Come controllare il riesame della pensione APE sociale?

Hai presentato la domanda Ape social e Ti è stata respinta? Devi sapere che l’Inps sta riesaminando d’ufficio tutte le domande presentate per l’accesso ai requisiti alla Pensione Ape Social, a seguito di un chiarimento da parte del Ministero del lavoro, il quale ha chiarito che ci possono essere periodi di rioccupazione superiore a sei mesi, senza interrompere lo stato di disoccupazione.

Con il riesame potrebbero essere accettate 26.500 domande respinte, in un primo momento dall’Inps, e poi riviste dallo stesso Istituto.

Quali sono i requisiti per accedere all’Ape sociale?

L’ Ape social è riconosciuta in favore di particolari categorie di lavoratori, prima di tutto, residenti in Italia e che hanno raggiunto 63 anni di età ed una contribuzione minima di 30 anni di contributi. Gli stessi lavoratori devo trovarsi in condizioni di fragilità sociale al momento della presentazione della domanda ed in particolare in uno dei seguenti status:

  • disoccupati, che da tre mesi non percepiscono l’indennità di disoccupazione Naspi;
  • assistere al momento della richiesta e da almeno sei mesi, il coniuge o un parente di primo grado convivente (un figlio o un genitore) con handicap grave come riportato dal verbale rilasciato dalla commissione medica 104/92 (articolo 3, comma 3, legge 5 febbraio 1992, n. 104);
  • un’invalidità civile con un grado di invalidità pari o superiore al 74%, accertata dalla commissione medica invalidi civili;
  • sei anni in via continuativa di un lavoro particolarmente difficoltoso o rischioso.

Vuoi verificare il riesame della domanda Ape Social?

Se vuoi verificare lo stato del riesame, fatto in modo automatico da parte dell’Inps, devi cliccare sul sito www.inps.it.

Clicca sulla barra cerchi servizi, prestazioni, informazioni? ed all’interno scrivi Fascicolo previdenziale del cittadino e clicca su cerca.

www.inps.it

www.inps.it

Clicca sulla scheda prestazione fascicolo previdenziale del cittadino ed accedi al servizio. Inserisci il codice fiscale ed il tuo codice Pin online Inps dispositivo.

Fascicolo Previdenziale del cittadino

Fascicolo Previdenziale del cittadino

Entrerai nel Tuo Cassetto previdenziale cittadino. Nel menu’ a sinistra clicca su Prestazioni, Richieste presentate e clicca sul domus della domanda Ape sociale presentata telematicamente all’Inps, entro il 15 luglio 2017.

Richieste presentate

Richieste presentate

Nell’esempio vediamo che è stata presentata la domanda Ape social il 20 giugno 2017, la quale è stata respinta con la dicitura: DINIEGO RICONOSCIMENTO DIRITTO A PENSIONE. Il 10 novembre 2017, l’Inps ho proceduto d’ufficio al riesame della domanda Ape sociale.

Ape sociale Riesame

Ape sociale Riesame

Se lo stato della pratica è in trattazione in seguito a riesame, devi attendere l’esito tra qualche giorno.

In seguito se la domanda è stata ammessa, riceverai nella cassetta postale del Cassetto previdenziale del Cittadino, la comunicazione di accoglimento domanda con:

  • prima decorrenza utile in base alle coperture finanziarie;
  • Il riconoscimento delle condizioni con differimento della decorrenza dell’Apre sociale in ragione dell’insufficiente copertura finanziaria.

Dopo l’accertamento del requisito, per ricevere la pensione mensile, devi procedere alla domanda telematica Ape Social.

Valuta l'articolo
[Totali: 1 Media: 5]

Posted by Nicola Di Masi

Nicola Di Masi, ideatore e creatore di contenuti per il sito insindacabili.it. Abilitato Consulente del Lavoro e responsabile Caf da Maggio 2008 a tutt'oggi. Ha lavorato come Consulente del Lavoro, come operatore di Patronato e ha coordinato le attività formative di un Organismo Formativo Accreditato.

2 Comments

  1. Salve,

    volevo sapere una cosa:
    se sono disoccupato e da 3 mesi non percepisco ammortizzatori sociali, ma ho svolto precedentemente attività gravose, valgono i 30 di contributi in quanto sono disoccupato o 36 anni?

    Grazie
    Sdrello

    Rispondi

    1. Buongiorno, bisogna vedere quale lavoro gravoso si tratti. Ci può scrivere da lunedì con una email su previdenza@insindacabili.it o con un messaggio provato su facebook. Saluti.

      Rispondi

Invia il tuo Commento