Come ottenere il Cud 2019 se il datore di lavoro non rilascia

Se il datore di lavoro non rilascia il Cu 2019, cosa possiamo fare? Entro il 31 Marzo 2019 o con la busta paga di Marzo 2019, i datori di lavoro devono rilasciare a tutti di lavoratori, che hanno prestato un’attività lavorativa nell’anno 2018, il modello Cu 2019. Anche ai lavoratori che hanno cessato l’attività lavorativa, deve essere consegnato la certificazione unica dei redditi, anche per un solo giorno. Vediamo insieme cosa fare nel caso in cui l’azienda non ti corrisponde il Cud 2019.

Che cos’è il Cu 2019?

La certificazione unica 2019 o modello Cu 2019, è un documento che certifica i redditi dell’anno 2018. E’ una certificazione fondamentale per l’elaborazione del modello 730 2019, che deve essere inviato entro e non oltre il 23 Luglio 2019. Nel Cud 2019 è indicato il reddito imponibile irpef dell’anno 2018, le ritenute fiscali pagate (ritenute irpef, addizionale regionale e comunale irpef), il bonus di 960 euro erogato o non erogato e le detrazioni fiscali applicate sulla busta paga nell’anno 2018.

E’ obbligatorio consegnare i Cud 2019, anche a quei lavoratori, che hanno terminato l’attività lavorativa e non sono più alle dipendenze dell’ex datore di lavoro. Quindi non basta scaricare il Cu dal 730 precompilato, come consigliato da alcuni consulenti, per compilare correttamente il 730 o l’ex modello Unico, ma è importante aver la copia per intero.

Come ottenere il Cud 2019?

La certificazione unica 2019 viene rilasciata nella maggior parte dei casi, dal datore di lavoro o dal committente. Per i disoccupati che hanno ricevuto prestazioni a sostegno del reddito dall’Inps, devono scaricare direttamente il Cu 2019, dal sito dell’Istituto, seguendo i passi del nostro video:

Se il datore di lavoro non ti consegna il CU 2019 entro la fine di Aprile 2019, ti consigliamo di richiederlo attraverso un sollecito per iscritto:

  • tramite pec (posta elettronica certificata), all’indirizzo pec del datore di lavoro,
  • con raccomanda con ricevuta di ritorno,

diffidando il datore di lavoro a provvedere entro pochi giorni, alla consegna del modello Cu 2019.

Nella lettera di diffida indica i tuoi dati anagrafici, i dati del rapporto di lavoro prestato nell’anno 2018 e le modalità di consegna del Cud 2019. Il datore di lavoro che non rilascia il Cu 2019, entro i termini previsti, è sanzionato dal Fisco con una sanzione da 258 euro a 2065 euro.

Nel caso in cui non ricevi il Cud 2019, entro i termini che hai indicato nella lettera, provvedi a denunciare l’azienda, all’Agenzia delle Entrate o alla Guardia di Finanza.

In tutti i casi, i dati del Cud puoi già trovarli nel 730 o modello ex Unico precompilato, anche se molte volte quando ci sono più Cud, il sistema non attribuisce ad ogni rapporto di lavoro, il numero dei giorni di detrazione, correttamente.

Chi rilascia il Cu 2019?

La certificazione unica dei redditi 2019 deve essere rilasciata entro il 31 Marzo 2019:

  • dai datori di lavoro con cui è svolto una prestazione lavorativa dal 1° gennaio 2018 al 31 Dicembre 2018, anche per una solo giorno.

Mentre, i pensionati, i dipendenti pubblici, gli infortunati con indennizzo dall’Inail nell’anno 2018 ed i disoccupati, con prestazioni a sostegno del reddito dall’Inps (come la Naspi, la Cig, la mobilità), devono scaricare (non inviano più nulla a domicilio) il Cu 2019:

  • dall’Inps
  • da Noipa, per i dipendenti delle Amministrazioni pubbliche,
  • dall’Inail,

Consulenza Team di insindacabili.it

Per qualsiasi consulenza personalizzata sul Cud 2019, puoi accedere al nostra pagina dedicata di consulenza online.

Valuta l'articolo
[Totali: 3 Media: 5]

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui