Articolo aggiornato il 5 Ottobre 2020 da Nicola Di Masi

Rinnovo domanda Carta reddito di cittadinanza

Come fare domanda online sul sito Inps del reddito di cittadinanza? Dal 1° Ottobre 2020, è possibile rinnovare online, la domanda Reddito di cittadinanza, per coloro che hanno terminato le ricariche a Settembre 2020.

Entrando nel servizio online Inps: Reddito e pensione di cittadinanza, con le credenziali Inps (è ancora possibile entrare con il PIN Inps) e cliccando su GESTIONE DOMANDA, sul menu a sinistra e liste domande ed esiti, si visualizzerà stato domanda Terminata.

Stato domanda reddito di cittadinanza terminata
Stato domanda reddito di cittadinanza terminata

Lo stato della domanda è terminata, perché l’istanza online è stata presentata il 15 Marzo 2019 e le ricariche accreditate sulla carta rdc sono state 18, da Aprile 2019 a Settembre 2020. Questi beneficiari possono rinnovare la domanda reddito di cittadinanza online, dal 1° Ottobre 2020 e alle poste, dal 6 ottobre 2020 ed entro il 31 Ottobre 2020. (Per ricevere la ricarica rdc a Novembre 2020)

A chi è decaduta la carta Reddito di cittadinanza, bisogna controllare le ricariche ricevute. Se sono 18, bisogna provvedere al rinnovo entro il 31 Ottobre 2020. Nel mese di ottobre, per i beneficiari che hanno terminato le ricariche, non ci sarò nessun pagamento del Reddito di cittadinanza.

I titolari di pensione di cittadinanza, invece, riceveranno la ricarica ad Ottobre 2020 e non dovranno fare nessun rinnovo della domanda, in quanto avverrà tutto in automatico.

Reddito di cittadinanza come fare domanda online su Inps?

Dopo aver controllato la dicitura terminata, per rinnovare la domanda online Rdc da Ottobre, bisogna cliccare su Acquisizione sul menu a sinistra:

Reddito di cittadinanza come fare domanda online su Inps?
Reddito di cittadinanza come fare domanda online su Inps?

In seguito bisogna cliccare continua, nella sezione NUOVA DOMANDA:

Nuova richiesta Reddito di cittadinanza online
Nuova richiesta Reddito di cittadinanza online

Nella sezione, Quadro A, bisogna compilare:

  • i dati anagrafici,
  • lo stato di cittadinanza,
  • l’indirizzo di residenza, il Comune di residenza,
  • gli estremi del documento di riconoscimento non scaduto,
  • il numero di telefono del richiedente e l’indirizzo email di posta elettronica.
  • Se la domanda è presentata nell’interesse e per conto di altri, si indicano nella sezione in basso, i dati del rappresentante legale del soggetto impedito o incapace.
Reddito di cittadinanza sul sito Inps
Reddito di cittadinanza sul sito Inps

Nella sezione, Quadro B, bisogna cliccare: il richiedente dichiara di aver risieduto in Italia per almeno 10 anni e di risiedere in Italia da almeno due anni in modo continuativo (la residenza in Italia è inoltre richiesta per l’intera durata del beneficio) ed indicare la cittadinanza.

Allo straniero extracomunitario spetta il Reddito di cittadinanza solo se in possesso: di permesso di soggiorno di lungo periodo e titolari di protezione internazionale.

Quadro B domanda Reddito di cittadinanza
Quadro B online Reddito di cittadinanza

Nel quadro C bisogna dichiarare, cliccando sul quadratino:

  1. che all’atto della presente domanda è già stata presentata la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) ai fini ISEE per il medesimo nucleo familiare per il quale si richiede il RdC/PdC. Al riguardo è consapevole che in presenza di un componente di età inferiore ai 18 anni sarà considerato l’ISEE per prestazioni agevolate rivolte a minorenni o famiglie con minorenni. In assenza di componenti minorenni nel nucleo sarà considerato l’ISEE ordinario. In presenza di ISEE corrente sarà comunque considerato quest’ultimo. Attenzione! L’isee ordinario non bisogna aggiornarlo, perché è valido sino al 31/12/2020. Bisogna stare attenti, invece, alla scadenza dell’Isee corrente per chi l’ha presentato.
  2. che il richiedente è consapevole che, in corso di fruizione del beneficio, in caso di variazione del nucleo familiare rispetto alla attestazione ISEE in vigore, è necessario presentare una DSU aggiornata entro 2 mesi dalla variazione pena la decadenza dal beneficio. E’ necessario presentare anche una nuova domanda di RdC/PdC ad eccezione del caso di nascita o decesso di un componente. (in questi ultimi due casi bisogna aggiornare l’Isee, ma non presentare nuova domanda)
Quadro C domanda Rdc
Quadro C domanda Rdc

Nel quadro C bisogna dichiarare che:

  • nessun componente il nucleo è intestatario o ha piena disponibilità di autoveicoli immatricolati per la prima volta nei 6 mesi antecedenti la domanda di RdC/PdC, oppure autoveicoli di cilindrata superiore a 1.600 cc. o motoveicoli di cilindrata superiore a 250 cc., in entrambi i casi immatricolati per la prima volta nei 2 anni antecedenti la domanda di RdC/PdC, con esclusione di quelli per i quali è prevista una agevolazione fiscale in favore di persone con disabilità, nonché di navi e imbarcazioni da diporto di cui all’art. 3, comma 1, del d.lgs. 18 luglio 2005, n. 171. Dichiara inoltre che, rispetto a quanto dichiarato in sede ISEE: a) non sono intervenute variazioni del patrimonio immobiliare (diverso dalla casa di abitazione) che abbiano fatto superare le soglie del patrimonio immobiliare; b) non sono intervenute, a seguito di donazione, successione o vincite, variazioni del patrimonio mobiliare che abbiano fatto superare la soglia del patrimonio mobiliare.
  • Se il soggetto richiedente ha in corso un mutuo per l’acquisto o la costruzione, della casa di abitazione, bisogna cliccare sulla seconda opzione ed indicare la rata mensile media del mutuo ed il numero delle rate mensili residue.
Quadro D domanda online Reddito di cittadinanza
Quadro D domanda online Reddito di cittadinanza

Nel quadro E, si clicca solo, se uno o più componenti del nucleo familiare svolgono attività lavorativa, avviata durante il periodo di riferimento dell’Isee o successivamente ad esso.
In tali situazioni occorre compilare il modello Rdc/PdC – Com Ridotto. Se la DSU è presentata dal 1° gennaio al 31 Dicembre 2020, il modello va compilato per le attività iniziate dal 1° gennaio 2018. Purtroppo l’Inps dovrà aggiornare la dicitura indicata, in quanto l’Isee ordinario 2020 si riferisce ai reddito del 2018.

Quadro E Reddito di cittadinanza online
Quadro E Reddito di cittadinanza online

Come chiedere il rinnovo del Rdc sul sito Inps

Nel quadro F bisogna dichiarare se sono:

  1. presenti componenti in stato detentivo di cui (indicare numero minorenni e maggiorenni)
  2. componenti sottoposti a misura cautelare personale, nonché a condanna definitiva intervenuta nei 10 anni precedenti la richiesta per i delitti previsti dagli artt. 270-bis, 280, 289-bis, 416-bis, 416-ter, 422 e 640 bis del codice penale, di cui (indicare numero minorenni e maggiorenni),
  3. presenti componenti ricoverati in istituti di cura di lunga degenza o in altre strutture residenziali a totale carico dello Stato o di altra amministrazione pubblica di cui (indicare numero minorenni e maggiorenni),
  4. presenti componenti disoccupati a seguito di dimissioni volontarie nei 12 mesi successivi alla data delle dimissioni, fatte salve le dimissioni per giusta causa.

Infine bisogna cliccare su gli ultimi 3 quadratini.

Quadro F domanda online Reddito di cittadinanza
Quadro F rinnovo Reddito di cittadinanza

Nel quadro G bisogna dichiarare di aver in corso un Isee in corso di validità, di consentire al trattamenti dei dati personali e che tutte le dichiarazioni sottoscritte sono veritiere.

Sottoscrizione rinnovo Rdc
Sottoscrizione rinnovo Rdc

In seguito cliccando su conferma ed ok, il sistema indicherà l’esito positivo della domanda ed il numero di protocollo.

Entro 30 giorni dalla presentazione della domanda, è sempre possibile verificare l’esito della domanda reddito di cittadinanza, sempre nello stesso servizio online Inps, cliccando sul menu a sinistra: LISTA DOMANDE ED ESITI.
La prima ricarica sarà accreditata sulla stessa carta prepagata Rdc, quindi non verrà rilasciata una nuova, a partire dalla fine del mese di Novembre 2020.

Infine è fondamentale spendere tutti i soldi della carta Reddito di cittadinanza entro la fine del mese successivo alla ricarica mensile, per evitare una decurtazione dell’importo non speso.

Consulenza insindacabili.it
Per qualsiasi consulenza online sulla domanda online INPS Reddito di cittadinanza e Pensione di cittadinanza, visita subito la nostra area dedicata di consulenza online.

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui