Indennizzo commercianti 2019 Inps per chiusura attività: cos’è, a chi spetta, come funziona

La legge di bilancio 2019, all’art. 1 comma 283, ha rifinanziato l’indennizzo per la chiusura definitiva di un’attività commerciale. La finanziaria 2019, prevede che nel 2019, l’indennizzo sarà riconosciuto ai commercianti, che alla data di presentazione della domanda, abbiamo 62 anni di età se uomini e 57 anni per le donne con almeno 5 anni contribuzione Inps. A chi spetta questo indennizzo Inps?

Bonus commercianti Inps 2019: cos’è?

L’indennizzo Inps, per la chiusura definitiva delle attività commerciali è un bonus riconosciuto ai titolari ed ai coadiuvanti di attività commerciali, che cessano la licenza commerciale per il raggiungimento dell’amata pensione di vecchiaia (67 anni di età e 20 anni di contributi nel 2019). Spetterà dalle chiusure avvenute dal 1° gennaio 2019 sino all’esaurimento delle risorse, dato che il governo non ha previsto una data di scadenza.

Indennizzo Inps cessazione attività commerciale: a chi spetta?

Ai sensi dell’art. 1 del Decreto legislativo n. 207 del 1996 e l’art. 59 comma 58 della legge n.449 del 1997, il bonus Inps commercianti spetta:

  • agli agenti ed ai rappresentati del commercio;
  • agli esercenti di attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevanti; (gestori di bar e ristoranti)
  • ai titolari ed ai coadiutori di attività commerciali su aree pubbliche; (ambulanti)
  • ai titolari ed ai collaboratori di attività commerciale al minuto in sede fissa,
Potrebbe interessarti anche  Assegno di maternità dello Stato di 2132,39 euro

che al momento della cessazione dell’attività, sono iscritti come titolari o collaboratori, per almeno 5 anni alla gestione previdenziale dell’Inps dei lavoratori autonomi. Inoltre al momento della presentazione della domanda il commerciante deve avere:

  • un’età pari a 62 anni per gli uomini;
  • un’età di 57 anni per le donne;
  • aver richiesto la cancellazione dell’attività alla Camera di commercio;
  • aver restituito la licenza commerciale al Comune di residenza.

Bonus commercianti Inps per chi chiude l’attività: come funziona?

L’indennizzo per i commercianti 2019 spetta dal primo giorno del mese successivo, dalla data di presentazione della domanda telematica all’Inps. Spettano 513,01 euro al mese per tredici mensilità nel 2019 sino al raggiungimento dell’età di pensione di vecchiaia. E’ possibile presentare la domanda:

  • al servizio online Inps che sarà attivabile a breve;
  • tramite il contact center dell’Inps ai numeri verdi 803164 da telefono fisso gratuitamente o al numero 06164164 da telefono mobile a pagamento;
  • attraverso l’ufficio di patronato zonale.

Tale misura sarà finanziata con l’aliquota dello 0.9%, già dovuta agli iscritti degli esercenti delle attività dei commercianti Inps.

Auguriamo a tutti, Buon Anno 2019!

Valuta l'articolo
[Totali: 18 Media: 3.4]

Dona il tuo 5x1000 a Insindacabili

Posted by Nicola Di Masi

Nicola Di Masi, ideatore e creatore di contenuti per il sito insindacabili.it. Abilitato Consulente del Lavoro e responsabile Caf da Maggio 2008 a tutt'oggi. Ha lavorato come Consulente del Lavoro, come operatore di Patronato e ha coordinato le attività formative di un Organismo Formativo Accreditato.

41 Comments

  1. cesare simonazzi 3 Maggio 2019 at 1:35

    SE SI CHIEDE L,IND-COM IN ATTESA DELL,ANTICIPATA FORNERO DI 42 ANNI e 10 MESI e LE DUE PRESTAZIONI SI DOVREBBERO SOMMARE COME DA DECRETO LEGISLATIVO DEL 28/3/1996 e RIPRISTINATO DAL GOVERNO DAL 1/1/2019 I CONTRIBUTI FIGURATIVI VENGONO ACCREDITATI ? CORDIALI SALUTI CESARE

    1. Nicola Di Masi 3 Maggio 2019 at 22:27

      Per questa misura attendiamo il decreto del Ministero del Lavoro.

    2. Buonasera sono Juliet io chuiso mia partita iva a
      questa anno marzo,pero voglio sapare sa io posso recevi buons matarnita, 29 maggio io nato mio figlio a 29 maggio,voglio sapare sa posso dopo 5 or 6 mense.

  2. Buongiorno, sono iscritta come ditta individuale artigiana, nel 2018 ho fatto una” integrazione della scia” per la vendita al dettaglio. Ho compiuto 58 anni e ho circa 9 anni di contributi versat. Sono in grosse difficoltà lavorative e dovrei chiudere la mia attività ; posso accedere all’indennizzo Inps per chiusura attivita’.

    1. Nicola Di Masi 10 Aprile 2019 at 12:35

      Non ci sono ancora i dettagli tecnici per questa misura.

  3. Riguarda l’ indennizzo si e’ saputo se rientrono anche chi e rimasto fuori dal 2017 al 2019? Grazie.

    1. Nicola Di Masi 23 Marzo 2019 at 15:33

      Ancora non ci sono dettagli tecnici dal Ministero e dall’inps.

  4. Riguarda l’indennizzo chiusura attivita’ non si sa ancora nulla per quando riguarda la domanda? Grazie vorrei anche sapere se io avendo chiuso l’ attivita’ nel 2015 posso fare domanda avendo ora 59 anni grazie

    1. Nicola Di Masi 6 Marzo 2019 at 9:14

      Ancora non sono usciti i dettagli tecnici.

  5. Buongiorno Signor Nicola ecco cosa ha risposto l’Inps alla mia domanda è vero secondo lei?

    Contenuto della richiesta

    SALVE, SEMPRE IN MERITO ALL’INDENIZZO IN QUESTIONE DOBBIAMO ATTENDERE UN NUOVO MODELLO AP95 O SI POTREBBE UTILIZZARE IL VECCHIO MODELLO?NEL CASO IN CUI NON FOSSE POSSIBILE UTILIZZARE IL VECCHIO QUALI SARANNO LE TEMPISTICHE PER AVERE IL NUOVO MODELLO AP95 DISPONIBILE ONLINE?NELL’ATTESA CORDIALI SALUTI.-.

    Contenuto della risposta

    Il decreto legge non risulta ancora convertito in legge 2100

    1. Nicola Di Masi 25 Febbraio 2019 at 15:48

      Sì è vero, ma vale anche per il reddito di cittadinanza e quota 100. Per indennizzo bisogna attendere un ulteriore decreto ed istruzioni Inps

      1. E’ arrivato il decreto ed istruzioni dall’ inps riguardando le chiusure attivita’ grazie

      2. Nicola Di Masi 12 Marzo 2019 at 13:17

        Non ancora. Cordiali saluti.

Comments are closed.