Decurtazione pensioni d’oro: come funziona, calcolo, da quando parte?

L’articolo 1, dal comma 261 al comma 268, della legge di bilancio 2019 (n. 145 del 30 Dicembre 2018), prevede a decorrere dal 1° gennaio 2019, un taglio delle pensioni d’oro eccedenti i 100mila euro lordi, su base annua. Il 7 Maggio 2019, con la circolare n.62, l’Inps ha stabilito le modalità di calcolo e da quando partirà la decurtazione dei trattamenti pensionistici.

Taglio pensioni d’oro: come funziona?

Dal 1° Gennaio 2019 e per la durata di 5 anni (sino al 2023), sono previsti delle riduzioni dei trattamenti pensionistici, con importi superiori lordi a 100mila euro annuali. Quindi a partire dal 1° Gennaio 2019 e sino al 31 Dicembre 2023. Questa decurtazione è importante distinguerla dalla rivalutazione delle pensioni 2019, dimezzata, per gli importi superiori a 1522,26. Per approfondimenti, leggi il nostro articolo: Rivalutazione pensioni 2019 esempi.

Il taglio delle pensioni d’oro è prevista per le pensioni:

  • del fondo pensioni dei lavoratori dipendenti,
  • delle gestione speciali dei lavoratori autonomi,
  • delle forme sostitutive,
  • della gestione separata.

Calcolo taglio pensioni d’oro: a quanto ammonta?

La riduzione dei trattamenti pensionistici dal 1° gennaio 2019 è del:

  1. 15%, per le pensioni di importo annuale lordo da 100.000,01 a 130.000,00 euro,
  2. 25%, per i trattamenti pensionistici di importo da 130.000,01 a 200.000,00 euro
  3. 30%, per le pensioni di importo annuale lordo da 200.000,01 a 350.000,00 euro,
  4. 35%, per i trattamenti pensionistici di importo da 350.000,01 a 500.000,00 euro,
  5. 40%, per le pensioni di importo annuale lordo superiori a 500.000,01 euro.

Non si terrà conto ai fini del calcolo dell’importo lordo, delle seguenti:

  • pensioni di invalidità delle gestioni esclusive: pensioni di privilegio dipendente da causa di servizio e le pensioni di inabilità ordinaria,
  • di invalidità specifica per gli iscritti ai fondi sostitutivi,
  • degli assegni ordinari di invalidità e delle pensioni di inabilità, (legge 222/1984),
  • delle pensioni indirette ai superstiti di assicurato e pensioni di reversibilità ai superstiti,
  • delle pensioni riconosciute a favore delle vittime del dovere o di azioni terroristiche,
  • dei trattamenti pensionistici erogati secondo la legge 228/2012 e decreti legislativi n. 42/2006 e n. 184/1997.
Potrebbe interessarti anche  Red Regione Puglia 3.0

Decurtazione pensioni d’oro: esempi di calcolo

Il calcolo della decurtazione, come descritto, avviene in maniera percentuale rispetto allo scaglione di trattamento pensionistico annuale. L’Inps, nella circolare 62, fa alcuni esempi, soprattutto per chi ha diverse pensioni. Prendiamo come esempio un pensionato che ha diverse pensioni lorde di euro:

  1. 70.000 euro, a carico del fondo dipendenti,
  2. 50.000 euro, a carico del fondo previdenziale CTPS,
  3. 20.000 euro, a carico della gestione separata.

In tutto il pensionato percepisce 140.000 euro di pensione lorda annuale. In questo caso il calcolo sarà il seguente:

  • per il primo scaglione da 100.000,01 e 130.000 euro, al pensionato verrà detratto 4499,99, in quanto si applica l’aliquota del 15%. (130.000,00 – 100.000,01 * 15% = 4.499,99)
  • per il secondo scaglione da 130.000,01 e 140.000,00 (importo totale delle pensioni lorde), la riduzione è di 2.499,99 euro (140.000,00 – 130.000,01 * 25%).

Quindi il taglio della pensione di questo pensionato è di 6999,98 euro lordi. Questo importo verrà detratto dalle pensioni, in relazione ai singoli importi di ogni pensione ed ai trattamenti pensionistici liquidati con quota retributiva.

La pensione del Fondo dei lavoratori dipendenti verrà ridotto di euro 3499,99. Il trattamento pensionistico a carico del CTPS di 2499,99, mentre al fondo della gestione separata non verrà applicata la riduzione di 1000.00 euro, in quanto calcolata con il sistema contributivo.

Il primo taglio sarò trattenuto dall’Inps nel cedolino di Giugno 2019 e per il conguaglio da Gennaio 2019 a Maggio 2019, l’Istituto lo spalmerà, sempre a partire dalla pensione di Giugno 2019.

Riferimenti normativi: Circolare Inps n. 62 del 07/05/2019

Consulenza online telefonica di insindacabili.it
– Per chiarimenti relativi alle riduzioni della tua pensione minima, puoi usufruire, in qualsiasi momento, della nostra consulenza dedicata.
– Per altre problematiche previdenziali, puoi consultare la nostra area di consulenza online.

Valuta l'articolo
[Totali: 2 Media: 5]

Se ci sono dei commenti, troverai già la risposta al tuo quesito - Leggi prima di commentare ;)