Esenzione ticket sanitario 2018 per reddito

Il ticket sanitario è una tassa, differente da Regione a Regione, per pagare una prestazione sanitaria o una spesa farmaceutica, presso una struttura pubblica sanitaria o privata convenzionata. Dal primo aprile di ogni anno si rinnovano, ai sensi del D.M. 11/12/2009, tutte le esenzioni per motivi di reddito, per effettuare  gratuitamente le visite ed esami specialistici e per l’acquisto dei farmici.

Come posso fare l’esenzione del ticket sanitario per motivo economici?

Per essere esente dal pagamento del ticket sanitario, devi presentare allo sportello asl del tuo Comune di residenza, una dichiarazione che attesta di essere disoccupato e di non superare determinati limiti di reddito. Dopo aver presentato questa dichiarazione, il medico di famiglia o il pediatra, quando prescriverà un farmaco o una visita specialistica, verificherà nell’elenco la presenza dell’esenzione e riporterà il codice sulla ricetta medica.

Le due principali esenzioni per motivi di reddito sono:

  • l’esenzione per assistenza farmaceutica;
  • l’esenzione per visite ed esami specialistici;

Prima di fare qualsiasi dichiarazione presso gli sportelli della ASL, consulta il tuo medico di famiglia o il pediatria, i quali possiedono l’elenco delle persone esenti, fornito dal sistema tessera sanitaria.

Esenzione per alcune patologie 

Lo Stato italiano prevede particolari esenzioni, quando l’assistito si trova in una delle seguenti condizioni:

  • è affetto da malattie croniche;
  • da malattie rare;
  • ha un’invalidità certificata al 100%, accertata dalla Commissione medica invalidi civili, o una patologia grave;
  • si trova in diagnosi precoci a causa di malattie oncologiche;
  • per fare il test HIV;

Quali sono le visite gratuite?

Molte visite specialistiche sono gratuite, come ad esempio alcune visite per le donne. Sono esenti dal pagamento del ticket sanitario:

  • la mammografia, ogni due anni, a favore delle donne in età compresa tra 45 e 69 anni; qualora l’esame mammografico venga richiesto, sono eseguite gratuitamente anche le prestazioni di secondo livello;
  • l’esame citologico cervico-vaginale (PAP Test), ogni tre anni, a favore delle donne in età compresa tra 25 e 65 anni;
  •  la colonscopia, ogni cinque anni, a favore della popolazione di età superiore a 45 anni.

In tutti questi casi, è meglio verificare la propria esenzione con il medico di famiglia o il pediatra.

Esenzioni ticket per gravidanza

Il decreto ministeriale del 10 settembre 1998, ha previsto l’esenzione del ticket sanitario per gli esami preconcezionali e per la gravidanza. In particolare sono gratuite:

  • le visite specialistiche periodiche di ginecologia;
  • le analisi da effettuarsi prima del concepimento, per prevenire qualsiasi fattore negativo che possa incidere sulla gravidanza;
  • gli accertamenti diagnostici;
  • la diagnosi prenatale;
  • le analisi per le donne in gravidanza dopo i 35 anni di età;
  • gli esami specifici in caso di aborti ripetuti;
  • la translucenza nucale

Il codice di esenzione che verrà indicato dal medico curante è identificato con la lettera M. Dopo la M verranno indicati dei numeri, in relazione alla settimana di gravidanza.

Come ottenere l’esenzione del ticket sanitario per motivi di reddito?

Il primo aprile 2018 si rinnovano le esenzioni per motivi di reddito dal pagamento del ticket per, visite ed esami specialistici e per l’assistenza farmaceutica.

Potrebbe interessarti anche  Pace fiscale: cos'è, come funziona, quando

Le esenzioni per altri motivi, per patologia o invalidità, continuano ad essere valide, senza fare alcun tipo di rinnovo. Ti consigliamo sempre di verificare la tua situazione al medico di famiglia o al pediatra.

Cosa devo fare per l’esenzione ai disoccupati?

Prima di qualsiasi dichiarazione, devi verificare il diritto all’esenzione al momento della prescrizione della visita specialistica o farmaceutica. Il medico controllerà la presenza del codice di esenzione ticket, nell’elenco del sistema sanitario nazionale. Se non siete inclusi in questo elenco e ritieni di aver diritto all’esenzione, devi recarti presso gli sportelli della tua Azienda Sanitaria Locale per autocertificare la situazione economica e ottenere il nuovo certificato di esenzione valido fino al 31/3/2019.

