Articolo aggiornato il 3 Novembre 2022 da Stefano Mastrangelo

Come funziona il bonus occhiali del Ministero della Salute?

Come richiedere il Bonus occhiali di 50 euro? La legge finanziaria del 2021 aveva previsto un bonus di 50 euro, come voucher o rimborso, per aiutare le famiglie nell’acquisto di occhiali da vista o lenti a contatto correttive.

Dopo un anno, dall’approvazione della normativa, il Garante della privacy, ha approvato lo schema del decreto del Ministero della salute, che prevede il riconoscimento di una tantum di 50 euro.

Bonus occhiali Ministero della salute: Requisiti

Per ottenere il bonus occhiali di 50 euro, bisogna prevedere o aver già provveduto, all’acquisto di soli occhiali da vista o lenti da contatto correttive. Quindi si potrà richiedere un voucher prima di sostenere la spesa o farsi rimborsare dal Ministero, dimostrando la fattura degli occhiali.

Il richiedente deve essere in possesso di un ISEE: inferiore a 10.000 euro. Quindi tutti coloro, che vorranno richiedere il bonus di 50 euro, dovranno già essere in possesso di un Isee ordinario o corrente, in corso di validità, senza errori e omissioni.

Per controllare il valore Isee, basta richiedere al CAF una copia dell’Attestazione Isee e visualizzare il suo importo nella colonna ISEE Ordinario. Nel seguente esempio il valore Isee di questo nucleo familaire è pari a 2808,80 euro.

Valore Isee

Come richiedere il Bonus occhiali di 50 euro?

Il bonus occhiali di 50 euro si potrà richiedere tramite un’applicazione web che sarà resa disponibile sul sito del Ministero della Salute, accessibile tramite le credenziali del cittadino: Spid, carta di identità elettronica oppure la carta nazionale dei servizi. Il bonus si potrà richiedere per gli acquisti effettuati dal 1° Gennaio 2021 al 31 Dicembre 2023.

Quindi si potrà richiedere prima dell’acquisto, un voucher (sino al 31 dicembre 2023) da presentare all’Ottico di fiducia o si richiederà un rimborso, sul proprio conto corrente, per la spesa già sostenuta.

Sarà l’Inps a controllare il requisito dell’ISEE ed in seguito al rimborso, la piattaforma web comunicherà all’Agenzia delle entrate, l’importo ricevuto. Per questo bisognerà stare molto attenti a quei contribuenti, che hanno già detratto (per la sola quota di 50 euro) la fattura degli occhiali o delle lenti nell’anno 2021.

Per tutti gli approfondimenti su Fisco e previdenza, leggi i nostri ultimi articoli su insindacabili.it:

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui