Concorsi pubblici non scaduti 2019: quali sono i concorsi dei Ministeri attivi a fine 2019?

Quali sono i concorsi pubblici non scaduti 2019? Il posto pubblico, soprattutto a tempo indeterminato, è diventato il sogno di diversi italiani in possesso del solo diploma o dei nuovi neolaureati, che non vogliono essere impiegati dal mercato di lavoro del settore privato. In questo articolo pubblicheremo gli ultimi concorsi interministeriali pubblicati in Gazzetta ufficiale.

Concorsi attivi Pubblici non scaduti 2019: quali sono?

I concorsi attivi dei Ministeri a cui si possono presentare le domande di candidatura sono:

  • il Concorso pubblico Ministero per i beni e le attività culturali, per esami, per il reclutamento di n. 1.052 unità di personale non dirigenziale a tempo indeterminato, da inquadrare nella II Area, posizione economica F2, profilo professionale di Assistente alla fruizione, accoglienza e vigilanza del Ministero per i beni e le attività culturali;
  • Concorso pubblico presso il Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, per titoli ed esami, per il reclutamento di complessive n. 251 unità di personale non dirigenziale a tempo indeterminato da inquadrare nell’Area III, posizione economica F1, presso il Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare;
  • il Concorso pubblico Ministero del lavoro e delle politiche sociali, per titoli ed esami, per il reclutamento di complessive n. 1.514 unità di personale non dirigenziale, a tempo indeterminato, da inquadrare: nell’Area III, posizione economica F1, profilo professionale di Ispettore del lavoro presso l’INL; nell’Area III, posizione economica F1, profilo professionale di Funzionario area amministrativa giuridico contenzioso, presso l’INL; nell’Area C, posizione economica C1, profilo professionale Amministrativo, presso l’INAIL; nell’Area III, posizione economica F1, profilo professionale di Funzionario area amministrativa giuridico contenzioso, presso il MLPS.

Concorso pubblico Ministero per i beni e le attività culturali

Per l’ammissione al concorso sono richiesti i seguenti requisiti, che devono essere posseduti alla data di scadenza dei termini di presentazione della domanda di partecipazione nonché al momento dell’assunzione in servizio:
a) essere cittadini italiani o di altro Stato membro dell’Unione europea e i loro familiari non aventi la cittadinanza di uno Stato membro che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente nonché cittadini di Paesi terzi che siano titolari del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o che siano titolari dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria, ai sensi dell’articolo 38 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165.
Per i soggetti di cui all’articolo 38 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 essere in possesso dei requisiti, ove compatibili, di cui all’articolo 3 del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 7 febbraio 1994, n.174;
b) avere un’età non inferiore a 18 anni;
c) essere in possesso di un diploma di scuola secondaria di secondo grado.

Quindi questo concorso pubblico è riservato ai diplomati di una scuola secondaria di secondo grado. La domanda di partecipazione scade alle 23.59 del 23 Settembre 2019.

Concorso pubblico presso il Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare

Per l’ammissione al concorso sono richiesti i seguenti requisiti, che devono essere posseduti alla data di scadenza dei termini di presentazione della domanda di partecipazione nonché al momento dell’assunzione in servizio:
a. essere cittadini italiani o di altro Stato membro dell’Unione europea e i loro familiari non aventi la cittadinanza di uno Stato membro, che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, o cittadini di Paesi terzi che siano titolari del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o che siano titolari dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria, ai sensi dell’articolo 38 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165. Per i soggetti di cui all’articolo 38 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 essere in possesso dei requisiti, ove compatibili, di cui all’articolo 3 del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 7 febbraio 1994, n.174;
b. avere un’età non inferiore a diciotto anni;
c. essere in possesso di uno dei titoli di studio di seguito indicati, con riferimento al singolo profilo:

  • Cod. ING/MATTM (ingegneria per l’ambiente e il territorio)
    Laurea (L) in: L-7 Ingegneria civile e ambientale, L-8 Ingegneria dell’informazione, L-9
    Ingegneria industriale, L-21 Scienze della pianificazione territoriale, urbanistica,
    paesaggistica e ambientale, L-30 Scienze e tecnologie fisiche, L-27 Scienze e tecnologie
    chimiche o titoli equiparati secondo la normativa vigente;
    Laurea Magistrale (LM) in LM-22 Ingegneria chimica, LM-23 Ingegneria civile, LM-24
    Ingegneria dei sistemi edilizi, LM-26 Ingegneria della sicurezza, LM-30 Ingegneria
    energetica e nucleare, LM-31 Ingegneria gestionale, LM-32 Ingegneria informatica, LM-35, Ingegneria per l’ambiente e il territorio, LM-17 Fisica, LM-54 Chimica o titoli equiparati ed equipollenti ai titoli equiparati secondo la normativa vigente.
  • Cod. ECO/MATTM (economia e fiscalità ambientale)
    Laurea (L) in: L-18 Scienze dell’economia e della gestione aziendale, L-32 Scienze e
    tecnologie per l’ambiente e la natura, L-33 Scienze economiche o titoli equiparati secondo la normativa vigente; Laurea Magistrale (LM) in LM-56 Scienze dell’economia, LM-76 Scienze economiche per
    l’ambiente e la cultura o titoli equiparati ed equipollenti ai titoli equiparati secondo la
    normativa vigente.
  • Cod. ARC/MATTM (pianificazione territoriale e paesaggio)
    Laurea (L) in: L-17 Scienze dell’architettura, L-23 Scienze e tecniche dell’edilizia, L-21
    Scienze della pianificazione territoriale, urbanistica, paesaggistica e ambientale o titoli
    equiparati secondo la normativa vigente;
    Laurea Magistrale (LM) in LM-3 Architettura del paesaggio, LM-4 Architettura e
    ingegneria edile-architettura, LM-48 Pianificazione territoriale, urbanistica e ambientale, o titoli equiparati ed equipollenti ai titoli equiparati secondo la normativa vigente.
  • Cod. BIO/MATTM (scienze biologiche)
    Laurea (L) in: L-13 Scienze biologiche, L-2 Biotecnologie o titoli equiparati secondo la
    normativa vigente; Laurea Magistrale (LM) in LM-6 Biologia, LM-60 Scienze della natura o titoli equiparati ed equipollenti ai titoli equiparati secondo la normativa vigente.
  • Cod. CHI/MATTM (scienze chimiche)
    Laurea (L) in: L-27 Scienze e tecnologie chimiche o titoli equiparati secondo la normativa
    vigente; Laurea Magistrale (LM) in LM-54 Scienze chimiche o titoli equiparati ed equipollenti ai titoli equiparati secondo la normativa vigente;
  • Cod. GEO/MATTM (scienze geologiche e geofisiche)
    Laurea (L) in: L-34 Scienze geologiche, L-30 Scienze e tecnologie fisiche, L-6 Geografia o
    titoli equiparati secondo la normativa vigente; Laurea Magistrale (LM) in LM-74 Scienze e tecnologie geologiche, LM-79 Scienze geofisiche, LM-17 Fisica, LM-80 Scienze geografiche o titoli equiparati ed equipollenti ai titoli equiparati secondo la normativa vigente.
  • Cod. NAT/MATTM (scienze naturali, ambientali, agrarie e forestali)
    Laurea (L) in: L-32 Scienze e tecnologie per l’ambiente e la natura, L-25 Scienze e
    tecnologie agrarie e forestali, L-2 Biotecnologie o titoli equiparati secondo la normativa
    vigente; Laurea Magistrale (LM) in LM-60 Scienze della natura, LM-75 Scienze e tecnologie per l’ambiente e il territorio, LM-73 Scienze e tecnologie forestali ed ambientali, LM-69 Scienze e tecnologie agrarie, LM-7 Biotecnologie agrarie o titoli equiparati ed equipollenti ai titoli equiparati secondo la normativa vigente.
  • Cod. INF/MATTM (scienze statistiche, informatica, società dell’informazione)
    Laurea (L) in: L-41 Statistica, L-8 Ingegneria dell’informazione, L-31 Scienze e tecnologie
    informatiche o titoli equiparati secondo la normativa vigente; Laurea Magistrale (LM) in LM-82 Scienze statistiche, LM-18 Informatica, LM-66 Sicurezza informatica, LM-91 Tecniche e metodi per la società dell’informazione o titoli equiparati ed equipollenti ai titoli equiparati secondo la normativa vigente.

La domanda di candidatura scade alle 23.59 del 23 Settembre 2019.

Concorso pubblico Ministero del lavoro e delle politiche sociali

Il concorso prevede l’inserimento lavorativo di due profili:

  1. Profilo di Ispettore del lavoro,
  2. Profilo professionale amministrativo/Funzionario area amministrativa giuridico contenzioso

1. Per l’ammissione al concorso del Profilo di Ispettore del lavoro, sono richiesti i seguenti requisiti che devono essere posseduti alla data di scadenza dei termini di presentazione della domanda di partecipazione, nonché al momento dell’assunzione in servizio:
a. cittadinanza italiana;
b. età non inferiore a diciotto anni;
c. possesso di uno dei titoli di studio di seguito indicati:
– Lauree Magistrali (LM) in: LMG/01 Giurisprudenza; LM-63 Scienze delle pubbliche
amministrazioni o titoli equiparati ed equipollenti secondo la normativa vigente.
Lauree specialistiche (LS) in: 22/S Giurisprudenza; 102/S Teoria e tecniche della
normazione e dell’informazione giuridica o titoli equiparati ed equipollenti secondo la
normativa vigente.
Diploma di laurea (DL) in: Giurisprudenza o titoli equiparati ed equipollenti secondo la
normativa vigente.
Laurea (L) in: L-14 Scienze dei servizi giuridici, L-16 Scienze dell’Amministrazione e
dell’organizzazione, L-36 Scienze politiche e delle relazioni internazionali o titoli equiparati
secondo la normativa vigente.

2. Per l’ammissione al concorso del Profilo professionale amministrativo/Funzionario area amministrativa giuridico contenzioso, sono richiesti i seguenti requisiti che devono essere posseduti alla data di scadenza dei termini di presentazione della domanda di partecipazione, nonché al momento dell’assunzione in servizio:
a. cittadinanza italiana ovvero cittadinanza di altro Stato membro dell’Unione europea. Sono ammessi altresì i familiari di cittadini italiani o di un altro Stato membro dell’Unione
europea, che non abbiano la cittadinanza di uno Stato membro, ma che siano titolari del
diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, nonché i cittadini di Paesi terzi
titolari del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o titolari dello status
di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria, ai sensi dell’articolo 38 del decreto
legislativo 30 marzo 2001, n. 165.
Per i soggetti di cui all’articolo 38 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 essere in
possesso dei requisiti, ove compatibili, di cui all’articolo 3 del decreto del Presidente del
Consiglio dei ministri 7 febbraio 1994, n. 174;
b. età non inferiore a diciotto anni;
c. essere in possesso di uno dei titoli di studio di seguito indicati:
Profilo c1: per le 131 unità di Funzionario area amministrativa giuridico contenzioso da inquadrare nei ruoli dell’Ispettorato nazionale del lavoro, di cui n. 13 riservati al personale di ruolo, e le 57 unità da inquadrare nei ruoli del Ministero del lavoro e delle politiche sociali, di cui n. 6 riservati al personale di ruolo:
d. Lauree Magistrali (LM) in: LMG/01 Giurisprudenza; LM-63 Scienze delle pubbliche
amministrazioni; LM-62 Scienze della politica o titoli equiparati ed equipollenti
secondo la normativa vigente.
e. Lauree specialistiche (LS) in: 22/S Giurisprudenza; 102/S Teoria e tecniche della
normazione e dell’informazione giuridica; 71/S Scienze delle Pubbliche
amministrazioni; 70/S Scienza della Politica o titoli equiparati ed equipollenti secondo
la normativa vigente.
f. Diploma di laurea (DL) in: Giurisprudenza o titoli equiparati ed equipollenti secondo
Classi di Laurea (L) in: L14 Scienze dei servizi giuridici, L16 Scienze
dell’Amministrazione e dell’organizzazione, L36 Scienze politiche e delle relazioni
internazionali o titoli equiparati secondo la normativa vigente.
Profilo C2: per le 635 unità di Profilo professionale amministrativo da inquadrare dei ruoli dell’Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro, di cui n. 127 riservati al personale di ruolo: Laurea (L), Diploma di laurea (DL), Laurea
specialistica (LS), Laurea magistrale (LM).

La domanda di partecipazione scade alle 23.59 il giorno 11 Ottobre 2019.

Per presentare la domanda di candidatura è importante leggere attentamente il bando di concorso di proprio interesse e compilare il form online sul portale: Step One 2019.

Valuta l'articolo
[Totali: 3 Media: 5]

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui