Bustone Inps dichiarazione annuale pensionati

In arrivo il bustone Inps, per comunicare i redditi degli invalidi civili, dei pensionati con assegno o pensione sociale e per gli anziani che percepisco la famosa indennità di accompagnamento per patologie più gravi.

Hai mai sentito parlare del modello ICLAV (per gli invalidi civili), del modello ACC.AS/PS ( per i pensionati con assegno o pensione sociale) e del modello ICRIC, per chi usufruisce dell’indennità di accompagnamento? 

Bustone Inps come arriva?

Il bustone Inps è una comunicazione da parte dell’Inps, con il quale l’Istituto chiede a particolari categorie di pensionati, di dichiarare:

  • la residenza in Italia;
  • eventuali ricoveri gratuiti o a pagamento nel corso dell’anno 2017-2018;
  • lo svolgimento di un’attività lavorativa;
  • i redditi percepiti in Italia o all’estero attraverso il modello RED.

Il bustone Inps arriverà anche quest’anno al domicilio dei pensionati? Sicuramente anche per l’anno 2018, arriverà una comunicazione dell’Inps all’indirizzo di residenza del pensionato, per dichiarare i propri redditi. Per esserne sicuri, ti consigliamo di scaricare il bustone Inps, accedendo al servizio online dell’Inps: Cassetta postale online.

Come scaricare il bustone Inps?

Se entro il 31 gennaio 2019,  non ricevi la lettera per l’accertamento dei requisiti Inps, per alcune prestazioni assistenziali come l’invalidità civile, ti consigliamo di scaricare con il codice Pin Inps, il BUSTONE nella cassetta postale online dell’ Inps. Accedi al sito dell’Inps: www.inps.it e scrivi sulla barra cerchi servizi: cassetta postale online. Clicca su scheda prestazione, accedi al servizio ed inserisci il codice fiscale ed il tuo Pin Inps.

Servizio Inps Cassetta Postale online

Servizio Inps Cassetta Postale online

In seguito visualizzerai, nell’oggetto della cassetta postale, la dicitura BUSTONE con data invio 2018.

Bustone Inps

Bustone Inps

Cos’è il bustone Inps?

Il bustone Inps è una comunicazione necessaria per dichiarare i diversi modelli predisposti dall’Inps. Infatti all’interno di questa comunicazione, troverai la categoria ed il numero di pensione del pensionato, la data di scadenza per inviare questo modello e il numero di matricola necessario, ai caf o al dichiarante, per inviare telematicamente all’Inps il modello ICLAV, ICIRIC e ACC. AS/PS.

Potrebbe interessarti anche  Passaporto online 2018: costi, documenti, tempi

Il modello ICLAV è il modello riservato agli invalidi civili, per dichiarare annualmente l’eventuale attività lavorativa svolta ed i redditi percepiti imponibili irpef percepiti nell’anno di riferimento. Ricordiamo che gli invalidi civili, che ricevono un’indennità Inps pari a 282,55 euro nell’anno, non devo superare determinati limiti di reddito:

  • euro 4853,29 lordi, nel caso in cui il richiedente abbia un’invalidità accertata tra il 74% ed il 99%;
  • euro 16.664,36, nel caso di invalidi totali con un’inabilità pari al 100%.

Il modello ICRIC, è utilizzato per dichiarare, gli eventuali ricoveri gratuiti a carico dello Stato, per chi usufruisce dell’indennità di accompagnamento Inps di 500 euro circa. Per questi pensionati con patologie gravi, non è necessario dichiarare il reddito, ma solo i ricoveri presso strutture pubbliche a titolo gratuito.

Con il modello ACC. AS/PS, i pensionati titolari di assegno o pensione Inps, devono dichiarare la residenza in Italia. Mentre se l’Inps richiede l’invio del modello RED, il pensionato dovrà dichiarare i redditi in possesso sia in Italia che all’estero.

Come presentare la dichiarazione all’Inps?

La dichiarazione di responsabilità da inviare all’Inps per la continuità dei pagamenti delle invalidità civili, degli assegni o delle pensioni sociali e delle indennità di accompagnamento, possono essere presentate in via telematica:

La dichiarazione dovrà essere presentata entro e non oltre la scadenza indicata nel bustone Inps, che probabilmente sarà in data 15/02/2019.

Per i disabili con problematiche intellettive o psichiche ed in assenza di un tutore, non va resa nessuna dichiarazione all’Inps. In alternativa, deve essere consegnato direttamente agli uffici Inps:

  • un certificato medico attestante le patologie del pensionato,
  • un documento d’identità non scaduto del disabile,
  • la comunicazione ricevuta tramite il bustone Inps.

Sono indispensabili gli invii telematici di questi modelli, per ricevere correttamente le prestazioni assistenziali da parte dell’Inps.

Consulenza online di insindacabili.it

Per qualsiasi problematica Inps, puoi avvalerti dei nostri servizi personalizzati, accedendo all’area dedicata consulenza online.

Valuta l'articolo
[Totali: 2 Media: 1.5]

Posted by Nicola Di Masi

Nicola Di Masi, ideatore e creatore di contenuti per il sito insindacabili.it. Abilitato Consulente del Lavoro e responsabile Caf da Maggio 2008 a tutt'oggi. Ha lavorato come Consulente del Lavoro, come operatore di Patronato e ha coordinato le attività formative di un Organismo Formativo Accreditato.

3 Comments

  1. Salve, non capisco la situazione x fare semplice la situazione, che cosa vuol dire , e’ cosa si deve fare per l’invalidita’ 80% grazie

    Rispondi

    1. Nicola Di Masi 6 novembre 2018 at 23:45

      Gli invalidi civili parziali devono controllare se devono presentare la doxhiraioRr dichiarazione

      Rispondi

    2. Nicola Di Masi 8 novembre 2018 at 19:30

      Deve controllare al caf o sulla cassetta postale online, sul sito dell’Inps se c’è una comunicazione denominata bustine. Se sì deve comunicare i redditi percepiti nell’anno richiesto

      Rispondi

Invia il tuo Commento