Articolo aggiornato il 11 Gennaio 2023 da Stefano Mastrangelo

Canone RAI 2023: come si paga?

Canone RAI 2023: come non pagarlo? Dal 1° Gennaio 2016, tutti i contribuenti in possesso di un apparecchio televisivo, sono obbligati al pagamento del canone RAI di 90 euro annuali, sulla bolletta della luce (dal mese di Gennaio 2023 sino ad Ottobre 2023).

Anche dal primo Gennaio 2023, il canone rai verrà pagato sulla bolletta della luce, in quanto non c’è stata nessuna modifica nella legge di bilancio 2023.

Modulo di esenzione canone Rai 2023: quando inviarlo?

Tutti i possessori di apparecchi televisivi, anche se residenti all’estero, devono obbligatoriamente pagare il canone Rai per l’anno 2023. Molti cittadini, in possesso di determinati requisiti, possono essere esonerati dal pagamento del CANONE TV 2023, presentando una modulistica cartacea o online, ogni anno.

Come scaricare il modulo per non pagare il Canone Rai 2023? Per l’esonero del canone Rai 2023, da inviae entro il 31 Gennaio 2023 (di ogni anno), bisogna presentare una domanda per l’esenzione del canone RAI denominata: dichiarazione sostitutiva di esenzione canone Rai. L’esonero dal pagamento del canone della televisione nell’anno 2023, è previsto solo nei seguenti casi:

  1. in nessuna delle abitazioni per le quali è titolare di utenza elettrica (contratto luce) è detenuto un apparecchio tv, da parte di alcun componente della famiglia anagrafica,
  2. in alcuna delle abitazioni per le quali è titolare di utenza elettrica è detenuto un apparecchio tv, da parte di alcun componente della famiglia anagrafica, oltre a quello/i per cui è stata presentata la denuncia di cessazione dell’abbonamento radio televisivo per suggellamento.

Se il canone di abbonamento della televisione per uso privato, non deve essere addebitato in alcuna delle utenze elettriche intestate ad un soggetto, in quanto il canone è dovuto in relazione all’utenza elettrica, intestata ad altro componente della stessa famiglia anagrafica, bisogna compilare ed inviare il modulo di dichiarazione sostitutiva esenzione canone RAI e compilare la sola opzione del quadro B.

A differenza della dichiarazione di esonero dal pagamento del canone RAI, quest’ultima potrà essere presentata in qualsiasi momento.

Chi ha compiuto 75 anni deve pagare il canone TV?

Non devono pagare il canone televisivo Rai di 90 euro nel 2023:

  1. gli anziani che hanno compiuto 75 anni di età, entro i termini di pagamento del canone 2023 (per chi ha compiuto 75 anni entro il 31 gennaio 2023) e che possiedono un reddito complessivo familiare (richiedente e coniuge) non superiore a 6.713,98 euro annuali al netto della rendita catastale sulla prima casa (per le domande sino al 31/12/2017) e di 8.000,00 euro annuali (per domande di esenzione a partire dall’anno 2018);
  2. non devono pagare il canone televisivo per il secondo semestre 2023, gli anziani che hanno compiuto 75 anni di età, dal 1° Febbraio 2023 al 31 Luglio 2023, con gli stessi requisiti indicati precedentemente.

I redditi delle colf e badanti conviventi sono esclusi dal reddito complessivo dell’anziano over 75enni.

In questo ultimo caso bisognerà presentare una sola volta (non ogni anno), la dichiarazione di esenzione del canone Rai over 75enni.

Gli anziani over 75 anni possono richiedere il rimborso degli anni precedenti del canone Rai, quando non erano obbligati al pagamento. Per questo bisogna cliccare la scheda di approfondimento dell’Agenzia delle Entrate. Nella sezione canone Tv sul sito dell’Agenzia delle Entrate, il fisco ha fatto degli esempi di compilazione della dichiarazione sostitutiva.

Se la dichiarazione viene presentata in ritardo, ossia inviata dal 1° febbraio 2023 al 30 giugno 2023, l’esonero del pagamento, avverrà, solo per il secondo semestre 2023.

Come si paga il canone RAI dal 2023?

Dal 1° gennaio 2016, il canone Rai, non si paga più con bollettino postale entro il 31 Gennaio, ma con differenti modalità:

  • 90 euro annuali, divisi in 18 euro bimensili, indicati sulla fattura dell’energia elettrica;
  • in un’unica soluzione, entro il 31 gennaio 2023 con il modello F24, se nessuno dei componenti familiari è titolari di un’utenza elettrica;
  • in due rate semestrali, sempre con modello F24, con scadenza 31 gennaio 2023 e 31 Luglio 2023;
  • con quattro rate trimestrali, con date 31 gennaio 2023, 30 Aprile 2023, 31 Luglio 2023, 31 ottobre 2023. Per maggiori informazioni sulla corretta compilazione del modello F24, è necessario consultare la pagina dell’Agenzia delle Entrate: come si paga il Canone Rai,
  • con addebito sulla pensione, ai pensionati con un reddito inferiore a 18.000,00 euro, da comunicarsi telematicamente entro il 15 Novembre dell’anno precedente. (Per quest’anno la comunicazione doveva essere inviata entro il 15 Novembre 2022)

Modello disdetta Canone Rai 2023

Per essere esentato dal pagamento del canone RAI 2023, bisogna presentare il modulo di disdetta del canone Rai 2023, tramite:

  • il servizio online dell’Agenzia delle Entrate con lo Spid;
  • i Caf o gli intermediari abilitati abilitati al servizio (non tutti i Caf sono abilitati al servizio);
  • inviando una raccomandata con ricevuta di ritorno, anche senza chiudere la busta, all’AGENZIA DELLE ENTRATE, UFFICIO DI TORINO 1, S.A.T. – SPORTELLO ABBONAMENTI TV – CASELLA POSTALE 22 – 10121 TORINO (TO) allegando un documento di riconoscimento non scaduto,
  • tramite pec all’indirizzo cp22.canonetv@postacertificata.rai.it. In questo caso il documento deve essere firmato digitalmente.

Se la dichiarazione sostitutiva di disdetta canone Rai, viene presentata dopo il 20 Dicembre dell’anno precedente, consigliamo di controllare le prime bollette dell’energia elettrica. In caso di addebito degli importi del canone RAI, è possibile chiedere il rimborso, con il modello di rimborso canone Rai, predisposto dall’Agenzia delle Entrate.

Canone Tv 2023: modello esonero online

Per inviare online il modello di esenzione del Canone Rai online per l’anno 2023, bisogna essere in possesso delle credenziali di fisconline o dell’identità digitale Spid. Per accedere, è necessario cliccare nell’area dedicata del servizio online dell’Agenzia delle Entrate. In seguito bisogna cliccare su accedi al servizio.

Esenzione pagamento canone RAI online
Esenzione pagamento canone RAI online 2023

Per entrare nella procedura bisogna inserire lo Spid, con la carta di identità elettonica, la carta nazionale dei servizi (Smart card).

Accedi al servizio di fisconline
Accedi al servizio di fisconline esenzzione Canone Rai

Il richiedente deve cliccare su servizi – comunicare – Dichiarazione sostitutiva relativa al canone di abbonamento alla televisione per uso privato. In seguito bisogna premere su invia dichiarazione.

Dichiarazione sostitutiva canone abbonamento televisione
Dichiarazione sostitutiva canone abbonamento televisione

e selezionare il quadro a, oppure b o c, in relazione al tipo di dichiarazione. Al termine della selezione, bisogna cliccare su Inizia ed inviare la dichiarazione.

Dopo aver inviato la domanda online di esenzione del canone della Televisione, bisogna stampare e scaricare la ricevuta della dichiarazione sostitutiva del canone di abbonamento televisivo RAI 2023, per uso privato.

Consulenza del team di insindacabili.it
Se hai bisogno di una consulenza online sull’esenzione del Canone Rai 2023, Visita subito la nostra area dedicata e scopri tutti i nostri servizi di consulenza online.

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui