Articolo aggiornato il

Modello autocertificazione Covid 19 cambia per la terza volta

Il virus che causa il Covid 19 non si ferma. Per questo il governo italiano, ha previsto nuove misure per frenare i contagi, come la chiusura delle fabbriche e nuove regole per gli spostamenti da un Comune ad un altro. In questo articolo spieghiamo le novità del terzo nuovo modello di autocertificazione.

Nuovo normativa spostamenti e sospensione attività produttive

Con l’introduzione del nuovo decreto del Presidente del Consiglio del 22 marzo 2020, sono previste delle misure urgenti per contenere il contagio su tutto il territorio nazionale.

Infatti nella nuova normativa è previsto:

  • la sospensione delle attività produttive dal 23 Marzo al 3 Aprile, con l’apertura delle solo fabbriche strategiche per il paese e coloro che svolgono servizi di pubblica utilità, come le imprese che producano farmici o prodotti di igiene o le aziende che possano comunque proseguire il lavoro, se organizzate in modalità a distanza o lavoro agile;
  • è fatto divieto a tutte le persone fisiche di trasferirsi o spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, in un comune diverso rispetto a quello in cui attualmente si trovano, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute; il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza non è più consentito.
  • è sempre consentita l’attività di produzione, trasporto, commercializzazione e consegna di farmaci, tecnologia sanitaria e dispositivi medico-chirurgici nonché di prodotti agricoli e alimentari. Resta altresì consentita ogni attività comunque funzionale a fronteggiare l’emergenza;
  • sono consentite le attività degli impianti a ciclo produttivo continuo, previa comunicazione al Prefetto della provincia ove è ubicata l’attività produttiva, dalla cui interruzione derivi un grave pregiudizio all’impianto stesso o un pericolo di incidenti;
  • sono consentite le attività dell’industria dell’aerospazio e della difesa, nonché le altre attività di rilevanza strategica per l’economia nazionale, previa autorizzazione del Prefetto della provincia ove sono ubicate le attività produttive.

Modulo Coronavirus: terza autocertificazione Covid 19 in vigore

L’articolo 1, del nuovo decreto del Presidente del Consiglio, ha previsto che lo spostamento delle persone fisiche in entrata e in uscita dai territori (da un Comune ad un altro), è possibile, solo per motivati  da comprovate esigenze lavorative  o  situazioni  di  necessità  ovvero spostamenti per motivi di salute, eliminando la motivazione del rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.

Per spostarsi per motivi lavorativi o per gravi motivi sanitari e familiari, è necessario compilare un il terzo modulo di autocertificazione, rilasciato in data 22 Marzo 2020, nel quale si auto-certifica ad esempio, lo spostamento per lavoro, da esibire al momento del controllo da parte della polizia.

Nuovo modulo di autocertificazione cambia ancora
Nuovo modulo di autocertificazione cambia ancora

In molti casi, sarà l’operatore di polizia a rilasciare il modulo ed a controfirmare l’autodichiarazione, attestando che essa venga resa in sua presenza e previa identificazione del dichiarante.

In questo modo il cittadino, viene esonerato dall’allegare all’autodichiarazione, una fotocopia del proprio documento di identità. Viene anche richiesta l’indicazione di un recapito telefonico.

Consulenza online del Team di insindacabili.it
Per qualsiasi consulenza fiscale telefonica, accedi alla nostra area dedicata di Consulenza online.

Scarica gli allegati

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui