Articolo aggiornato il 1 Aprile 2022 da Nicola Di Masi

Un ulteriore Taglio agli assegni familiari del coniuge

Assegni familiari per coniuge a carico dal 1° marzo 2022 – Con l’introduzione dell’Assegno unico ed universale, sono stati eliminati gli assegni familiari per i figli fino a 21 anni. E cosa succede all’assegno per il coniuge?

La circolare Inps numero 34 del 28 Febbraio 2022 prevede che “a partire dal 1° marzo 2022 si producono i seguenti effetti sulla disciplina richiamata:

  • non saranno più riconosciute le prestazioni di Assegno per il nucleo familiare e di Assegni familiari, riferite ai nuclei familiari con figli e orfanili per i quali subentra la tutela dell’Assegno unico;
  • continueranno, invece, ad essere riconosciute le prestazioni di Assegno per il nucleo familiare e di Assegni familiari riferite a nuclei familiari composti unicamente dai coniugi, con esclusione del coniuge legalmente ed effettivamente separato, dai fratelli, dalle sorelle e dai nipoti, di età inferiore a diciotto anni compiuti ovvero senza limiti di età, qualora si trovino, a causa di infermità o difetto fisico o mentale, nell’assoluta e permanente impossibilità di dedicarsi ad un proficuo lavoro, nel caso in cui essi siano orfani di entrambi i genitori e non abbiano conseguito il diritto a pensione ai superstiti.”

Dal 1° Marzo 2022 prenderò gli assegni familiari di mia moglie?

Molti lavoratori si stanno chiedendo, se vedranno gli importi degli assegni familiari spettanti al coniuge, sulla busta paga di marzo 2022.

Percepiranno gli assegni familiari del coniuge, solo se, all’interno del nucleo familiare, NON sono presenti:

  • un figlio minorenne a carico; (minore di 18 anni di età)
  • un figlio maggiorenne a carico, fino al compimento dei 21 anni di età, per il quale ricorra una delle seguenti condizioni:
  1. frequenti un corso di formazione scolastica o professionale, ovvero un corso di laurea;
  2. svolga un tirocinio ovvero un’attività lavorativa e possieda un reddito complessivo inferiore a 8.000 euro annui;
  3. sia registrato come disoccupato e in cerca di un lavoro presso i servizi pubblici per l’impiego;
  4. svolga il servizio civile universale;
  5. figlio con disabilità a carico, senza limiti di età.

Quindi spetta l’assegno familiare per il coniuge sono per i nuclei familiari senza figli e per coloro che non hanno chiesto l’assegno unico universale.

Assegni familiari per coniuge a carico dal 1° marzo 2022: come presentare domanda?

I lavoratori dipendenti pubblici e privati, dovranno controllare sulla busta paga di Marzo 2022, l’importo degli assegni familiari (per i nuclei senza figli) e soprattutto le detrazioni fiscali, per di più, per quei nuclei familiari che hanno anche presentato l’assegno unico.

Infatti, in questo mese, molti lavoratori avranno ricevuto dal proprio datore di lavoro, il modello di detrazioni fiscale, per compilare correttamente il cedolino paga di Marzo 2022.

Per i nuclei familiari senza figli o per coloro che non hanno presentato l’assegno unico ed universale, se non ricevono l’assegno familiare per il coniuge, sulla busta paga di Marzo 2022 (dipendenti privati), dovranno inviare la domanda degli assegni familiari sul servizio online: Prestazione a sostegno del reddito – ANF dipendenti aziende attive.

Assegno familiare coniuge dal 1° Marzo 2022
Assegno familiare coniuge dal 1° Marzo 2022

L’Inps ricorda, che a seguito della variazione della normativa degli assegni familiari, dal 1° Marzo 2022, potranno essere presentate le domande degli assegni, SOLO per i seguenti rapporti di parentela:

  • Fratello e sorella,
  • nipote collaterale,
  • coniuge e parte di unione civile, per chi non ha presentato domanda Assegno unico.

In seguito nella procedura, bisogna dichiarare l’assenza nel nucleo familiare delle seguenti opzioni indicate precedentemente e di non percepire e di non far parte di un nucleo familiare che percepisce l’Assegno unico.

Dichiarazioni Assegno familiare dal 1° Marzo 2022
Dichiarazioni Assegno familiare dal 1° Marzo 2022

I dipendenti pubblici, invece, dovranno presentare la modulistica Anf, alla propria amministrazione.

Per i lavoratori che non hanno percepito le detrazioni fiscali del coniuge, basta richiedere al datore il modello di detrazioni fiscale e compilarlo correttamente, indicando il coniuge a carico fiscalmente. Per essere a carico il coniuge non deve superare nell’anno 2022, un reddito complessivo di 2840,51 euro.

Riferimento normativo: Circolare INPS numero 34 del 28 Febbraio 2022

Cosa ne pensi del nuovo importo dell’Assegno unico? E’ più conveniente rispetto agli assegni familiari ed alle detrazioni precedenti? Facci sapere e buona lettura.

2 Commenti

  1. Salve.. Non è conveniente per niente l’assegno unico nel mio caso io percepivo un assegno familiare di circa 206 euro adesso con l’assegno unico ne percepisco 129 euro
    Come mai?

    • Purtroppo il nuovo assegno unico dipende dal valore Isee e dalle maggiorazioni per i genitori che lavorano o sono in disoccupazione Naspi

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui