Articolo aggiornato il 19 Aprile 2023 da Stefano Mastrangelo

Circolare Inps aumenti Pensione di Maggio 2023

Pensione minime aumentate a Maggio 2023: ecco la circolare Inps – Finalmente in data tre Aprile 2023, dopo ben 3 tre mesi, è uscita la Circolare Inps, che incrementa gli importi delle pensioni pari o inferiori al trattamento minimo.

La legge di bilancio 2023 del Governo Meloni ha previsto al fine di contrastare gli effetti negativi dell’inflazione registrata negli ultimi anni (compresa la tredicesima):

  1. un incremento da Gennaio 2023 a Dicembre 2023 (compresa la tredicesima) di 1.5 punti percentuali e di 2.7 punti percentuali per l’anno 2024;
  2. un aumento delle pensioni minime per gli ultrasettantacinquenni, di 6.4 punti percentuali.

Calendario pagamenti cedolino di Maggio 2023 con aumenti?

Quindi nel mese di Maggio 2023 o al massimo a Giugno 2023, ci dovrebbe essere una voce nel cedolino di pensione che identifica questo incremento.

Le pensioni di Maggio 2023 saranno pagate:

  • il due Maggio 2023, per chi riscuote la pensione alle Poste,
  • dal 2 Maggio 2023, per chi accredita il trattamento pensionistico presso un Istituto bancario.

Per chi riscuote la pensione in contanti, presso le poste, dovrà anche rispettare l’ordine alfabetico a partire: (ritiro pensione in ordine alfabetico)

  • dal 2 Maggio 2023 per i cognomi dalla A alla C;
  • dal 3 Maggio 2023 per i cognomi dalla D alla K,
  • da giovedì 4 Maggio 2023 per i cognomi dalla L alla P,
  • da venerdì 5 Maggio 2023 per i cognomi dalla Q alla Z.

Rivalutazione pensione minime Maggio 2023: quanto spetta?

Dopo la pubblicazione della circolare numero 35 del 3 Aprile 2023, l’Inps dovrebbe provvedere alle operazioni di elaborazione del cedolino di Maggio 2023 con:

  • gli aumenti previsti dalla rivalutazione delle pensioni minime del 120%,
  • gli arretrati, da Gennaio ad Aprile 2023, dell’incremento percentuale di 1.5 punti percentuali per i trattamenti minimi e di 6,64 punti percentuali per gli over 75enni.

Il calcolo del nuovo importo sarà effettuato sull’imponibile lordo della pensione minima, aggiungendo una voce bene definita, nel cedolino di pensione, che la distingua dalle altre.

Ai pensionati con un trattamento minimo lordo di 563,74 euro, sarà riconosciuto un aumento di 8,46 euro ed un pagamento degli arretrati pari a 33,84 euro, per i mesi da Gennaio ad Aprile 2023.

Mentre per i soggetti pensionati ultrasettantacinquenni titolari di una pensione minima, riceveranno un incremento di 36,08 euro ed un pagamento degli arretrati di 144,32 per i mesi da Gennaio ad Aprile 2023.

Su questo nuovo importo, saranno applicate le trattenute previste dalla legge.

Riferimento normativo: Circolare numero 35 del 03-04-2023

Per essere aggiornato sulle novità fiscali e previdenziali, leggi i nostri ultimi articoli su insindacabili.it:

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui