Articolo aggiornato il 12 Luglio 2021 da Nicola Di Masi

Pagamento non arrivato indennità 2400 euro Inps

Come vedere se il bonus di 2400 euro è stata pagato? Molti lettori non hanno ricevuto il pagamento dell’indennità del decreto sostegni di 2400 euro. Per questo l’Inps, ha comunicato, i tempi per presentare un’eventuale riesame.

Per chi non ha ricevuto il pagamento del bonus di 2400 euro o non vede la data di disponibilità nel proprio fascicolo previdenziale del cittadino, prima di tutto deve controllare i requisiti dei lavoratori dell’indennità Covid, ed in particolare la circolare Inps numero 65 del 19 Aprile 2021.

L’Inps, con il messaggio 2564 del 09/07/2021, ha specificato che non dovevano presentare nessuna domanda, coloro che hanno già beneficiato dell’indennità di cui agli articoli 15 e 15-bis del decreto-legge 28 ottobre 2020, n. 137, convertito, con modificazioni, dalla legge 18 dicembre 2020, n. 176.

Bonus 2400 euro non arrivato: cosa fare?

I beneficiari dell’indennità Inps di 2400 euro, sono i lavoratori appartenenti alle seguenti categorie:

  • lavoratori stagionali e i lavoratori in somministrazione dei settori del turismo e degli stabilimenti termali,
  • lavoratori dipendenti stagionali appartenenti a settori diversi da quelli del turismo e degli stabilimenti termali,
  • lavoratori intermittenti,
  • lavoratori autonomi occasionali,
  • lavoratori incaricati alle vendite a domicilio,
  • lavoratori a tempo determinato dei settori del turismo e degli stabilimenti termali,
  • lavoratori dello spettacolo.

Per controllare i requisiti di ogni categoria di lavoratore, è indispensabile leggere il nostro articolo: Indennità Inps decreto sostegni di 2400 euro.

Per verificare l’esito della domanda, bisogna accedere sul servizio online: Indennità Covid 2021 (decreto Sostegni Bis) e cliccare su esiti. Se la domanda è respinta, è necessario cliccare su produci documentazione ed allegare i documenti che costituiscono il riesame.

Riesame Bonus di 2400 euro
Riesame Bonus di 2400 euro

E’ possibile presentare il riesame entro 20 giorni, a partire dal 9 Luglio 2021. Si può ricorrere all’Inps, anche per aver errato la categoria indicata, anche inviando una lettera di riesame con la documentazione allegata, tramite email, all’indirizzo riesamebonus600.nomesede@inps.it. Ad esempio per la sede Inps di Bari, il riesame si invierà tramite mail all’indirizzo: riesamebonus600.Bari@inps.it.

Perché il Bonus di 2400 euro mi è stato rifiutato?

E’ importante analizzare ogni situazione lavorativa, per poter fare ricorso, se la domanda risulta respinta. L’Inps, ad esempio, indica alcune motivazioni per aver respinto le domande:

  • errata categoria del lavoratore, (è possibile presentare riesame è indicare, con documenti allegati, l’esatta categoria del lavoratore richiedente);
  • l’assenza di titolarità di un rapporto di lavoro alla data del 24 Marzo 2021 per i lavoratori stagionali, a tempo determinato, anche somministrati del settore turismo e degli stabilimenti termali (compresi i lavoratori dello spettacolo);
  • assenza di un contratto di lavoro autonomo occasionale alla data del 24 Marzo 2021 per i lavoratori autonomi,
  • per i lavoratori dello spettacolo, il rapporto di lavoro deve essere sempre a tempo indeterminato, diverso dal contratto intermittente.

Per leggere tutte le motivazioni di reiezione della domanda Bonus di 2400 euro, è necessario controllare la propria situazione, consultando l’allegato al messaggio Inps, numero 2564 del 09/07/2021.

Consulenza online Professionale
Per qualsiasi consulenza previdenziale Inps con i nostri esperti di insindacabili.it, accedi al nostra pagina dedicata.

Gli ultimi articoli pubblicati sul nostro portale

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui