Nuovi requisiti della malattia, Dis-coll, maternità dei lavoratori iscritti alla Gestione separata Inps?

Con la pubblicazione del Decreto Legge n. 101/2019, sulla gazzetta ufficiale, cambiano i requisiti per accedere alla prestazioni Inps dei lavoratori iscritti alla Gestione Separata Inps. Infatti i lavoratori parasubordinati sono obbligati a versare i contributi previdenziali ed assistenziali, ad una Cassa Inps, denominata Gestione separata.

Grazie al versamento dei questi contributi ed alla nuova legge di lavoro autonomo del 2017 (Legge n. 81/2017), si sono rafforzate le tutele di malattia, di maternità e di disoccupazione Dis-Coll, per queste categorie di lavoratori.

Malattia Inps per lavoratori parasubordinati

L’indennità di malattia spetta anche ai lavoratori parasubordinati iscritti alla gestione separata Inps, privi di partita iva e non titolari di pensione. La malattia Inps spetta per  massimo 61 giorni, ossia 1/6 della durata del rapporto di lavoro (numero di giornate retributive dei 12 mesi precedenti l’inizio dell’evento di malattia) e per almeno 20 giorni.

Il D.L. 101/2019 ha raddoppiato le aliquote per calcolare la misura dell’indennità di malattia. Infatti dal 5 Settembre 2019, la malattia è corrisposta in base alle seguenti aliquote, per l’importo che si ottiene, dividendo il massimale contributivo per 365 giorni (102.543 euro diviso 365=8545,25) , in relazione ai mesi di contribuzione attributi nei 12 mesi precedenti:

  • 8%, fino a quattro mesi,
  • 12%, da cinque a otto mesi,
  • 16% da nove a dodici mesi.

Invece l’indennità per degenza ospedaliera spetta per tutti i giorni di ricovero fino ad un massimo di 180 giorni nell’anno solare e con le seguenti aliquote 12%, 24% o 36%. Il calcolo dell’importo avviene seguendo le regole della malattia, dettate precedentemente.

Maternità per Gestione separata Inps

L’indennità di maternità per gli iscritti alla gestione separata in via esclusiva spetta:

  • alle collaboratrici coordinate e continuative ed alle libere professioniste, che versano il contributo aggiuntivo dello 0,72%, per un mese (novità d.l. 101/2019) nei 12 mesi precedenti i 2 mesi anteriori alla data del parto,
  • ai collaboratori ed ai liberi professionisti (padri) che versano il contributo aggiuntivo dello 0,72%, per un mese nei 12 mesi precedenti i 2 mesi anteriori alla data del parto, (in caso di morte della madre, abbandono della madre, affidamento esclusivo al padre),
  • ai lavoratori parasubordinati, anche se il committente non ha versato la parte dei suoi contributi alla Gestione Inps (automaticità delle prestazioni).

L’indennità economica di malattia è pari:

  • al reddito precedente l’inizio di erogazione del beneficio (12 mesi precedenti),
  • diviso per 365, (mesi o giorni compresi tra il primo giorno del mese di iscrizione alla gestione separata e la fine del periodo di riferimento)
  • moltiplicato per la percentuale dell’80%.

La maternità alle lavoratrici iscritte alla gestione separata Inps spetta per 5 mesi, due mesi precedenti la data presunta del parto e tre mesi successivi la data effettiva del parto.

Dis-coll nuovi requisiti dal 5 Settembre 2019

Anche ai lavoratori parasubordinati spetta la disoccupazione, al termine del rapporto di lavoro (stato di disoccupazione involontaria), denominata: Dis-coll. L’indennità economica Dis-coll è riconosciuta ai disoccupati:

  • lavoratori con contratto di collaborazione e coordinativa, non pensionati e non titolati di partita iva,
  • ai dottorandi di ricerca con borsa di studio
  • agli assegnisti di ricerca.

che hanno almeno un mese (da tre a un mese: nuovo requisito Dl 101/2019) di contribuzione, nella gestione separata Inps, nel periodo tra il primo gennaio dell’anno solare precedente l’evento di risoluzione del rapporto di lavoro e lo stesso evento.

Per ottenere le precedenti indennità economiche, il lavoratore parasubordinato, deve presentare un’apposita domanda telematica all’Inps.

Consulenza online insindacabili.it

Se hai bisogno di una consulenza telefonica su questa tematica, visita subito la nostra area dedicata e scopri tutti i nostri servizi di consulenza online.

Valuta l'articolo
[Totali: 3 Media: 5]

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui