Articolo aggiornato il 9 Marzo 2021 da Nicola Di Masi

Decreto sostegni Marzo 2021 in arrivo: ecco le novità

Il nuovo governo Draghi, sta in procinto di approvare, un nuovo decreto legge nel mese di Marzo 2021, per prorogare alcune misure a favore delle imprese e delle famiglie, colpite ancora tutt’oggi dalla persistente crisi sanitaria Covid19.

In questo articolo vediamo la prima bozza del Decreto Sostegno, non ufficiale, pubblicata su diversi quotidiani nazionali.

Decreti sostegno Contributo a fondo perduto

Il nuovo testo del decreto prevede un contributo a fondo perduto, a tutti coloro che sono titolari di partita iva attiva (non cessata alla data di entrata in vigore del decreto), svolgono un’attività di impresa o sono dei professionisti. Il bonus è anche riconosciuto agli enti non commerciali, agli enti del terzo settore, agli enti religiosi che svolgono un’attività commerciale.

Hanno diritto al nuovo aiuto economico:

  • i residenti in Italia,
  • le imprese o professioni che abbiano un ammontare di compensi e ricavi relativi al periodo d’imposta 2019, non superiore a 5 milioni di euro,
  • se l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi dei mesi di gennaio e febbraio 2021, è inferiore ai due terzi dell’ammontare del fatturato e dei corrispettivi dei mesi di gennaio e febbraio 2019,
  • per coloro che hanno iniziato l’attività dal 1° Gennaio 2019, spetta sempre il contributo economico, anche senza diminuzione del fatturato.

Seconda la bozza, il bonus economico a fondo perduto, è pari a:

  • una percentuale (del 20% – 15% – 10%) dalla differenza tra l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi dei mesi di gennaio e febbraio 2021 ed il quantum del fatturato e dei corrispettivi dei mesi di gennaio e febbraio 2019

L’importo è pari a:

  • 150.000 euro (massimo previsto)
  • 1000 euro minimo per le persone fisiche,
  • 2000 euro minimo per gli altri soggetti.

La domanda sarà presentata telematicamente sul sito dell’Agenzia delle Entrate e tale contributo non sarà soggetto a tassazione.

Sanatoria fiscale per debiti sino a 5000 euro

Il nuovo governo ha in mente di disporre lo stralcio delle cartelle, con importo massimo di 5000 euro, per i debiti a ruolo presso l’agenzia di riscossione, dall’anno 2000 al 2015.

Inoltre la bozza del decreto sostegno prevede due proroghe fiscali:

  • la sospensione sino al 30 aprile 2021, dell’invio delle cartelle esattoriali,
  • la proroga del pagamento dei versamenti della rottamazione ter e del saldo e stralcio, sino al 30 aprile 2021.

Proroga cassa integrazione 2021

Il governo, con il nuovo decreto, ha intenzione di prorogare tutte le tipologie di cassa integrazione per tutto l’anno 2021. Per ora, si prevede, un’eventuale proroga quasi definitiva, sino a luglio 2021.

Proroga Reddito di emergenza a Marzo 2021

La sottosegretaria al Ministero dell’Economia, ha dichiarato più volte, che sarà prorogato il Reddito di emergenza nell’anno 2021. Ad oggi, non abbiamo notizie per quante mensilità e quali saranno i nuovi requisiti richiesti. La stessa Maria Cecilia Guerra, ha anche annunciato, che sarà rifinanziato il Reddito di cittadinanza e saranno attivate ed incrementare le politiche attive del lavoro.

Ricordiamo, che per richiedere il REM (reddito di emergenza Inps), bisogna essere in possesso del modello Isee in corso di validità, senza errori o omissioni.

All’interno della bozza del decreto sostegno, c’è solo il titolo della proroga Naspi e non sono previsti altri bonus, per ora. Sappiamo che hanno ottenuto la proroga della Naspi e Dis-coll coloro che hanno terminano le prestazioni INPS, al 30 Giugno 2020.

Attendiamo con ansia tutte le agevolazioni e le misure a sostegno delle famiglie del decreto Sostegno 2021.

Consulenza telefonica di insindacabili.it
Hai bisogno di una consulenza professionale online? Visita adesso la nostra area dedicata alle consulenze.

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui