Carta risparmio 2023 decreto attuattivo?

Carta risparmio spesa come richiederla? E’ stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale, il decreto attuativo che rende operativa la carta di risparmio spesa 2023 prevista dal Governo Meloni.

La carta di risparmio spesa 2023 è una carta ricaricabile che sarà attiva da Luglio 2023, per aiutare le famiglie in difficoltà economica per l’acquisto di alcuni beni alimentari di primissima necessità.

Vediamo insieme, in questo articolo, tutti i requisiti definitivi e come richiedere la carta di risparmio nel 2023.

Carta risparmio 2023 chi ne ha diritto e quanto dura?

I requisiti richiesti per ottenere la carta risparmio Meloni sono principalmente due:

  • l’iscrizione di tutti i componenti del nucleo familiare nell’Anagrafe della Popolazione Residente;
  • possedere un Isee (Indicatore della situazione Economica Equivalente) pari o non superiore ai 15.000 euro, senza errori o omissini, ed in corso di validità.

Le carte di risparmio spesa è riservata maggiormente alle famiglie:

  • con un valore Isee molto basso,
  • alle famiglie composte da almento 3 componenti, di cui uno nato entro il 31 dicembre 2009,
  • alle famiglie composte da almento 3 componenti, di cui uno nato entro il 31 dicembre 2005,
  • ai nuclei familiari con non meno di tre componenti.

L’importo della carta ricaricabile è pari a 382 euro per una sola volta, con la possibilità di essere eventualmente ricaricata nel caso di fondi residui dei Comuni. Nel decreto attuativo sono ripartite le carte in ordine decrescente della popolazione. Ad esempio al:

  • Comune di Roma saranno assegnate 30.721 carte,
  • al Comune di Milano saranno distribuite 14.866 card,
  • al Comune di Napoli saranno ripartite 31.307 carte,
  • al Comune di Torino saranno consegnate 9.347 carte,
  • al Comune di Palermo saranno riconosciute 20.309 carte.

Come richiedere la carta di risparmio spesa?

La carta spesa di 382,00 euro sarà riconosciuta dai Comuni di Residenza (in base ad una graduatoria), senza inviare nessuna domanda, dopo che l’Inps comunicherà agli stessi (entro la metà del mese di Giugno 2023), i beneficiari della carta prepagata.

Non potranno ottenere la carta risparmio spesa le famiglie che percepiscono:

  • il reddito di cittadinanza,
  • la cassa integrazione o l’indennità di mobilità,
  • l’indennità di disoccupazione NASPI o DISCOLL,
  • il reddito di inclusione delle diverse Regioni,
  • qualsiasi altra forma di sostegno erogata dallo Stato o dalle Regioni.

La carta dovrebbe essere rilascita da Luglio 2023 per acquistare alcuni beni alimentari:

• carni suine, bovine, avicole, ovine, caprine, cunicole
• pescato fresco
• latte e suoi derivati
• uova
• oli d’oliva e di semi
• prodotti della panetteria (sia ordinaria che fine), della pasticceria e della biscotteria
• paste alimentari
• riso, orzo, farro, avena, malto, mais e qualunque altro cereale
• farine di cereali
• ortaggi freschi, lavorati
• pomodori pelati e conserve di pomodori


• legumi
• semi e frutti oleosi
• frutta di qualunque tipologia
• alimenti per bambini e per la prima infanzia (incluso latte di formula)
• lieviti naturali
• miele naturale
• zuccheri
• cacao in polvere
• cioccolato
• acque minerali
• aceto di vino
• caffè, tè, camomilla

Per approfondire tutti gli aiuti messi a disposizione dello Stato italiano, leggi i nostri ultimi articoli su insindacabili.it:

2 Commenti

  1. Si sono la signora cotrone Anna Maria vi sto scrivendo per la carta risparmio spesa 382€ richiesta dall’ comune come posso fare per avere questa carta risparmio spesa devo fare qualche domanda da voi aspetto una vostra risposta grazie

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui