Congedo Paternità 2021: cos’è, a chi spetta e come richiederlo?

La legge di bilancio 2021 ha prorogato il congedo di paternità obbligatorio per tutto l’anno 2021, da richiedere entro 5 mesi dalla nascita del bebè, per il padre lavoratore dipendente. Il genitore padre, potrà astenersi per 10 giorni.

E’ stata anche prorogata la possibilità, per il padre lavoratore, di assentarsi dal lavoro, per un ulteriore giorno, con accordo della madre ed in sostituzione di un giorno del congedo della mamma.

Paternità 2021: a chi spetta?

Il congedo di paternità obbligatorio di 10 giorni, retribuito al 100%, spetta ai lavoratori dipendenti del settore privato (sono esclusi i dipendenti del comparto pubblico, per mancanza della disposizione attuativa), dal 1° Gennaio 2021 al 31 Dicembre 2021, per i figli:

  • naturali;
  • adottivi;
  • affidatari.

entro e non oltre:

  • il quinto mese di vita del bebè (nel caso di nascita);
  • il quinto mese dall’adozione o dall’affidamento.

Spetta anche in caso di morte perinatale (morte del feto o del neonato dalle 28 settimane di gravidanza e sino alla prima settimana di vita) e come periodo aggiuntivo a quello della madre, anche durante il congedo obbligatorio della mamma.

Congedo Paternità Inps 2021: come richiederlo?

Il padre lavoratore dipendente, ha diritto a 10 giorni di congedo d paternità obbligatorio, anche non continuativi, dal 1° Gennaio 2021 al 31 Dicembre 2021, nel caso di parto, adozione o affidamento (non subisce variazione nel caso di parto plurimo).

Il lavoratore, durante la fruizione di tale periodo, ha diritto ad un’indennità giornaliera pari al 100% della retribuzione percepita (non maturano le ferie). L’indennità è pagata dall’Inps, corrisposta anticipatamente dal datore di lavoro in busta paga e poi sottratta dal pagamento dei contributi del mese successivo, compensato con il modello F24. Quindi non è costo effettivo per il datore di lavoro.

Per gli altri lavoratori, l’indennità del congedo obbligatorio di 10 giorni, viene pagata direttamente dall’Inps, come per i braccianti agricoli, i percettori di Naspi e mobilità.

Il lavoratore dipendente, ha diritto ad un giorno in più di congedo facoltativo, solo se la madre rinuncia ad un giorno di congedo obbligatorio di maternità.

Come fare domanda al datore di lavoro?

Il padre lavoratore, per richiedere il congedo obbligatorio di 10 giorni, deve inviare per iscritto al datore di lavoro, una richiesta, 15 giorni prima dal congedo o dalla data presunta del parto, indicando le date di assenza per il congedo obbligatorio.

Io sottoscritto …….comunica che intende usufruire del congedo di paternità, a norma dell’art. 28, D.Lgs. n. 151, a decorrere dal  al o per i giorni…

Bisogna allegare alla richiesta:

  • la certificazione relativa alla sussistenza della condizioni previste dalla legge;
  • dichiarazione della madre di rinunciare ai giorni di congedo di maternità ai sensi del D.M. 22 dicembre 2012 (Io sottoscritta – Cognome e nome della madre- comunica che non intende usufruire del congedo di maternità spettante ai sensi del D.lgs 26 Marzo 2001 n. 151 nelle seguenti giornate lavorative e per un numero di giorni)

ed infine firmarla e datarla.

Domanda congedo di paternità all’Inps

A differenza dei lavoratori dipendenti, quando il pagamento arriva direttamente dall’Inps (per i braccianti agricoli, domestici, lavoratori in naspi, mobilità) e non tramite il datore di lavoro, bisogna presentare una domanda online, accedendo al servizio online Inps: Maternità e congedo parentale, lavoratori dipendenti, autonomi e gestione separata. 

Congedo obbligatorio di paternità 2021

La domanda può essere inviata tramite:

  • gli uffici zonali di patronato;
  • il codice Pin dispositivo Inps o lo Spid;
  • il contact center Inps, chiamando il numero verde gratuito 803164 (da rete fissa e gratuito) ed il numero 06164164 (da telefono cellulare ed a pagamento.

E’ importante indicare sulla domanda, il codice IBAN del conto corrente bancario o postale per accreditare i 10 giorni di congedo di paternità. Non è più necessario allegare il modello Sr163.

Riferimenti normativi: Circolare Inps n. 40 del 14/03/2013Messaggio n. 591 del 13 Febbraio 2019

Consulenza Online
Hai bisogno di una consulenza online sul congedo obbligatorio di paternità 2021? Visita subito la nostra area dedicata di consulenza online.