Articolo aggiornato il 12 Settembre 2023 da Nicola Di Masi

In cosa consiste il concorso straordinario Scuola?

Il tanto atteso concorso straordinario per docenti è finalmente in arrivo, e con esso, la possibilità di aprire nuove opportunità lavorative all’interno della pubblica amministrazione.

Il Ministero dell’Istruzione e del Merito ha dato il via alla procedura, pubblicando un decreto il 9 settembre 2023, firmato dai ministri dell’Economia, Giancarlo Giorgetti, e della Pubblica Amministrazione, Paolo Zangrillo.

Che differenza c’è tra concorso ordinario è straordinario?

I concorsi per l’accesso alle posizioni di insegnamento nelle scuole italiane possono essere suddivisi in due categorie principali: i concorsi ordinari e i concorsi straordinari.

I concorsi ordinari sono programmati e svolti periodicamente, solitamente ogni anno o ogni due anni, a seconda delle esigenze dell’amministrazione scolastica.

I concorsi straordinari sono avviati in situazioni eccezionali o per risolvere problemi specifici, come la copertura di posti vacanti in tempi brevi o per rispondere a necessità urgenti.

Chi può partecipare al concorso straordinario 2023?

In totale, sono previsti 30.216 nuovi posti, suddivisi in due categorie:

  1. 21.101 posti comuni
  2. e 9.115 posti di sostegno.

Il primo passo è stato fatto! E’ stato pubblicato il decreto scuola che prevede l’attivazione della procedura concorsuale tanto attesa da migliaia di aspiranti docenti. Adesso vediamo i requisiti per poter partecipare al concorso:

Requisiti per i Posti Comuni:

  • Laurea coerente e abilitazione specifica con la classe di concorso oggetto del bando di concorso, oppure
  • 3 anni di servizio negli ultimi cinque, svolti presso le scuole statali, anche in maniera non continuativa, di cui almeno un anno nella classe di concorso per la quale si concorre, oppure,
  • laurea coerente con la classe di concorso oggetto del concorso più 24 CFU conseguiti entro il 31 ottobre 2022, nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metologie e tecnologie didattiche.

Requisiti per gli Insegnanti Tecnico-Pratici (ITP):

  • laurea di primo livello più abilitazione, oppure
  • diploma di accesso alla classe di concorso (fino al 31 dicembre 2024).

Come iscriversi al concorso straordinario scuola?

Questi requisiti costituiscono il fondamento per partecipare a questo importante concorso, che offre una significativa opportunità di carriera nel mondo dell’istruzione e della pubblica amministrazione.

L’attesa è ora rivolta all’annuncio dei successivi provvedimenti che daranno il via alla procedura concorsuale vera e propria. Restate sintonizzati per ulteriori aggiornamenti su questo atteso concorso.

Il bando di concorso per la scuola secondaria generalmente comprende due fasi di valutazione. La prima è una prova scritta che richiede un punteggio minimo di 70 su 100 per essere superata. Questa prova include 40 domande a risposta multipla, 5 domande per valutare la conoscenza della lingua inglese e 5 domande sulle competenze informatiche.

La seconda fase è la prova orale, che varia a seconda della candidatura per posti comuni o di sostegno.

Per prepararti al concorso straordinario Ter per la scuola, ti consigliamo di consultare il manuale “Concorso Scuola 2023″ dedicato alle prove scritte e orali.

Resteremo aggiornati e pubblicheremo ulteriori dettagli una volta che il bando di concorso sarà disponibile.

Per ulteriori informazioni su Previdenza e Fisco, leggi i nostri articoli più recenti su insindacabili.it.

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui