Articolo aggiornato il 23 Aprile 2020 da Nicola Di Masi

Quando arriva la cassa integrazione in deroga 2020?

La Cassa integrazione in deroga è una prestazione economica da parte dell’Inps per far fronte a situazioni di emergenza economica in un particolare territorio, autorizzate dalla Regioni, attraverso la presentazione di un domanda telematica dell’Azienda.

La cassa integrazione si chiama in deroga, perché a differenza di quella ordinaria, è riconosciuta anche ad aziende che non ne hanno diritto e che hanno un numero di dipendenti inferiori a 5.

Quindi, l’azienda che ho sospeso i dipendenti per momentanea chiusura attività, deve richiedere la cassa integrazione in deroga, inviando un modulo alla piattaforma web, messa a disposizione dalla Regione. La stessa Regione pubblicherà l’elenco delle aziende autorizzate e solo quando il datore di lavoro riceverà la conferma da parte dell’Inps tramite Pec (posta elettronica certificata), il Consulente del lavoro potrà inviare il modello Sr41, dove si comunicheranno le coordinate bancarie o postali del lavoratore per il pagamento sul conto corrente.

Regione Lazio Cassa integrazione in deroga

Sul sito dell’Inps, sono stati pubblicati, i dati dei beneficiari della Cassa Integrazione ordinaria, Assegno ordinario e cassa integrazione in deroga, al 22 Aprile 2020.

La Regione Lazio ha decretato 29684 domande, l’Inps ne ha autorizzate 4883. Le domande pagate sono 428 ed i beneficiari pagati 861 lavoratori.

Per controllare se l’azienda è stata autorizzata dalla Regione Lazio, bisogna accedere all’elenco delle determinazioni, sul sito CIGD Istanze autorizzate Regione Lazio, allegato A, dell’anno 2020.

Regione Toscana Cassa integrazione in deroga

La Regione Toscana ha:

  • autorizzato 2565 domande,
  • l’Inps ne ha confermate 865,
  • le istanze pagate sono 72 ed i beneficiari pagati 123 lavoratori.

Per verificare l’elenco delle CIGD autorizzate della Regione Toscana, basta cliccare sulle domande approvate.

Cassa integrazione in deroga Veneto

La Regione Veneto ha decretato 3459 domande, l’Inps ne ha autorizzate 908. Le domande pagate sono 60 ed i beneficiari pagati 101 lavoratori.

Per controllare se l’azienda è stata autorizzata dalla Regione Veneto, bisogna accedere all’elenco delle determinazioni, sul sito CIGD Istanze autorizzate Regione Veneto, dell’anno 2020.

Cig in deroga Regione Puglia 2020

La Regione Puglia ha approvato:

  • 1691 domande di cassa integrazione in deroga,
  • l’Inps ne ha autorizzate 1084,
  • le domande pagate sono 342 ed i beneficiari lavoratori 715.

Per verificare l’elenco delle aziende autorizzate della regione Puglia, basta cliccare sul sito dedicato di sistema Puglia.

Cassa integrazione Covid 19 Regione Campania

La Regione Campania ha:

  • autorizzato 8999 domande,
  • l’Inps ne ha approvate 4956. Le domande pagate sono 639 ed i beneficiari pagati 1346 lavoratori.

Per controllare l’elenco dei datori di lavoro autorizzati alla cassa integrazione in deroga, bisogna consultare il sito degli ammortizzatori sociali della Regione Campania.

Cassa integrazione in deroga 2020 come funziona?

Sul sito dell’Inps, è pubblicato un prospetto, che elenca tutte le domande di CIGD autorizzate dalla Regione e dall’Inps ed i lavoratori pagati. Precisiamo che questo elenco riguarda solo le aziende che non possono accedere alla cassa integrazione ordinaria o al fondo di integrazione salariale.

Il lavoratore per sapere quando arriverà la cassa integrazione deve prima di tutto, chiedere al datore di lavoro cinque aspetti:

  1. quale tipo di cassa integrazione ha richiesto: cassa integrazione ordinaria, assegno ordinario o in deroga,
  2. le ore sospese che saranno pagate con la cassa integrazione,
  3. la modalità di pagamento della CIG in deroga, direttamente dall’Inps o tramite la busta paga dell’azienda,
  4. se è stata autorizzata dalla Regione e dall’Inps, nel caso di cassa integrazione in deroga,
  5. se ha il codice Iban, per comunicare all’Inps, il conto corrente bancario o postale.

In seguito, se la cassa integrazione avverrà con pagamento diretto, il lavoratore deve controllare sul Fascicolo previdenziale del cittadino, il pagamento della cassa integrazione.

Cassa integrazione pagamento diretto Inps
Cassa integrazione Covid 19 – Il pagamento diretto Inps

Ricordiamo che gli Istituti bancari potrebbero anticipare gli importi della cassa integrazione, sino ad un massimo di 1400 euro.

Consulenza telefonica insindacabili.it
Per una consulenza online con i nostri esperti previdenziale sulla cassa integrazione in deroga, clicca la nostra area dedicata di consulenza online.

16 Commenti

  1. Salve x il mese di aprile si sa la data della cassa integrazione in deroga in Campania? Il mese di marzo mi è arrivato 8 maggio e possibile ke paghino aprile in questi giorni? Grazie

    • E’ probabile che possano passare 3-4 settimane da un pagamento all’altro.
      Ad ogni modo le Regioni si stanno adoperando per accelerare le tempistiche

      Saluti

  2. Buonasera, puoi indicarmi il link per vedere dal sito della regione Sicilia se la mia azienda risulta tra quelle decretate ed inviate? Grazie.

  3. Buonasera.. Ho fatto domanda il 2 aprile e a tutt’oggi la mia domanda ariaulta in Attesa di Esito… È tutto regolare… Devo gettare la spugna o a breve arriverà una risposta? Grazie mille

    • Non deve gettare nessuna spugna, Faccia un sollecito con Inps risponde online. Lei ha diritto a riceverli come gli altri.

  4. Buongiorno, la domanda dei 600 € di mia moglie è stata accolta il 1 Aprile ma ad oggi non è stata ancora erogata, non potendo accedere al fascicolo previdenziale poiché non mi è arrivata la seconda parte del pin non sappiamo ancora la data di pagamento, il mio dubbio è che il consulente ha inserito il mio iban anziché il suo… saprebbe cortesemente rispondermi.
    Cordiali saluti

  5. Salve io l anno scorso fino a dicembre stavo prendendo la naspi.. Poi a dicembre lo sospesa perché ho iniziato un nuovo lavoro fino ad aprile… Finito di lavorare ho fatto domanda di disoccupazione nuova… Ma a me mancava un mese della precedente… Ora dovrei finirla questo mese… Ma quel mese che mi mancava dell’anno scorso me lo aggiungeranno ora? Grazie

    • Se ha fatto domanda di disoccupazione nuova, si contano gli ultimi 4 anni precedenti dei rapporti di lavoro instaurati.

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui