Proroga scadenza tasse 2018 irpef, ires, irap e Iva per i titolari di partita iva

Il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 10 Agosto 2018, ha disposto la proroga della doppia scadenza del 20 agosto 2018 per il pagamento delle imposte irpef, ires, irap e iva.

Questo slittamento è riconosciuto solo ai titolati di partiva iva che optano per il versamento delle imposte in maniera rateale.

Proroga scadenza tasse 2018: quando si paga?

Il calendario delle scadenze fiscali dell’anno 2018, aveva previsto una doppia rata per il pagamento delle imposte dei redditi e Irap. Le scadenze erano le seguenti:

  • prima rata 20 Agosto 2018;
  • seconda rata 20 Agosto 2018, senza interessi;
  • terza rata il 17 Settembre 2018 con interessi dello 0,33 per cento;
  • quarta rata il 16 ottobre 2018 con interessi pari allo 0,66 per cento;
  • quinta rata 16 novembre 2018, con interessi dello 0,99 per cento.

Per i titolari di partita iva, il Ministero dell’Economia e finanze, ha previsto di spalmare la rata del 20 Agosto 2018 nelle altre quattro rate, riducendo da cinque a quattro, il numero dei versamenti con modello F24. Un decreto avvenuto in ritardo, in quanto i consulenti fiscali, hanno già predisposto il pagamento delle imposte, in base alle dichiarazione dei redditi dei propri clienti.

Proroga scadenza tasse 2018: nuove scadenze 2018

Per il pagamento dell’irpef, dell’ires, dell’Irap e dell’Iva, i titolari di partita iva possono pagare in queste scadenze:

  • 20 agosto 2018 per il versamento della prima rata;
  • 17 settembre 2018 per il pagamento della seconda rata;
  • 16 ottobre 2018 per il versamento della terza rata;
  • 16 Novembre 2018 per il pagamento dell’ultima rata.
Potrebbe interessarti anche  Problemi ricezione digitale terrestre TV: Help Interferenze

In questo caso, gli importi da rateizzare, devono essere maggiorati dello 0,40 per cento. Una proroga che comporta la variazione delle scadenze fiscali ed il ricalcolo degli interessi in relazione alle nuove date.

Scadenza tasse 730 senza sostituto

A differenza dei titolari di partiva iva, non sono cambiate le date di scadenza, per chi ha scelto di pagare le imposte direttamente alla banca o alla posta con il modello F24. Se il pensionato, il dipendente o il disoccupato ha presentato il modello 730 2018 senza sostituto e dal conguaglio della dichiarazione risulta che deve pagare, le date di scadenza per il versamento delle imposte sono:

  • entro il 02 luglio 2018 senza maggiorazione:
  • entro il 31 luglio 2018, per il pagamento della seconda rata;
  • la terza rata entro il 31 Agosto 2018;
  • la quarta rata entro il 01 ottobre 2018;
  • entro il 31 Ottobre 2018 il pagamento della quinta rata;
  • la sesta rata entro il 30 novembre 2018.

Scadenza tasse unico 2018 persone fisiche

Al contrario, se il contribuente ha inviato all’Agenzia delle Entrate, il modello Redditi Persone fisiche (Ex modello Unico 2018), potrà pagare le tasse 2018, a partire dal 2 Luglio 2018, con la maggiorazione dello 0,40 per il pagamento ratealeLe date di scadenza sono le seguenti:

  • entro il 20 Agosto 2018 per il versamento della prima rata;
  • non oltre il 31 agosto 2018 per il pagamento della seconda rata;
  • entro il 01 ottobre 2018 per versare la terza rata;
  • la quarta rata entro il 31 ottobre 2018;
  • la quinta rata entro il 30 novembre 2018.

Consulenza online di insindacabili.it

Se hai dubbi o vuoi chiarimenti sulle scadenze di pagamento, clicca la nostra area dedicata di consulenza online.

Valuta l'articolo
[Totali: 4 Media: 3.8]

Posted by Nicola Di Masi

Nicola Di Masi, ideatore e creatore di contenuti per il sito insindacabili.it. Abilitato Consulente del Lavoro e responsabile Caf da Maggio 2008 a tutt'oggi. Ha lavorato come Consulente del Lavoro, come operatore di Patronato e ha coordinato le attività formative di un Organismo Formativo Accreditato.

Invia il tuo Commento