Articolo aggiornato il

Che cos’è il modulo sr41? Quando si invia?

Il modulo IG Str Aut codice Sr41, è utilizzato dall’Inps, per il pagamento della cassa integrazione ordinaria, straordinarie, FIS e cassa integrazione in deroga, ai lavorati sospesi, per mancanza di commesse o per emergenze nazionali.

Il modello Sr41 viene inviato in via telematica all’Inps dal datore di lavoro, per comunicare informazioni utili al pagamento corretto delle integrazioni salariali e per l’accredito sull’estratto contributivo del lavoratore della contribuzione figurativa.

Questo modello deve essere sottoscritto dal lavoratore, salvi i casi di emergenza sanitaria nazionali, (come è successo durante il periodo del Coronavirus) per conoscere i giorni, le ore di sospensione, gli importi, i dati per il pagamento delle mensilità aggiuntive, tredicesima e quattordicesima e se è stato compilato correttamente il riquadro della modalità di pagamento.

Quando va inviato il modello Sr41?

Il modulo Sr41 si compone di diversi dati dei prestatori di lavoro. Questo modello va inviato all’Inps in via telematica, dopo che l’azienda riceve dall’Inps, il decreto di concessione, tramite PEC. Ad esempio un’azienda di 4 dipendenti, che deve presentare la cassa integrazione in deroga, prima di tutto deve fare richiesta alla Regione.

In seguito la Regione, entro 30 giorni, pubblica sul proprio sito internet, l’elenco delle aziende autorizzate ed in seguito il datore di lavoro, riceve dall’Inps tramite pec, il decreto di concessione. Solo dopo aver ricevuto il decreto di concessione dall’Inps, il datore di lavoro può inviare il modello Sr41, con i dati:

  1. anagrafici del/della dipendente,
  2. relativi al rapporto di lavoro: decreto di concessione, matricola azienda, dati di assunzione e data di fine rapporto, codice qualifica ed orario settimanale.
Dati anagrafici lavoratore Sr41
Dati anagrafici lavoratore Sr41

3. Dati per il pagamento delle mensilità correnti,

Dati CIG per il pagamento delle mensilità correnti
Dati CIG per il pagamento delle mensilità correnti

4. la modalità di pagamento, per accreditare tramite bonifico domiciliato o sul conto corrente, libretto, bancario o postale, la cassa integrazione del lavatore.

Dopo aver inviato il modello Sr141, il lavoratore riceverà la cassa integrazione entro 30/45 giorni dall’inoltro telematico. E’ importante controllare il fascicolo previdenziale Inps, per conoscere l’importo e le date di pagamento della Cassa integrazione.

Chi a tutt’oggi non ha ricevuto la cassa integrazione o non sa esattamente le ore sospese, deve chiedere al datore di lavoro: la ricevuta ed il modulo Sr41 inviato telematicamente all’Inps.

Consulenza telefonica insindacabili.it
Hai bisogno di una consulenza previdenziale online? Visita la nostra area dedicata alle consulenze online.

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui