Articolo aggiornato il 21 Gennaio 2022 da Stefano Mastrangelo

E’ online il simulatore per l’Assegno Unico Inps

Da Gennaio 2022 entrerà definitivamente in vigore il tanto atteso assegno unico universale, per i figli fino a 21 anni di età, che studiano, che svolgono un tirocinio formativo oppure quelli che sono impregnati nel servizio civile universale.

Sarà anche la mamma a beneficiarne, a partire dal settimo mese di gravidanza.

Il pagamento dell’assegno unico, avverrà sul codice IBAN fornito dal beneficiario durante la presentazione della domanda Inps.
Per agevolare il calcolo dell’importo e dare così al nucleo familiare una stima attendibile relativa agli importi spettanti, l’INPS, ha creato un apposito “tool” per la simulazione del calcolo dell’assegno.
Approfondiremo il tutto in questo articolo.

Assegno unico Inps 2022: a chi spetta?

L’assegno unico ed universale spetta:

  • ai lavoratori dipendenti pubblici e privati,
  • ai lavoratori anche autonomi,
  • ai disoccupati, per chi non ha alcun reddito o per coloro non percepiscono nessuna indennità INPS,
  • ai professionisti.

Per ottenere l’assegno unico universale si deve:

  • essere residenti in Italia per almeno due anni,
  • presentare il modello Isee 2022 prima di inviare la domanda (i nuclei familiari che non saranno in possesso di un modello Isee in corso di validità, potranno comunque ricevere l’importo minimo dell’assegno unico),
  • avere figli di età inferiore a 18 anni o inferiore a 21 anni, se studiano, frequentino un tirocinio o il servizio civile universale,
  • avere figli con disabilità senza limiti di età.

Assegno unico 2022: come inviare la domanda?

Per ottenere l’assegno unico universale 2022, si dovrà dunque presentare una domanda da Gennaio 2022, anche se il periodo di decorrenza cambierà (non più dal 1° luglio al 30 Giugno dell’anno successivo), ossia l’istanza online dei nuovi assegni familiari, partirà dal 1° Marzo 2021 e durerà sino alla fine di febbraio dell’anno successivo.

Per questo, sino al mese di Febbraio 2022, sarà ancora in vigore l’assegno temporaneo per i figli.

Gli importi dell’assegno unico universale:

  • partiranno da un minimo di 50 euro ai 175 euro al mese (a figlio) per i figli minori di 18 anni di età, più una maggiorazione di 20 euro per le mamme con un’età sino a 21 anni;
  • da 25 euro a 85 euro per i figli tra i 18 e i 21 anni;
  • dal terzo figlio è prevista un ulteriore maggiorazione tra i 15 e gli 85 euro a figlio in base al valore dell’Isee,
  • dal quarto figlio o più è prevista un’ulteriore maggiorazione forfettaria da 100 euro al mese,
  • per i nuclei con entrambi genitori lavoratori con un valore Isee basso (sino a 40.000 euro), riceveranno 30 euro in più.

Importi per Assegno Unico Inps

I nuclei familiari con indicatore ISEE superiore ai 40.000 percepiranno:

  • 50 euro al mese con un figlio, più una maggiorazione di 20 euro per le mamme con un’età sino a 21 anni;
  • 100 euro al mese con due figli, più una maggiorazione di 20 euro per le mamme con un’età sino a 21 anni;
  • 165 euro al mese con tre figli, più una maggiorazione di 20 euro per le mamme con un’età sino a 21 anni;
  • 330 euro al mese con 4 figli, più una maggiorazione di 20 euro per le mamme con un’età sino a 21 anni.

Ai figli minori disabili, senza limiti di età, gli importi dell’assegno unico sono differenti:

  • 105 euro al mese in più per le situazioni di non autosufficienza,
  • 95 euro in più in caso di disabilità grave (accertata dal verbale di Handicap)
  • 85 euro in più al mese nei casi di disabilità media (accertata sempre dal verbale di handicap)

Ai figli maggiorenni e sino a 21 anni di età il familiare percepirà:

  • 50 euro in più al mese,
  • Da 85 euro a 25 euro al mese per i figli con un’età superiore a 21 anni ed in base al valore dell’Isee.

Simulazione importo Assegno Unico Inps

Come fare per simulare l’importo spettante al nucleo familiare? Ebbene, come anticipato ad inizio articolo, l’INPS ha creato un servizio totalmente gratuito ed accessibile da ogni tipo di device e senza bisogno di credenziali per l’autenticazione.

Di quali dati si necessita per avviare il calcolo con il simulatore dell’Assegno Unico?
L’Inps richiede i dati relativi alla:

  • composizione del nucleo familiare, specificando il numero di figli, l’età anagrafica e l’eventuale stato di disabilità;
  • l’importo presunto ISEE – Se si inserisce il valore ISEE in corso di validità per l’anno 2022, il sistema fornisce un valore molto attendibile.
  • eventuale maggiorazione “transitoria”, per ottenere il calcolo della componente fiscale eventualmente spettante per i cittadini che sono in possesso di un ISEE fino ai 25.000 euro, in sostituzione delle detrazioni fiscali è necessario provvedere all’inserimento del reddito complessivo Irpef di ciascun genitore.
Simulazione Assegno Unico Inps

Compilando tutti i dati richiesti e cliccando poi sul pulsante verde, si otterrà la simulazione dell’Importo per l’Assegno Unico Inps. Più saranno accurati i dati inseriti e più il valore mostrato a video sarà veritiero per il nucleo familiare.

Un buon proseguimento di lettura da tutto lo staff di insindacabili.it

Leggi gli ultimi articoli pubblicati sul nostro sito:

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui