Visite fiscali: dal primo settembre orari e controlli più severi

Dal primo settembre 2017 sarà unicamente l’Inps ad effettuare le visite fiscali di controllo sia per i dipendenti privati ed ora anche per i dipendenti pubblici.

Infatti il datore di lavoro privato o l’amministrazione pubblica può richiedere all’Inps con un apposito servizio online (Richiesta Visite Mediche di Controllo – Polo unico VMC – ) di controllare, con una visita fiscale, la malattia del lavoratore dipendente sia pubblico e sia privato in caso di malattia ed assenza dal lavoro. Rimane, comunque, il controllo d’ufficio, senza alcuna richiesta da parte del datore di lavoro o amministrazione pubblica.

Quindi sarà solo l’Inps a controllare, anche più volte in un giorno, la malattia di tutti i lavoratori. L’Inps si è attrezzata, per questo, di un nuovo software per verificare i probabili “furbetti” e terrà sotto controllo soprattutto chi si ammala frequentemente e chi allunga i giorni di prognosi in base alla patologia riscontrata. Tale nuova normativa non si applica alle forze di polizia, le forze armate ed i vigili del fuoco.

Gli orari delle visite fiscali da parte dei medici dell’Inps restano uguali, fino ad approvazione del nuovo decreto da parte del governo come richiesto dall’Inps.

Orari di reperibilità per dipendenti privati e pubblici

Gli orari di reperibilità per le visite fiscali dei dipendenti privati sono dal lunedì alla domenica, 7 giorni su 7:

  • dalle ore: 10:00 alle ore: 12:00.
  • dalle ore: 17:00 alle ore: 19:00.

Per i dipendenti pubblici gli orari di reperibilità delle visite fiscali da parte dell’Inps sono  7 giorni su 7, compresi i giorni non lavorativi, come i festivi, i prefestivi e i weekend:

  • dalle ore 9.00 alle ore 13.00;
  • dalle ore 15:00 alle ore 18:00.

Se sono dipendente pubblico e privato e devo assentarmi dal lavoro per malattia, cosa devo fare?

Per prima cosa devi contattare o recarti personalmente al Tuo medico curante. Lo stesso, dopo aver controllato il Tuo stato di salute, invierà telematicamente il certificato medico all’Inps. In seguito dovrai comunicare tempestivamente al datore di lavoro il numero del certificato medico.

Dopo torna a casa e restaci (salvo i casi di controlli e visite specialistiche), fino al termine della Tua malattia. E’ probabile una visita da parte dell’Inps, più volte in un giorno, anche dopo qualche ora dalla visita fiscale a domicilio nello stesso giorno.

Se sei un dipendente pubblico e devi assentarti dal Tuo domicilio per visite specialistiche, ai sensi del decreto legislativo 75/2017,  devi avvisare unicamente la Tua amministrazione, la quale successivamente provvederà ad avvisare l’Inps tramite il sevizio online: “Richiesta Visite Mediche di Controllo (Polo unico VMC)“.

Se sono assente durante la visita fiscale che succede?

Quando il medico dell’Inps vieni a controllare la Tua malattia e sei assente dal Tuo domicilio, il tuo datore di lavoro o l’amministrazione pubblica può applicarti diverse sanzioni disciplinari come previste dalla Contrattazione Collettiva Nazionale del lavoro.

Le sanzioni disciplinari in caso di assenza durante la visita di controllo sono:

  • non avrai più diritto al 100% retribuzione per i primi 10 giorni di malattia;
  • per i successivi giorni di malattia invece subirai una retribuzione scenderà al 50%;
  • nei casi più gravi, licenziamento disciplinare senza preavviso.

L’inps ti considererà assente anche nei seguenti casi:

  • il lavoratore è negligenze o per altri motivi rende impossibile o inattuabile la visita medica di controllo;
  • non si presenta alla visita di controllo ambulatoriale.
  • non aver udito il campanello durante il riposo o per altri motivi, o per malfunzionamento dello stesso;
  • mancanza del nominativo del lavoratore sul citofono;
  • mancata o incompleta comunicazione della variazione di domicilio o del luogo di reperibilità;
  • espletamento di incombenze effettuabili in orari diversi.

Dopo l’assenza dalla visita di controllo hai 15 giorni per giustificare la Tua assenza.

Per chiarimenti contattati o commenta questa articolo!

Hai trovato utile il nostro articolo? Hai chiarito qualche dubbio in merito ad un argomento? Effettua una Donazione ed aiutarai il nostro Team ad aggiornarti sempre con le ultime Novità 😉


Valuta l'articolo
[Totali: 2 Media: 5]

Posted byNicola Di Masi

Nicola Di Masi, ideatore e creatore di contenuti per il sito insindacabili.it. Abilitato Consulente del Lavoro e responsabile Caf da Maggio 2008 a tutt'oggi. Ha lavorato come Consulente del Lavoro, come operatore di Patronato e ha coordinato le attività formative di un Organismo Formativo Accreditato.

Invia il tuo Commento