Articolo aggiornato il

Come compilare il modulo del nuovo Bonus Renzi?

In questi giorni, i datori di lavoro, stanno consegnando ai propri dipendenti, un modulo da compilare per ottenere il trattamento integrativo dei redditi di lavoro dipendente e assimilati e l’ulteriore detrazione fiscale. Cos’è e come funziona?

Il trattamento integrativo dei redditi di lavoro dipendente e assimilati è una somma riconosciuta a titolo di trattamento integrativo della retribuzione, che non concorre a formare il reddito, di un importo pari a 600 euro per l’anno 2020 e 1200 per l’anno 2021, se il reddito da lavoro dipendente è inferiore a 28.000 euro.

A questa si aggiungere un ulteriore detrazione fiscale per i redditi più alti.

Come si calcola il trattamento integrativo dl 3/2020?

Il decreto legge 3/2020, istituisce il trattamento integrativo (ex Bonus Renzi) per le prestazioni lavorative dipendenti, svolte dal 1° luglio 2020.

E’ il datore di lavoro, come sostituto di imposta, che riconosce il nuovo trattamento integrativo sulle retribuzioni, da luglio 2020. Si prendono come riferimento le retribuzioni erogate da Luglio 2020 a Dicembre 2020 e si verifica alla fine dell’anno, in sede di conguaglio fiscale, la spettanza o meno del nuovo importo.

Nel caso in cui non spetta il nuovo Bonus Renzi ed il recupero dell’importo è superiore a 60 euro, il debito di imposta è effettuato in 4 rate, a partire dalla busta paga del mese di dicembre. Per il datore di lavoro non è un costo, in quanto lo stesso credito è recuperato e compensato, quando paga le imposte ed i contributi dei lavoratori dipendenti. Spetta un importo paria a:

  1. 100 euro mensili (1200 euro annuali) per i lavoratori dipendenti, disoccupati in Naspi e pensionati con Ape social, con un reddito complessivo annuale tra gli 8200 euro e 28.000 euro. Un aumento di 20 euro mensili, rispetto agli 80 euro del Bonus Renzi.

Ai sensi dell’articolo 2 del decreto legge 3/2020, ai lavoratori dipendenti, spetta un ulteriore detrazione fiscale, da Luglio a Dicembre 2020, rapportata al periodo di lavoro, pari ad euro:

  • 480 euro, aumentata del prodotto tra 120 euro e l’importo corrispondente al rapporto tra 35.000 euro, diminuito del reddito complessivo, e 7.000 euro, se l’ammontare del reddito complessivo è superiore a 28.000 euro ma non a 35.000 euro;
  • 480 euro, se il reddito complessivo è superiore a 35.000 euro, ma non a  40.000 euro; la detrazione spetta per la parte corrispondente al rapporto tra l’importo di 40.000  euro, diminuito del reddito complessivo, e l’importo di 5.000 euro.

Come si compila modulo?

In questi giorni il datore di lavoro, sta consegnando ai propri lavoratori dipendenti, un modulo denominato: “Comunicazione ai fini dell’erogazione del trattamento integrativo dei redditi di lavoro dipendente ed assimilati e dell’ulteriore detrazione fiscale, articolo 1 e 2 del DL n. 3/2020.

Per ottenere il trattamento integrativo e l’ulteriore detrazione fiscale bisogna sbarrare su:

X richiedo l’applicazione del Trattamento integrativo e dell’ulteriore detrazione fiscale, se si vuole percepire il nuovo importo mensilmente, da Luglio 2020, oppure bisogna sbarrare su richiedo la non applicazione mensile, per riceverlo a Dicembre (solo in caso di diritto), in sede di conguaglio fiscale.

x Comunico che percepirò presuntivamente nell’anno 2020 ulteriori redditi aggiuntivi, rispetto a quello derivante dal rapporto di lavoro dipendente. Ad esempio in questa sezione bisogna indicare i redditi di eventuali canoni di locazione percepiti o altri redditi di lavoro autonomo occasionale.

Ai fini del calcolo del reddito, non si conta il reddito della casa di abitazione e di pertinenza, mentre è inclusa:

  • la quota degli emolumenti percepiti dai docenti e dai ricercatori,
  • il reddito dei lavoratori rimpatriati.

Per tutti gli approfondimenti, è indispensabile leggere il nostro articolo: Bonus 100 euro o 20 euro nella busta paga di Luglio 2020?

Consulenza online di insindacabili.it
Se hai bisogno di una consulenza personalizzata sul trattamento integrativo da Luglio 2020, puoi visitare la nostra area dedicata di consulenza online.

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui