Assegno di maternità dello Stato di 2132,39 euro

L’assegno di maternità dello Stato, è un contributo economico, per le lavoratrici ed i lavoratori aticipi e discontinui, pagato direttamente dall’Inps, dopo la nascita di un bebè. Questa misura non bisogna confonderla con l’assegno di maternità del Comune, una prestazione economica per le donne disoccupate e con un importo inferiore rispetto all’assegno di maternità dello Stato. Vediamo insieme tutti i requisiti, gli importi e la domanda Inps.

A chi spetta l’assegno di maternità dello Stato

L’art. 75 del Dgls. 151 del 26/03/2001, riconosce il beneficio economico di maternità dello Stato:

  1. alle mamme,
  2. al padre,
  3. agli affidatari preadottivi,
  4. al coniuge della madre adottante o dell’affidataria preadottiva,
  5. all’adottante non coniugato,
  6. agli affidatari, nel caso di non riconoscimento da parte dei genitori.

La richiedente o il richiedente deve avere:

  • la residenza in Italia,
  • la cittadinanza italiana o della comunità Europea,
  • il permesso di soggiorno di lungo periodo CE, se stranieri.

Requisiti per ottenere l’assegno di maternità dallo Stato

L’assegno di maternità dello Stato è concesso alla madre con i seguenti requisiti:

  • avere almeno 3 mesi di contribuzione per maternità, nel periodo tra i 18 e i 9 mesi, precedenti alla data del parto o all’effettivo ingresso del bambino all’interno della famiglia, in caso di adozione nazionale o affidamento preadottivo, ovvero dal momento dell’ingresso in Italia in caso di adozioni internazionali,
  • durante il periodo di gravidanza, ha risolto il contratto di lavoro, anche per dimissioni volontarie e può far valere 3 mesi di contributi nel periodo compreso dai 18 ai 9 mesi, precedenti alla data del parto,
  • la lavoratrice ha lavorato per 3 mesi e non ha diritto a prestazioni a sostegno del reddito dell’Inps, se il periodo compreso tra la data della perdita del diritto e la data del parto o l’effettivo ingresso in famiglia, non superi né il periodo delle prestazioni Inps godute e né i 9 mesi.

Il contributo economico è riconosciuto al padre:

  • se in possesso dei requisiti contributivi della madre, nel momento in cui il figlio è stato abbandonato dalla madre o nel caso di affidamento esclusivo del padre,
  • se in possesso dei requisiti contributivi della madre e risulti affidatario preadottivo, in caso di separazione dei coniugi,
  • al padre adottante durante la separazione dei coniugi, con i requisiti contributivi della madre,
  • adottante non coniugato,
  • in caso di decesso della madre naturale, di quella adottiva o affidataria adottiva.
Potrebbe interessarti anche  Il rimborso fiscale 730 2019 senza sostituto: quando arriva?

Il padre deve essere residente in Italia, possedere i requisiti contributivi della madre ed avere i requisiti della cittadinanza della madre.

Come richiedere la maternità dallo Stato: quanto spetta?

Ai richiedenti genitori, spetta un assegno in un’unica soluzione, pagato direttamente dall’Inps di 2132,39 euro per l’anno 2019. L’importo dell’assegno è rivalutato ogni anno, in base all’inflazione e pubblicato nella circolare sui salari medi convenzionali, che l’Inps pubblica ogni anno (Circolare n. 6 del 25/01/2019). E’ necessario presentare la domanda telematica all’Inps entro 6 mesi:

  • dalla nascita del bebè,
  • dall’effettivo ingresso in famiglia, in caso di adozione o affidamento,
  • dall’effettivo ingresso in italia, in caso di adozione internazionale.

La domanda è possibile inoltrarla tramite (Messaggio Inps n. 3014 del 27/07/2018):

  • il contact center dell’Inps al numero verde 803164 (telefono fisso gratuito) o lo 06164164 (da telefono cellulare a pagamento),
  • tramite gli uffici zonali di patronato (controlla le tariffe del patronato per inviare questa pratica),
  • tramite il Pin Inps dispositivo del richiedente.

Se vuoi presentare la domanda autonomamente con il Pin Inps dispositivo, accedi al servizio online Inps: Domande per prestazioni a sostegno del reddito.

prestazioni a sostegno del reddito
prestazioni a sostegno del reddito

Clicca su Maternità – Acquisisci domanda – Assegno di Maternità dello Stato

Assegno di Maternità dello Stato
Assegno di Maternità dello Stato

Vai avanti con la procedura ed allega:

  1. il modello Sr163 compilato correttamente, timbrato e firmato dalla banca o dalla Posta, per ricevere l’accredito sul conto corrente postale o bancario,
  2. il certificato di nascita del bebè con codice fiscale,
  3. il documento d’identità del richiedente in corso di validità.

In seguito per controllare lo stato della domanda, clicca nel servizio online dell’Inps: Consultazione domande.

Data di pagamento Assegno di Maternità: quando arriva?

Per visualizzare la data di pagamento dell’assegno di maternità dello Stato, accedi al sito dell’Inps in fascicolo previdenziale. Inserisci il codice fiscale e il Pin Inps, lo Spid o la carta nazionale dei servizi e clicca su Prestazioni, Pagamenti. Visualizzerai l’importo del pagamento del bonus maternità, per le lavoratrici atipiche e discontinue, in corrispondenza di PRESTAZIONI – prestazioni sociali.

Assegno di maternità 2019
Assegno di maternità 2019

Entro 120 giorni dalla domanda, riceverai una risposta ed il conseguente pagamento da parte dell’Inps.

Consulenza del Team di insindacabili.it

Per qualsiasi dubbio sulla domanda di maternità dello Stato, clicca sul nostro servizio di Consulenza ed assistenza previdenziale online.

Valuta l'articolo
[Totali: 4 Media: 5]

Se ci sono dei commenti, troverai già la risposta al tuo quesito - Leggi prima di commentare ;)