Articolo aggiornato il 12 Agosto 2020 da Stefano Mastrangelo

Regolarizzazione clandestini senza permesso di soggiorno 2020

Entro il 15 agosto 2020, si dovrebbe concludere la procedura di regolarizzazione attesa da anni, da molti stranieri irregolarmente presenti in Italia. Sino al 31 Luglio 2020, sono state presentate 159.991 domande, di cui 11397 sono in lavorazione.

Nell’anno 2012, lo Sportello Unico per l’Immigrazione (Sezione immigrazione della Prefettura) dopo la convocazione delle parti, datore di lavoro e straniero irregolare ed in seguito alla stipula del contratto di soggiorno (esito positivo della regolarizzazione), procedeva d’ufficio, all’assunzione del lavoratore straniero.

Le regolarizzazione 2020 cambia la procedura di assunzione e sarà il datore di lavoro, nella maggior parte dei casi, a provvedere all’assunzione dello straniero, prima della data di convocazione.

Novità sanatoria 2020: assunzione preventiva

La circolare interministeriale numero 2399 del 24 Luglio 2020 ha previsto le modalità di invio della comunicazione di assunzione dello straniero, da parte dello Sportello unico dell’immigrazione e del datore di lavoro.

Come abbiamo visto nel modulo di domanda di regolarizzazione, c’era la possibilità di dichiarare la sussistenza del rapporto di lavoro o la volontà di instaurare un nuovo rapporto di lavoro.

Dichiarazione del datore di lavoro
Dichiarazione del datore di lavoro

Nel primo caso, dichiarazione di sussistenza del rapporto di lavoro, bisognava indicare la data dell’occupazione irregolare alle dipendenze del datore di lavoro. In questo caso sarà il Ministero dell’Interno che invierà la comunicazione di assunzione al Ministero del lavoro, dalla data indicata.

Fase 2 Regolarizzazione immigrati 2020

Nel secondo caso (dichiarazione di voler concludere un rapporto di lavoro) la comunicazione obbligatoria sarà a carico del datore di lavoro di lavoro, il quale, entro 24 ore del giorno precedente l’inizio del rapporto di lavoro, dovrà inviare la comunicazione obbligatoria. Questo perché il Ministero dell’Interno non è a conoscenza della data di inizio del rapporto di lavoro.

Al fine dell’assunzione è importantissimo essere in possesso del codice fiscale dello straniero. Nel caso in cui il codice fiscale del lavoratore sia stato già indicato nella domanda, il sistema del Ministero dell’Interno, trasmetterà automaticamente la comunicazione di assunzione obbligatoria al Ministero del Lavoro.

Mentre per gli stranieri non in possesso del codice fiscale, sarà generato in automatico e visibile sulla sua home page del sito, dove il datore di lavoro ha presentato l’istanza telematica. In questo caso sarà il datore di lavoro ad inviare la comunicazione di assunzione al Ministero del lavoro.

Sanatoria 2020: errori dati lavoratore

Per chi non avrà la possibilità di generare il codice fiscale, sarà indispensabile che il datore di lavoro si rechi presso la Prefettura, per la correzione dei dati del lavoratore. Per questi casi, la comunicazione obbligatoria di assunzione, avverrà solo dopo la conclusione della procedura di regolarizzazione.

A tutt’oggi (inizio Agosto 2020) i codici fiscali dei lavoratori non sono ancora generati e le procedure informatiche per la comunicazione obbligatoria, non sono state ancora adeguate. Per questo consigliamo di attendere il termine della regolarizzazione e l’elaborazione del codice fiscale.

Noi di insindacabili approfondiremo la procedura per l’assunzione dello straniero irregolare.

Consulenza Team di insindacabili.it
Per ricevere le buste paga delle Colf e badanti in maniera puntuale sulla tua scrivania, accedi al nostro servizio Buste paga per colf e badanti.

Leggi gli ultimi articoli pubblicati sul nostro sito:

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui