Bonus riscaldamento 2023 chi ne ha diritto?
Bonus riscaldamento 2023 cos'è e come richiederlo?
Vota questo post

Come funziona il nuovo bonus riscaldamento?

Bonus riscaldamento 2023 chi può richiederlo? Dopo gli annunci dei cali dei costi, delle bollette di luce e gas per l’anno 2023 dall’ARERA (l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) per aiutare tutti i cittadini, famiglie ed imprese, per far fronte agli aumenti dovuti al caro vita, il 28 Marzo 2023, sono state introdotte nuove misure di contrasto al caro energia.

Chi ha diritto al bonus riscaldamento 2023?

Considerando il periodo che stiamo vivendo di grande incertezza economica e difficoltà nella gestione delle spese familiari, in particolare quelle relative a energia elettrica e gas, il nuovo bonus riscaldamento varrà in sostanza per i mesi di ottobre, novembre e dicembre 2023, a prescindere dalle soglie Isee.

Quindi questa nuova agevolazione affiancherà i bonus sociali legati all’Isee, che continueranno ad esistere.

Per accedere al bonus riscaldamento senza tener conto del modello Isee, si dovranno verificare due condizioni:

  • il bonus sarà erogato nel periodo autunnale, con riferimento ai mesi di ottobre, novembre e dicembre 2023, nel caso in cui i prezzi giornalieri del gas naturale sul mercato, superino la soglia di 45 Euro/MWh;
  • i beneficiari saranno tutti i titolari di utenze domestiche, che non si avvalgono dei bonus sociali legati alla soglia Isee del nucleo familiare.

Come richiedere il bonus riscaldamento? Le condizioni di accesso e i criteri di applicazione del bonus riscaldamento, saranno definiti con un apposito e prossimo decreto. Si ribadisce che le famiglie non dovranno presentare un modello Isee per ottenerlo.

Come funziona il bonus riscaldamento condominiale?

Dal 01 Gennaio 2021, il bonus sociale viene riconosciuto in automatico a tutti i nuclei che presentano la DSU aggiornata, con un valore Isee inferiore a 15 mila euro (prima 12 mila). In presenza di 4 figli a carico, il limite Isee si eleva a 20 mila euro.

In presenza di fornitura condominiale di gas naturale, occorrerà comunicare ad ARERA, il codice PDR, che identifica appunto la fornitura condominiale.

Per tutti gli approfondimenti sul bonus bollette 2023, leggi i nostri ultimi articoli su insindacabili.it:

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui