Articolo aggiornato il 31 Marzo 2021 da Nicola Di Masi

Arretrati pensionati invalidi civili ultime notizie

Chi sono i pensionati invalidi che hanno diritto alla maggiorazione sociale? Dal 20 Luglio 2020, gli invalidi totali con 18 anni di età, hanno diritto all’aumento della pensione sino ad importo di 651 euro.

L’articolo 38 della legge n. 448/2001, aveva già previsto il famoso aumento al milione, per gli invalidi civili totali con un’età maggiore di 60 anni, in possesso di determinati limiti di reddito.

Mentre l’articolo 15 del Decreto legge numero 104/2020, ha previsto la maggiorazione della finanziaria 2002, anche ai pensionati inabili (100% di invalidità), ciechi civili assoluti ed ai sordomuti, con un’età minima di 18 anni, a partire dal 20 luglio 2020.

Pensioni invalidi civili aumenti arretrati da 60 anni

Come abbiamo detto, i pensionati invalidi civili con un’età minima di 60 anni, prima del 20 Luglio 2020, avevano diritto all’aumento al milione se rispettavano questi requisiti:

  • età maggiore di 60 anni,
  • titolare al momento del compimento dei 60 anni, di pensione di invalidità civile totale, riconosciuta al 100%, di pensione di inabilità, di pensione per ciechi assoluti e sordomuti,
  • possedere un reddito personale inferiore a 8469,63 euro (compreso l’assegno, senza includere l’indennità di accompagnamento) e coniugale di 14447.42 euro.

L’aumento al milione, veniva riconosciuto d’ufficio all’età di 60 anni, senza inoltrare nessuna domanda all’Inps.

Per molti pensionati, però, la ricostituzione automatica da parte dell’Inps non è avvenuta, a partire dall’età di 60 anni e per questo il pensionato invalidità, ad esempio con un’età di 65 anni, che non ha mai ricevuto nessuno aumento rilevante, può richiedere gli arretrati della maggiorazione per ben 5 anni.

Come richiedere gli arretrati agli invalidi civili totali?

Per richiedere gli eventuali arretrati della maggiorazione della finanziarie del 2002, prima di tutto bisogna controllare tutti gli obis M dall’età di 60 anni, sino ad oggi ed i requisiti:

  • minimo 60 anni,
  • invalidità totale, sordomuto o cieco assoluto,
  • redditi personali e coniugali come indicati precedentemente.

Ad esempio un pensionato con una percentuale di invalidità al 100% (riconosciuta all’età di 60 anni), con un’età di 62 anni ed un reddito inferiore a 8469,63 euro (senza coniuge), ha diritto all’aumento della pensione a partire dal mese successivo al compimento dei 60 anni.

Per richiedere gli arretrati della pensione, bisogna presentare una nuova domanda online all’Inps tramite il patronato o accedendo al servizio online Inps: Domande di prestazioni pensionistiche.

All’interno della domanda di ricostituzione per maggiorazioni sociali, dobbiamo indicare i nostri dati anagrafici, selezionare la pensione di invalidità ed indicare nel:

  • Prodotto: Reddituale
  • tipo: Maggiorazione sociale.
Ricostituzione per aumento pensioni di invalidità
Ricostituzione per aumento pensioni di invalidità

Leggi gli ultimi articoli pubblicati sul nostro sito:

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui