Come presentare la dichiarazione Inps per invalidi?

Agli inizi del mese di settembre 2017, gli invalidi civili ed i percettori di assegni sociali, hanno ricevuto una comunicazione dall’Inps per dichiarare con il modello ICLAV (per gli invalidi civili) il modello ACC.AS/PS (pensionati con assegno o pensione sociale) ed il modello ICRIC (per chi usufruisce dell’indennittà di accompagnamento) lo svolgimento di attività lavorativa, la residenza effettiva in Italia ed un’eventuale ricovero gratuito.

I modelli ICLAV, ICRIC, ACC. AS/PS?

Il modello ICLAV è il modello dichiarativo per i pensionati invalidi civili, ossia per i percettori sino a 65 anni, di un’indennità Inps non superiore ad euro 282,55. Tali pensionati con gravi patologie devo dichiarare annualmente all’Inps di non prestare attività lavorativa e nel caso di svolgimento di un’attività lavorativa, non devo superare determinati limiti di reddito previsti dalla legge.

Nel 2018 l’assegno per gli invalidi civili è pari a 282,55 euro e per chi svolge un’attività lavorativa non deve superare un reddito lordo di:

  • euro 4853,29 nel caso di invalidi civili parziali, con una percentuale tra 74% e 99%;
  • euro 16.664,36 nel caso di invalidi totali, ossia con un’inabilità al 100%.

Il modello ICRIC, invece, è un modello utilizzato per la dichiarazione di non ricovero per chi usufruisce dell’indennità di accompagnamento Inps. Per l’indennità di accompagnamento non ci sono limiti di reddito, però in caso di ricovero gratuito, il pensionato deve dichiarare ogni anno gli eventuali periodi.

I pensionati che non hanno raggiunto i minimi contributi per la pensione di vecchiaia e di anzianità e sono titolari di assegno sociale e pensione sociale, devo dichiarare all’Inps con il modello ACC. AS/PS, che risiedono stabilmente in Italia, gli eventuali spostamenti fuori dal territorio italiano e la condizione di ricovero gratuito.

Tali modelli si differenziamo dal modello RED, con il quale il pensionato dichiara i redditi percepiti in Italia ed all’estero.

Come scaricare l’accertamento dei requisti per le prestazioni assistenziali?

Se non ricevi la lettera per l’accertamento dei requisiti per le prestazioni assistenziali, invalidità civile, accompagnamento ed assegni sociali, Ti consigliamo di verificare annualmente entro e non oltre il 31 Gennaio di ogni anno se nella Tua cassetta postale c’è una comunicazione denominata BUSTONE. Per controllare e scaricare la lettera con la stringa, devi essere in possesso del codice Pin Inps e cliccare sul servizio cassetta postale online Inps al seguente link. Inserisci il Tuo codice fiscale ed il Tuo codice Pin Inps e visualizzare gli ultimi documenti.

dichiarazione Inps

dichiarazione Inps

Scadenza 15 Febbraio 2018 

La dichiarazione Inps di responsabilità per i titolari di prestazioni assistenziali scade il 15 febbraio 2018 e la mancata presentazione dei modelli elencati in precedenza, determina per legge l’immediata verifica delle condizioni richieste per il mantenimento della prestazione erogata. Quindi accertati che tutto sia in regola, perché l’Inps potrebbe sospenderti la pensione e ricontrollare tutti i requisiti. Riportiamo quanto scritto nella lettera di accertamento Inps: ” La informiamo che per consentire all’Inps di accettarne la permanenza di requisiti necessari per il pagamento della seguente prestazione, dovrà inviare entro il 15 febbraio, una dichiarazione di responsabilità relativa allo svolgimento di attività lavorativa. Le ricordiamo che la legge prevede l’obbligo di restituzione delle somme indebitamente percepite in caso di omessa o incompleta segnalazione da parte del pensionato di fatti incidenti sul diritto o sulla misura della prestazione“.

Potrebbe interessarti anche  Modello Anf 42 Inps 2018

Come presentare la dichiarazione di responsabilità?

La dichiarazione Inps di responsabilità per i titolari di prestazioni di invalidità, accompagnamento e pensioni sociali può essere presentata:

  • da un centro di assistenza fiscale o da un professionista abilitato che Ti forniranno assistenza gratuita e trasmetteranno i dati direttamente agli uffici Inps. Consegna la lettera ricevuta al Caf per poter presentare la domanda, o in alternativa, il centro di assistenza fiscale farà una ricerca sulla Tua posizione.
  • tramite il codice Pin dispositivo o con lo Spid ed accedendo al servizio online dell’Inps: Invio delle dichiarazioni di responsabilità (ICRIC/ICLAV/ACC AS-PS)
dichiarazione Inps

dichiarazione Inps

Dichiarazione di disabili intellettivi o psichiatrici

In caso di disabilità intellettiva o psichica ed in assenza di un tutore, non va resa alcuna dichiarazione. Deve essere consegnato agli uffici Inps un certificato medico recante l’indicazione delle patologie, con documento d’identità dell’invalido e la lettera ricevuta dall’Inps

Consulenza online del Team di insindacabili.it

Per qualsiasi problematica Inps, puoi avvalerTi dei nostri servizi professionali, accedendo all’area dedicata consulenza online.

 

Valuta l'articolo
[Totali: 5 Media: 3]

Posted by Nicola Di Masi

Nicola Di Masi, ideatore e creatore di contenuti per il sito insindacabili.it. Abilitato Consulente del Lavoro e responsabile Caf da Maggio 2008 a tutt'oggi. Ha lavorato come Consulente del Lavoro, come operatore di Patronato e ha coordinato le attività formative di un Organismo Formativo Accreditato.

Invia il tuo Commento