Si potrebbe anche autocertificare online la tua esenzione con la tessera sanitaria, ma devi essere in possesso di un lettore smart card. Alcune Regioni, come la Toscana, ha previsto una determinata applicazione con Smart SST.

Chi ha diritto all’esenzione per motivi di reddito per visite ed esami specialistici?

Hanno diritto all’esenzione:

  • gli assistiti di età inferiore a 6 anni (E01b) e superiore a 65 anni (E01a), appartenenti ad un nucleo familiare con reddito complessivo non superiore a 36.151,98€ (codice E01);
  • i disoccupati e loro familiari a carico, appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore a 8.263,31€, incrementato fino a 11.362,05€ in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46€ per ogni figlio a carico (codice E02);
  • Titolari di pensione sociale o  (codice E03);
  • Titolari di pensioni al minimo di età superiore a 60 anni e appartenente al nucleo familiare fiscale del titolare della pensione al minimo, appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore a 8.263,31€, incrementato fino a 11.362,05€ in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46€ per ogni figlio a carico (codice E04);

In questi casi devi compilare l’autocertificazione e leggere attentamente le istruzioni (note per la compilazione) indicate nel modulo della Asl di competenza (lo trovi sul sito internet dalla tua Asl) denominato:

  • AUTOCERTIFICAZIONE PER RILASCIO DELL’ ATTESTATO DI ESENZIONE DAL PAGAMENTO DEL TICKET PER MOTIVI DI REDDITO VISITE ED ESAMI SPECIALISTICI. 
  • Firma il modulo, allega il documento d’identità e la tessera sanitaria di tutti i componenti familiari per i quali chiedi l’esenzione e presentalo allo sportello Asl.

Chi ha diritto all’esenzione per motivi di reddito per assistenza farmaceutica?

  • Assistiti appartenenti a nuclei familiari con reddito annuo complessivo fino a 18.000,00 €, incrementato di 1.000,00 € per ogni figlio a carico (codice E94);
  • utenti di età superiore a 65 anni, appartenenti ad un nucleo familiare con reddito annuo complessivo non superiore a 36.151,98 € (codice E95);
  • pazienti appartenenti a nuclei familiari con reddito annuo fino a 23.000,00 €, incrementato di 1.000,00 € per ogni figlio a carico (codice E96).

In questi casi compila e leggi attentamente le istruzioni (note per la compilazione) del modulo della tua Asl di competenza (lo trovi sul sito internet dalla tua Asl) denominato:

  • AUTOCERTIFICAZIONE PER RILASCIO DELL’ ATTESTATO DI ESENZIONE DAL PAGAMENTO DEL TICKET PER MOTIVI DI REDDITO ASSISTENZA FARMACEUTICA. 
  • Firma il modulo, allega il documento d’identità e la tessera sanitaria di tutti i componenti familiari per i quali chiedi l’esenzione e presentalo alla Asl, insieme all’altro modulo per esenzioni da pagamento del ticket delle visite specialistiche, sempre se ne hai diritto.

I redditi indicati nelle autocertificazioni, sono riferiti all’anno d’imposta precedente di tutti i componenti familiari. Per il 2018 si terrà conto dei redditi dell’anno 2017.

Valuta l'articolo
[Totali: 6 Media: 3.7]

Posted by Nicola Di Masi

Nicola Di Masi, ideatore e creatore di contenuti per il sito insindacabili.it. Abilitato Consulente del Lavoro e responsabile Caf da Maggio 2008 a tutt'oggi. Ha lavorato come Consulente del Lavoro, come operatore di Patronato e ha coordinato le attività formative di un Organismo Formativo Accreditato.

2 Comments

  1. Buon giorno. Sono disoccupata dal 2016 non prendo disoccupazione dal 2018.non sono sposata ma ho bimbo e viviamo con il suo papa. Ho diritto esenzione ticket. Grazie. Ho problemi con salute e ticket e caro.

    Rispondi

    1. Per l’esenzione ticket deve controllare il reddito del nucleo familiare dell’anno precedente ed in alcuni casi dal valore isee. Guardi sul sito della sua asl di riferimento

      Rispondi

Invia il tuo Commento