Articolo aggiornato il 25 Novembre 2019 da Stefano Mastrangelo

Dis-coll Inps: indennità di disoccupazione per i collaboratori

Dal primo luglio 2017 i lavoratori parasubordinati, che hanno perso involontariamente il lavoro, potranno accedere all’indennità di disoccupazione Dis-Coll Inps, riservata a particolari categorie di lavoratori.

Con l’art. 7 della legge n. 81 del 2017, il governo italiano, ha prorogato questa prestazione a sostegno del reddito, per gli eventi di disoccupazione involontaria verificatesi dal primo luglio 2017.

Chi sono i destinatari della disoccupazione Dis coll?

Posso accedere alla domanda di disoccupazione per i lavoratori parasubordinati:

  • i collaboratori coordinati e continuativi;
  • i collaboratori a progetto;
  • i collaboratori delle Pubbliche Amministrazioni;
  • gli assegnisti di ricerca, i dottorandi e i titolari di borsa di studio (prima non potevano accedere).

Tutte le categorie di lavoratori menzionati devo essere iscritti alla gestione separata Inps e non devono essere titolari né di pensione e né di partita iva.

Sono esclusi, ancora una volta:

  • gli amministratori, i sindaci o revisori di società;
  • le associazioni e altri enti con o senza personalità giuridica;

I requisti per ottenere la Dis-coll?

I lavoratori parasubordinati per ottenere la Dis coll devono essere:

  • disoccupati al momento della domanda, devi dichiarare la disponibilità al lavoro presso il centro per l’impiego della tua zona o dichiararlo in modalità telematica sul sito www.anpal.gov.it;
  • tre mesi di contribuzione versati alla gestione separata, dal 1° gennaio dell’anno precedente ( in questo caso anno 2016) dall’evento di cessazione del rapporto di lavoro. I contributi figurativi, ad esempio il periodo di maternità, valgono ai fini del raggiungimento del requisito dei tre mesi.

Quanto dura la Dis-coll?

La Dis coll 2017 è corrisposta mensilmente, per un numero di mesi pari alla metà dei mesi di contribuzione accreditati nel periodo che va dal, 1° gennaio dell’anno civile precedente (in questo caso anno 2016) l’evento di cessazione dal lavoro, sino alla data della chiusura del rapporto di lavoro. La Disoccupazione dei collaboratori non può superare i sei mesi di fruizione.

Come si presenta la domanda di disoccupazione Dis-coll?

La domanda di disoccupazione Dis-Coll si presenta esclusivamente in modalità telematica, entro il termine di 68 giorni dalla cessazione del contratto di lavoro di co.co.co, co.co.pro, assegnista di ricerca e dottorato di ricerca con borsa di studio.

L’indennità di disoccupazione decorrere, dall’ottavo giorno successivo alla data di cessazione del rapporto di lavoro, se la domanda è stata presentata entro l’ottavo giorno o, qualora la domanda sia presentata successivamente a tale data, la prestazione spetta dal primo giorno successivo alla data di presentazione della domanda.

La domanda telematica è possibile presentarla con:

  • codice Pin Inps dispositivo;
  • contact Center dell’Inps;
  • patronato della tua zona.

E’ indispensabile allegare alla domanda:

  • Stato occupazionale dal Centro per l’impiego;
  • i contratti di lavoro e le buste paghe percepite;
  • il tuo documento d’identità e la tessera sanitaria;
  • il modello Sr163 Inps da far compilare alla banca o alla posta.

Riferimento normativo: Circolare Inps n. 115 del 19 luglio 2017

Aggiornamento 2019: Nuovi requisiti per richiedere la Dis-Coll 2019.

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui