione del diritto, alla percezione del Reddito di cittadinanza, nella mensilità di luglio 2022. Quindi molti beneficiari Rdc, che non percepiranno la ricarica nel mese di luglio (ad esempio per il mese di sospensione) non percepiranno, purtroppo, il bonus di 200 euro.

Bonus 200 euro chi dovrà presentare domanda all’Inps?

Solo alcune categorie di lavoratori dovranno presentare la domanda all’Inps per ottenere il Bonus di 200 euro sul servizio online Inps: punto d’accesso alle prestazioni non pensionistiche, con le credenziali INPS (SPID, CIE, CNS) oppure rivolgendosi ad un patronato di zona.

Dal 20 Giugno 2022 fino al 31 ottobre 2022, dovranno presentare l’istanza telematica all’Inps i seguenti lavoratori:

  • i titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa, con un contratto attivo alla data del 18 maggio 2022 e reddito derivante dai suddetti rapporti non superiore a 35.000 euro per il 2021,
  • gli stagionali, a tempo determinato e intermittenti con 50 giornate di lavoro effettivo nel 2021, da cui deriva un reddito non superiore a 35.000 euro, (tra questi sono ricompresi anche i lavoratori a tempo determinato del settore agricolo);
  • gli iscritti al Fondo Pensione Lavoratori dello Spettacolo con 50 contributi giornalieri nel 2021, da cui deriva un reddito non superiore a 35.000 euro;
  • gli autonomi occasionali privi di partita IVA, non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie, già titolari nel 2021 di contratti disciplinati dall’art.2222 del Codice civile, iscritti alla Gestione Separata alla data del 18 maggio 2022, che abbiano versato almeno un contributo mensile nel corso del 2021;
  • gli incaricati di vendite a domicilio, iscritti alla Gestione Separata alla data del 18 maggio 2022, che possano far valere per il 2021 un reddito superiore a 5.000 euro derivante da tale attività.

Anche i lavoratori domestici dal 20 giugno al 30 settembre 2022, dovranno presentare un’apposita domanda all’Inps per ricevere il bonus di 200 euro.

Per questi lavoratori l’erogazione del Bonus avverrà dopo l’istruttoria delle domande da parte dell’Inps.

Consulenza Online
Hai bisogno di una consulenza online dal Team di insindacabili? Visita adesso la nostra area dedicata.

Per tutti gli altri approfondimenti su fisco, previdenza e immigrazione, leggi i nostri ultimi articoli su indindacabili.it:

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui