Dis-coll: indennità di disoccupazione per i collaboratori

Dal primo luglio 2017 i lavoratori parasubordinati che hanno perso involontariamente il lavoro, potranno accedere all’indennità di disoccupazione Dis-Coll riservata a particolari categorie di lavoratori. Con l’art.7 della legge n. 81 del 2017, il governo italiano, ha prorogato questa prestazione a sostegno del reddito per gli eventi di disoccupazione involontaria verificatesi dal primo luglio 2017.

Chi sono i destinatari della disoccupazione Dis-coll?

Posso accedere alla domanda di disoccupazione per i lavoratori subordinati:

  • i collaboratori coordinati e continuativi;
  • i collaboratori a progetto;
  • i collaboratori delle Pubbliche Amministrazioni;
  • gli assegnisti di ricerca, i dottorandi e i titolari di borsa di studio (prima non potevano accedere).

Tutte le categorie di lavoratori menzionati devo essere iscritti alla gestione separata Inps e non devono essere titolari né di pensione e né di partita iva.

Sono esclusi, ancora una volta:

  • gli amministratori, i sindaci o revisori di società;
  • le associazioni e altri enti con o senza personalità giuridica;

Quali sono i requisti per ottenere la Dis-coll?

  • disoccupati al momento della domanda, devi dichiarare la disponibilità al lavoro presso il centro per l’impiego della tua zona o dichiararlo in modalità telematica sul sito www.anpal.gov.it;
  • tre mesi di contribuzione versati alla gestione separata dal 1° gennaio dell’anno precedente ( in questo caso anno 2016) dall’evento di cessazione del rapporto di lavoro. I contributi figurativi, ad esempio il periodo di maternità, valgono ai fini del raggiungimento del requisito dei tre mesi.

Quanto dura la Dis-coll

  • La Dis coll 2017 è corrisposta mensilmente per un numero di mesi pari alla metà dei mesi di contribuzione accreditati nel periodo che va dal 1° gennaio dell’anno civile precedente (in questo caso anno 2016) l’evento di cessazione dal lavoro, sino alla data della chiusura del rapporto di lavoro. La Dis-coll 2017 non può superare i sei mesi di fruizione.

Come si presenta la domanda di disoccupazione Dis-coll?

La domanda di disoccupazione Dis-Coll si presenta esclusivamente in modalità telematica entro il termine di 68 giorni dalla cessazione del contratto di lavoro di co.co.co, co.co.pro, assegnista di ricerca e dottorato di ricerca con borsa di studio.

L’indennità di disoccupazione decorrere dall’ottavo giorno successivo alla data di cessazione del rapporto di lavoro se la domanda è stata presentata entro l’ottavo giorno o, qualora la domanda sia presentata successivamente a tale data, la prestazione spetta dal primo giorno successivo alla data di presentazione della domanda.

La domanda telematica è possibile presentarla con:

  • codice Pin Inps dispositivo;
  • contact Center dell’Inps;
  • patronato della tua zona.

E’ indispensabile allegare alla domanda:

  • Stato occupazionale dal Centro per l’impiego;
  • i contratti di lavoro e le buste paghe percepite;
  • il tuo documento d’identità e la tessera sanitaria;
  • il modello Sr163 Inps da far compilare alla banca o alla posta.

Riferimento normativo: Circolare Inps n. 115 del 19 luglio 2017

Se vuoi compilare la domanda di disoccupazione Dis-coll insieme a noi clicca qui sul nostro servizio personalizzato.

Valuta l'articolo
[Totali: 5 Media: 5]

Hai trovato utile il nostro articolo? Hai chiarito qualche dubbio in merito ad un argomento? Effettua una Donazione ed aiutarai il nostro Team ad aggiornarti sempre con le ultime Novità 😉


Posted by Nicola Di Masi

Nicola Di Masi, ideatore e creatore di contenuti per il sito insindacabili.it. Abilitato Consulente del Lavoro e responsabile Caf da Maggio 2008 a tutt'oggi. Ha lavorato come Consulente del Lavoro, come operatore di Patronato e ha coordinato le attività formative di un Organismo Formativo Accreditato.

Invia il tuo Commento