Concorso Agenzia delle Entrate: 650 posti nel 2018

Pubblicato nella gazzetta ufficiale della Repubblica Italiana del 17 aprile del 2018, il concorso dell’agenzia delle entrate per entrare negli uffici del fisco. Sul sito dell’Agenzia delle Entrate al seguente link sono stati pubblicati i 4 bandi per:

  • 510 posti a tempo indeterminato per attività di tipo amministrativo e tributaria;
  • 118 funzionari tecnici, da assumere con contratto a tempo indeterminato;
  • 2 funzionari da destinare agli uffici dell’Agenzia delle Entrate della Valle d’Aosta;
  • 20 esperti da assumere a tempo indeterminato per l’attività di analisi statistiche ed economiche.

Concorso Agenzia delle Entrate 2018 per 510 funzionari

Il primo bando di concorso pubblicato dall’Agenzia delle Entrate è riservato a i 510 unità per la terza area funzionale, con fascia retributiva F1 e profilo professionale per attività amministrativo-tributaria. I posti sono stati così ripartiti tra le regioni:

  • n. 60 posti per l’Emilia Romagna;
  • n. 20 per il Friuli Venezia Giulia
  • n. 30 per la regione Lazio;
  • 30 posti per la Liguria;
  • 115 per la Lombardia;
  • n. 15 posti per le Marche;
  • 60 posti di lavoro per il Piemonte;
  • 15 per la Provincia Autonoma di Bolzano;
  • 15 per la Provincia Autonoma di Trento;
  • n. 60 posti per la regione Toscana;
  • 20 posti per l’Umbria;
  • n. 10 per la Valle d’Aosta;
  • 60 posti per il Veneto.

Concorso Agenzia delle Entrate 2018: requisiti

Tutti i partecipanti al concorso dell’Agenzia delle Entrate devono essere in possesso dei requisti previsti dallo stesso bando:

  • cittadinanza italiana;
  • assolvimento degli obblighi militari;
  • godimento dei diritti politici e civili;
  • idoneità fisica per il ruolo da ricoprire;
  • non aver condanne penali.

Sono esclusi dal bando di concorso tutti coloro:

  • che sono stati interdetti dai pubblici uffici,
  • coloro che sono stati destituiti o dispensati ovvero licenziati dall’impiego presso una pubblica amministrazione;
  • i partecipanti che sono stati dichiarati decaduti da un impiego statale a seguito dell’accertamento che l’impiego stesso è stato conseguito mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabili.
Potrebbe interessarti anche  Rottamazione ter 2018: come aderire, domanda, scadenza

Quale titolo devo avere per partecipare al concorso dell’Agenzia delle Entrate?

Differenti sono i titoli di accesso per concorrere al concorso dell’Agenzia delle Entrate 2018. Per chi è interessato al bando dei 510 funzionari. deve possedere il diploma di laurea in:

  • giurisprudenza, scienze politiche, economia e commercio o diplomi di laurea equipollenti per legge, conseguiti presso un’università o altro istituto
    universitario statale o legalmente riconosciuto, o i corrispondenti titoli di studio di I livello, denominati laurea (L), previsti dall’art. 3 del regolamento adottato dal Ministro dell’Università, dell’Istruzione e della Ricerca con decreto del 22 ottobre 2004, n. 270;
  • possono partecipare anche coloro che sono in possesso di titolo di studio conseguito all’estero, o di titolo estero conseguito in Italia, riconosciuto equipollente ai fini della partecipazione ai pubblici concorsi.

Coloro che vogliono partecipare al concorso del fisco per 118 funzionari e 2 funzionari tecnici, devono essere in possesso di laura triennale in ingegneria o architettura oppure di laurea specialistica o laurea magistrale equiparata.

Per i 20 funzionari esperti nelle analisi statistiche ed economiche è indispensabile la laurea triennale oppure la laurea magistrale in economia e commercio, matematica, fisica e statistica.

Come posso partecipare al concorso dell’Agenzia delle Entrate?

E’ possibile presentare la domanda di partecipazione al concorso dell’agenzia delle entrate solo ed esclusivamente in via telematica, tramite il sito dell’Agenzia delle Entrate. Il canale telematico delle domande è aperto sino alle ore 23.59 del 17 maggio 2018. Quindi bisognerà candidarsi entro e non oltre questa data e orario.

Le date degli esami saranno pubblicate sul sito, nella sezione concorsi e le prove sono di natura attitudinale e tecnico-professionale, con questionario a risposta multipla.

Chi vince il mega concorso del fisco, sarà assunto a tempo full time ed indeterminato con fascia retributiva F1, dopo lo svolgimento di un tirocinio teorico-pratico.

Valuta l'articolo
[Totali: 2 Media: 4.5]

Posted by Nicola Di Masi

Nicola Di Masi, ideatore e creatore di contenuti per il sito insindacabili.it. Abilitato Consulente del Lavoro e responsabile Caf da Maggio 2008 a tutt'oggi. Ha lavorato come Consulente del Lavoro, come operatore di Patronato e ha coordinato le attività formative di un Organismo Formativo Accreditato.

Invia il tuo Commento