Articolo aggiornato il 8 Gennaio 2023 da Nicola Di Masi

Quali sono le principali scadenze fiscali previste a Gennaio 2023?

Calendario scadenze fiscali Gennaio 2023: quali sono le principali scadenze fiscali e previdenziali, da tenere a mente nel mese di Gennaio 2023?

In questo articolo indicheremo in maniera sintetica, il calendario delle scadenze di Gennaio 2023 sia per i cittadini-contribuenti che dovranno assolvere i diversi adempimenti fiscali con l’Agenzia delle Entrate e sia per i pensionati, disoccupati e lavoratori dipendenti, che devono prepararsi per ricevere tutti i diritti sociali da parte dell’Inps e del datore di lavoro.

Non mancheranno le date di scadenza, dei diversi adempimenti fiscali, per le imprese ed i professionisti.

Calendario scadenze fiscali Gennaio 2023: Agenzia delle Entrate ed Inps

Il primo mese dell’anno è sempre pieno di prospettive positive e di diversi adempimenti da parte delle famiglie. Per questo è importante, affidarsi ad un Consulente esperto che sappia, sin da subito, indicare quale documentazione è necessaria per svolgere le diverse pratiche del nuovo anno.

Partiamo subito con le importantissime scadenze fiscali e previdenziali previste a Gennaio 2023:

  1. 1° Gennaio 2023: il primo Gennaio di ogni anno si aggiornano le Tabelle retributive del contratto Colf e badanti;
  2. 1° Gennaio 2023: ricordiamo che dal 2023 non bisognerà presentare la domanda dell’Assegno Unico e universale per i figli;
  3. 10 Gennaio 2023: Entro questa data bisognerà versare i contributi INPS per le colf e badanti del IV trimestre 2022;
  4. 10 Gennaio 2023: attivazione procedura telematica per presentare la domanda della disoccupazione agricola 2023, da inviare entro massimo il 31 Marzo 2023;
  5. 16 Gennaio 2023: Versamento dei contributi Inps, delle imposte irpef dei lavoratori dipendenti da parte del datore di lavoro del mese precedente;
  6. Entro il 31 Gennaio 2023: Aggiornamento modello Isee 2023 per i possessori di Reddito e pensione di cittadinanza, Assegno Unico e di qualsiasi prestazione collegata al reddito, con saldo e giacenze medie al 31 Dicembre 2021;
  7. Entro il 31 Gennaio 2023: Esenzione canone 2023 per chi non è in possesso dell’apparecchio televisivo.
  8. Entro il 31 Gennaio 2023: Comunicazione Naspi Com per dichiarare il reddito presunto (anche a zero), per chi avrà redditi di lavoro autonomo nell’anno 2023 e per chi aveva la partita iva nell’anno 2022, compensi di lavoro e redditi di lavoro in corso, tra l’anno 2021 e 2022. Il Naspi com è necessario inviarlo, anche per coloro che sono iscritti alla gestione separata Inps e percepiscono la Naspi.
  9. Entro il 31 Gennaio 2023: Pagamento del contributo assicurativo Inail per le casalinghe ed esenzione per chi ha un Isee inferiore previsto dalla Legge;
  10. Entro il 31 Gennaio 2023: Comunicazione dell’esenzione Tari per alcune categorie di famiglie, come previsto dal Regolamento interno Tari del Comune, dopo aver elaborato il modello Isee 2023,
  11. Entro il 31 Gennaio 2023: Comunicazione Rdc Com all’Inps per i titolari (ed i componenti familiari) di reddito di cittadinanza, che hanno redditi in corso nell’anno 2022 e comunicazione redditi presunti dell’anno 2023;
  12. Entro il 31 Gennaio 2023: Scadenza per la presentazione telematica della scelta delle detrazioni fiscali all’INPS, per i pensionati e su disoccupazione Naspi, sino a Febbraio 2023;
  13. Entro il 31 Gennaio 2023: Attivazione della procedura telematica per richiedere il bonus asilo nido, anche per coloro con solo permesso di soggiorno.
  14. Entro il 31 Gennaio 2023: comunicazione spese sanitarie al sistema Tessera sanitaria del secondo semestre 2022.
  15. Entro il 31 Gennaio 2023: invio prospetto informativo disabili aziende.
  16. Entro il 31 Gennaio 2023: eventuale revoca del trattamento integrativo della retribuzione per i lavoratori dipendenti e per chi è in Naspi, se il reddito presunto dell’anno 2023 sarà inferiore a 8150 euro o superiore a 15.000 euro.
  17. Entro il 31 Gennaio 2023: scadenza domanda bonus 150 euro Inps.

Per maggiori approfondimenti è possibile consultare il calendario delle scadenze dell’Agenzia delle Entrate.

Come è noto, ogni mese ci sono tantissime scadenze sia per le aziende e sia per le persone fisiche.

Come prepararsi alle scadenze fiscali 2023?

A Gennaio 2023, saranno diverse, le scadenze fiscali che dovranno affrontare le famiglie. In primis, tutti i nuclei familiari che percepiscono delle prestazioni economiche collegate al reddito, come il Reddito di cittadinanza, l’Assegno Unico e la Carta Acquisiti, devono presentare il modello Isee 2023, entro il 31 Gennaio 2023.

Infine, tutti i beneficiari che sono esonerati dal pagamento del Canone Rai, dovranno inviare il modulo per l’esenzione o inoltrare la domanda online tramite il sito dell’Agenzia delle Entrate.

Per tutti gli altri approfondimenti su Rdc, pensioni, Bonus Inps e 730, leggi i nostri ultimi articoli su insindacabili.it:

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui